it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Tue, 13 Nov 2018 19:14:31 +0000 Tue, 13 Nov 2018 19:14:31 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Rumors | Possibili specifiche della Sony a6700 Tue, 13 Nov 2018 15:24:18 +0000 http://www.clickblog.it/post/231639/rumors-possibili-specifiche-della-sony-a6700 http://www.clickblog.it/post/231639/rumors-possibili-specifiche-della-sony-a6700 Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

SonyAddict ha pubblicato un post che parla delle possibili specifiche tecniche di quella che sarà la nuova APSC ammiraglia di casa Sony, la presunta a6700.

L'autore dell'articolo riporta di aver ricevuto un'email anonima, è dunque lecito valutare queste informazioni con una certa attenzione e, forse, anche diffidenza. Sta di fatto che, se fossero vere, saremmo di fronte ad un'ottima mirrorless APSC, un modello che incrementa ulteriormente le numerose possibilità già offerte dalla a6500.

Partiamo dal sensore: si tratterebbe dell'IMX571, stesso CMOS da 26 Megapixel che troviamo sulla Fujifilm X-T3, supportato da una stabilizzazione potenziata rispetto alla a6500, un comparto autofocus con tracking più prestante, un'esposizione minima che arriva ad 1/6000 di secondo e la possibilità di scattare una raffica di 12fps.

Per quanto concerne il lato video troviamo invece la possibilità di girare video in 4K a 60fps con registrazione a 10-bit interna, oltre ad una interessante modalità 2K 180p.

Passiamo infine al corpo macchina, che offrirebbe, sempre secondo i rumors, la possibilità di alloggiare 2 schede SD e le cui dimensioni saranno leggermente diverse rispetto alle altre a6xxx: 124 x 85 x 57mm con un peso di 560g contro i 120 x 66 x 53mm e 453g della a6500. Queste misure ci fanno pensare ad un body molto simile alla prima serie a7, di poco più alta e più profonda, cosa che avvalora l'ipotesi della presenza di un mirino centrale proprio come le full frame.

Si tratta, come già detto, di specifiche non del tutto attendibili e di fonte non certa ma sicuramente piuttosto plausibili. Si pensa che la nuova Sony possa vedere la sua prima luce all'inizio del prossimo anno, non si dovrà dunque aspettare molto per sapere altro.

Fonte | Sony Addict

PROSEGUI LA LETTURA

Rumors | Possibili specifiche della Sony a6700 é stato pubblicato su Clickblog.it alle 16:24 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Gboard per Android consiglia GIF, emoji e sticker Tue, 13 Nov 2018 15:12:50 +0000 http://www.mobileblog.it/post/188225/gboard-android-consiglio-gif-emoji-sticker http://www.mobileblog.it/post/188225/gboard-android-consiglio-gif-emoji-sticker Luca Colantuoni Luca Colantuoni

La testiera virtuale di Google offre diverse funzionalità, tra cui la possibilità di aggiungere emoji, sticker e GIF ai messaggi. Il loro numero però è in costante crescita, quindi trovare quella più adatta è un'impresa quasi impossibile. L'ultima versione di Gboard per Android mostra i suggerimenti direttamente durante la scrittura.

L'azienda di Mountain View ha sviluppato uno specifico algoritmo di intelligenza artificiale che comprende il significato delle parole. Se ad esempio l'utente scrive "Buongiorno", l'app mostra le GIF, le emoji e gli sticker correlati. La presenza della funzionalità (attivata lato server) viene indicata mediante l'icona circolare con la parola GIF che appare sul lato sinistro della tastiera, dove c'è solitamente la lettera G.

Per garantire la privacy e velocizzare la ricerca, l'elaborazione avviene direttamente sul dispositivo. Al momento è supportata solo la lingua inglese. Ecco perché nell'ultima versione italiana di Gboard, rilasciata oggi, non c'è traccia della funzionalità. Google ha tuttavia promesso il supporto per altre lingue in futuro. Non confermata invece l'arrivo della funzionalità su iOS.

Una delle novità più recenti, disponibile da qualche giorno, è quella che permette di creare i "Mini", ovvero sticker con i tratti somatici dell'utente ottenuti inquadrando il volto con la fotocamera frontale. Per facilitare la digitazione è anche possibile spostare la tastiera nella posizione preferita.

PROSEGUI LA LETTURA

Gboard per Android consiglia GIF, emoji e sticker é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 16:12 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Samsung Galaxy A9 in vendita a 629 euro Tue, 13 Nov 2018 13:55:02 +0000 http://www.mobileblog.it/post/188217/samsung-galaxy-a9-vendita-629-euro http://www.mobileblog.it/post/188217/samsung-galaxy-a9-vendita-629-euro Luca Colantuoni Luca Colantuoni

Gli utenti italiani possono finalmente acquistare il nuovo Samsung Galaxy A9. Annunciato circa un mese fa, lo smartphone si distingue dagli altri dispositivi sul mercato per una caratteristica esclusiva. Si tratta infatti del primo al mondo con quattro fotocamere posteriori.

Il modulo fotografico è stato posizionato in verticale nell'angolo superiore sinistro, probabilmente per lasciare più spazio alla batteria. Samsung ha scelto sensori da 8, 10 e 24 megapixel abbinati rispettivamente ad obiettivi ultra grandangolare, standard e tele con zoom ottico 2x. L'ultima fotocamera in basso ha invece un sensore da 5 megapixel e viene utilizzata per applicare l'effetto bokeh in tempo reale.

Il Galaxy A9 possiede una cover in vetro e uno schermo Super AMOLED da 6,3 pollici con risoluzione full HD+ (2220x1080 pixel). La dotazione hardware comprende inoltre il processore Snapdragon 660, 6 GB di RAM, 128 GB di storage, slot microSD, fotocamera frontale da 24 megapixel, connettività WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, Galileo e LTE, lettore di impronte digitali, jack audio da 3,5 millimetri e porta USB Type-C.

La batteria ha una capacità di 3.800 mAh, mentre il sistema operativo è Android 8.0 Oreo. I colori offerti da Samsung sono tre: blu, nero e rosa. Il Galaxy A9 può essere acquistato nei migliori negozi dell'elettronica di consumo. Il prezzo è 629,00 euro.

PROSEGUI LA LETTURA

Samsung Galaxy A9 in vendita a 629 euro é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 14:55 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
AirPlay 2: novità e limiti del protocollo, speaker e Airport supportati AirPlay 2 è la nuova versione del protocollo di streaming di Apple. Ecco le funzionalità, i limiti e i dispositivi supportati. Lista sempre aggiornata.]]> Tue, 13 Nov 2018 13:30:25 +0000 http://www.melablog.it/post/205563/airplay-2 http://www.melablog.it/post/205563/airplay-2 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

airplay2.jpg

Aggiornamento del 13 novembre 2018

Cosa cambia oggi: Dopo l'aggiornamento firmware che ha portato AirPlay 2 sugli speaker Libratone ZIPP (a 234€ su Amazon) e ZIPP MINI (a 308€ su Amazon), ora è il turno di Bang & Olufsen e di Naim.

AirPlay 2 introdotto con iOS 11.4 una maggiore efficienza, grazie alla latenza ridotta (l'audio parte prima) e al buffering più generoso (non più pochi secondi, ma minuti interi di audio conservato nella memoria locale; questo implica che anche in condizioni di scarsa copertura WiFi o se l'iPhone diventa momentaneamente non disponibile, la riproduzione non si arresta).

La novità più interessante, tuttavia è il supporto all'audio multi-stanza sincronizzato, quella che una volta si chiamava filodiffusione. In pratica, parliamo della possibilità di ascoltare la stessa canzone senza interruzioni in ogni camera. Inoltre, gli speaker smart e compatibili col protocollo compariranno nell'app Casa assieme a tutti gli altri gingilli di domotica.

La feature non è una novità assoluta, nel senso che era supportata già anche con la vecchia versione di AirPlay, ma con una differenza fondamentale: funzionava solo se l'audio partiva da iTunes su Mac; ora, invece, si potrà usare anche iPhone e iPad, come sorgenti multi-canale.

Affinché la magia funzioni, tuttavia, c'è bisogno di hardware dedicato e aggiornato in modo specifico per supportare le nuove feature; è evidente, per esempio, che il buffer maggiorato richieda un quantitativo superiore di memoria che deve essere fisicamente disponibile sul dispositivo, altrimenti niente da fare. E ora che le specifiche definitive del protocollo sono state formalmente fissate, è possibile reperire sul mercato accessori e smart speaker compatibili al 100%con AirPlay 2. Basta dare un'occhiata alla sezione apposita del sito HomeKit di Apple, anche se la lista non è completa (la nostra, che trovate infondo al post, invece sì)

Limiti di AirPlay 2


airplay-2.jpg

In ambienti multi-speaker, l'audio è davvero avvolgente e morbido, come se provenisse da un dispositivo centrale connesso con fili alle casse. Ma l'output stereo è pensato soprattutto per la musica, e non per le funzioni smart: dunque, quando chiamate Siri, sarà solo uno degli speaker a rispondere, e non necessariamente quello più vicino. Di solito, si attiva l'ultimo che avete toccato.

Parimenti, anche se in una stanza ci sono 5 HomePod, le chiamate verranno prese e convogliate solo a uno di essi.

Inoltre, considerate che per il momento il supporto ad AirPlay 2 su Mac è molto limitato, e su Apple Watch inesistente. Tant'è che non si può chiedere a Siri su Mac di riprodurre un brano in una stanza specifica, laddove con iOS, HomePod e tvOS non avreste problemi. L'unico modo di riprodurre audio multi-speaker è attraverso iTunes, con un'operazione tutt'altro che intuitiva (clic sul pulsante AirPlay, e clic sull'accoppiata di stereo AirPlay 2 nella sezione "Passa a" ma funziona solo per la musica e non per i Podcast). Probabilmente queste questioni verranno risolte con macOS Mojave, ma per ora questo passa il convento.

Speaker e Airport Compatibili


libratone-zipp-airplay-2.jpeg

Da principio, tutte le Beta di iOS 11.4 includevano le AirPort Express del 2012 come destinazioni AirPlay 2; poi, la feature è semplicemente sparita dalle build più recenti, e la cosa ci sembrava triste ma sensata, visto che Apple ha ufficialmente smantellato la divisione Router. Questo stato di cose rendeva HomePod l'unico dispositivo con la mela attualmente compatibile con AirPlay 2, e invece ecco la sorpresa: l'aggiornamento firmware 7.8 porta AirPlay 2 e l'audio multi-stanza anche sulle AirPort Express di ultima generazione. Basta installarlo sulle vostre basi Airport attraverso Utility Airport.

Ci sono comunque un gran numero di speaker di altre marche (Bang & Olufsen, Denon, Libratone, Marantz, Naim, Sonos), e molte di queste -in particolare Marantz e Denon- hanno semplicemente bisogno di un aggiornamento firmware gratuito. Qui c'è la lista completa aggiornata a novembre 2018 (in grassetto le ultime novità):

PROSEGUI LA LETTURA

AirPlay 2: novità e limiti del protocollo, speaker e Airport supportati é stato pubblicato su Melablog.it alle 14:30 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Samsung Luxury Led for Home, il cinema nel salotto di casa Tue, 13 Nov 2018 13:00:07 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/189269/samsung-luxury-led-for-home-cinema-salotto-casa http://www.gadgetblog.it/post/189269/samsung-luxury-led-for-home-cinema-salotto-casa Filippo Vendrame Filippo Vendrame

Samsung Luxury Led for Home, il cinema nel salotto di casa

Samsung vuole portare il cinema dentro i salotti delle case delle persone. Proprio per questo, la società ha annunciato l'ambizioso progetto "Luxury Led for Home".  L’esclusiva esperienza visiva e di fruizione dei contenuti è garantita dai display Samsung LED for Home di nuova generazione, frutto di un continuo lavoro di innovazione che rivoluziona l’esperienza di visione di video e immagini offrendo una qualità elevatissima.

Trattasi di una nuova gamma di prodotti che risponde alle esigenze dei consumatori creando una nuova modalità di intrattenimento a casa propria. La sala cinema pensata per l’ambiente domestico è un progetto innovativo, grazie anche all’utilizzo di un sistema audio Dolby Atmos dell’azienda Steinway Lyngdorf. Si tratta di un sistema audio surround di nuova generazione, la cui peculiarità è il posizionamento delle casse in uno spazio tridimensionale, e quindi anche sul soffitto. Questo rende la visione del film una vera e propria esperienza sensoriale, rendendo il suono un elemento integrante della fruizione. Il consumatore avrà la sensazione di completa immersione, gli altoparlanti infatti si azioneranno in base alle tipologie di suoni riprodotte durante il film.

Disponibili nel formato FHD da 109 e 130 e UHD da 219 e 260 pollici, la serie IF dei display Samsung LED for Home permette una configurazione modulare per scegliere la grandezza che più si addice ai propri spazi, per adattarsi perfettamente a qualsiasi ambiente interno.

La sala cinema pensata per l‘ambiente domestico è stata riprodotta all’interno della Smart Home del Samsung District e sarà a disposizione dei consumatori che vorranno vivere un’esperienza premium grazie alla tecnologia Samsung, al design Made in Italy Vismara, al sistema audio di Steinway Lyngdorf e ai partner dei contenuti: Sky Q, Netflix, Amazon Prime Video e Kaleidescape

PROSEGUI LA LETTURA

Samsung Luxury Led for Home, il cinema nel salotto di casa é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 14:00 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Niente 5G su iPhone per ora: se ne riparla nel 2020 Tue, 13 Nov 2018 11:46:41 +0000 http://www.melablog.it/post/210176/niente-5g-su-iphone-per-ora-se-ne-riparla-nel-2020 http://www.melablog.it/post/210176/niente-5g-su-iphone-per-ora-se-ne-riparla-nel-2020 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Un po' in tutto il mondo, e perfino qui da noi, i gestori si preparano alle meraviglie del 5G, la connessione mobile di prossima generazione che porterà più banda per tutti; proprio in questi giorni, per dire, è partita sperimentazione a Milano di Vodafone, e molte altre città seguiranno a breve.

Si tratta però di un processo di copertura lungo che richiederà costosi investimenti, e proprio in ragione di già non vedremo approdare questa tecnologia su iPhone tanto presto. A questo aggiungete le incertezze che derivano dalla querelle legale che vede contrapposte Apple e Qualcomm, e che rallenterà ulteriormente il processo.

Intel sta cercando di concludere in tempi record lo sviluppo del suo chip XMM 8160 5G (lo vedete nella foto in cima al post), un modem con capacità di trasmissione dati fino a 6 gigabit massimi teorici, vale a dire da tre a sei volte più performante del miglior chip LTE in circolazione oggi. Ma non arriverà prima del 2019, il che significa che su iPhone approderà solo dopo il 2020.

Il modem 5G di Qualcomm, invece, sarebbe teoricamente pronto molto prima, tant'è che finirà sui primi smartphone Android già l'anno prossimo; ma allo stato delle cose, è altamente improbabile che Cupertino scelga di preferire l'avversaria, non con una causa in corso che vale miliardi di dollari.

Dopotutto, il supporto 5G su iPhone è solo una condizione necessaria ma non sufficiente; serve comunque la collaborazione dei carrier con la stesura della nuova rete, e per quella siamo ancora in alto mare. Considerate infatti che l'asta per le licenze si è conclusa in queste ultime settimane. Dunque, deve passare ancora parecchio tempo prima che le scaramucce tra Qualcomm e Apple possano creare un concreto danno all'utenza.

PROSEGUI LA LETTURA

Niente 5G su iPhone per ora: se ne riparla nel 2020 é stato pubblicato su Melablog.it alle 12:46 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Domotica iPhone, ecco tutti i migliori accessori 2018 migliori prodotti HomeKit disponibili sul mercato italiano nel 2018 (Aggiornato a novembre 2018).]]> Tue, 13 Nov 2018 11:12:36 +0000 http://www.melablog.it/post/205683/accessori-domotica-iphone-2018 http://www.melablog.it/post/205683/accessori-domotica-iphone-2018 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


[Aggiornamento 13 novembre 2018: aggiunta la webcam Netatmo]

Nonostante ci abbia messo più tempo di quanto avremmo immaginato e sperato, HomeKit sta finalmente prendendo piede. La piattaforma di domotica Apple è ricca di accessori modulari che potete incastrare tra loro in modi sorprendentemente sofisticati. Grazie a questo protocollo, ad esempio, potete impostare che la telecamera di videosorveglianza si accenda da sé non appena uscite di casa, o che il termostato spenga i riscaldamenti quando vengono spente tutte le luci. O che parta l'irrigazione quando fa troppo caldo.

E il bello è che per raggiungere questo livello di automazione non servono più costose configurazioni o tecnologia complicata. Basta una connessione ad Internet ed una rete WiFi: al resto pensano gli accessori.

Nella lista che vi proponiamo abbiamo inserito esclusivamente prodotti certificati HomeKit (con un'unica, recente eccezione: gli speaker Amazon Echo, e qui sotto vi spieghiamo perché) e con spedizione gratuita. Consideriamo i seguenti accessori molti validi per il rapporto prezzo prestazioni offerto, e in molti casi abbiamo potuto testarli di persona per mesi e anni. I codici sconto che vi segnaliamo purtroppo hanno durata molto breve, e potrebbero non funzionare più nei giorni successivi alla pubblicazione; per cui se siete interessati a un prodotto, vi consigliamo di acquistarlo al più presto per godere del prezzo agevolato.

Telecamere HomeKit


Lo tenevamo d'occhio da anni, ed è una delle webcam più interessanti dell'intera carrellata, perché era una delle poche capace di riconoscere il volto degli utenti (e senza costosi abbonamenti). Era rimasta fuori dal novero per la gravissima lacuna della compatibilità con HomeKit, ma da oggi anche la Videocamera Interna Intelligente di Netatmo supporta il protocollo di domotica della mela, e allo stesso prezzo di prima. Chi l'ha già acquistata non deve far altro che effettuare un aggiornamento automatico del firmware. Gli altri possono acquistarla a 169€ comprese spedizioni su Amazon.

d-link-dsh-c310-videocamera-omna-180-full-hd.jpg
D-Link DSH-C310 Videocamera Omna (142,17€): Ampiezza di 180°, Full HD a 1920 x 1080 pixel, sensori infrarosso, microfono e altoparlante integrati; oltre ovviamente all'integrazione con HomeKit e Siri. Non si può proprio chiedere di più a una telecamera. Inoltre, a differenza di altri prodotti simili, non richiede abbonamenti. Assolutamente consigliata.


Logitech Circle 2 a 154€ comprese spedizioni è un sistema cablato di telecamere per interni ed esterni, compatibile con Amazon Alexa, Apple HomeKit e Google Assistant. Registra video full HD a 1080p e 180 gradi di ampiezza, con profondità fino a 4.5 metri. A differenza degli altri prodotti, registra tutto sul Cloud, il che garantisce che nessuno possa togliere la schedina di memoria e eliminare così le prove di un'irruzione domestica; la contropartita consiste nel fatto che occorre pagare un abbonamento annuale (facoltativo) per poter accedere a video più vecchi di 24 ore fa. Non è compatibile con IFTTT, e anche per questa ragione la riteniamo la meno conveniente dell'intera carrellata.


Arlo Baby a 154€ comprese spedizioni è una telecamera specificatamente pensata come soluzione di baby monitor. Supporta i 1080p, la visione notturna, garantisce audio a due vie per parlare al bambino, integra un riproduttore musicale musica, la luce notturna, nonché gli avvisi di movimento, suono e pianto. In più ha anche dei sensori di qualità aria.


Netatmo Presence a 299€ spedizione inclusa è una telecamera di sicurezza per esterni con illuminazione integrata. Non soltanto con una notifica su iPhone eventuali intrusioni, ma attiva anche un potete fascio di luce. L'installazione è facile, ed è opzionalmente possibile salvare i flussi video su Dropbox o su server FTP (magari, sul Mac di casa). Considerate che la qualità di ripresa è davvero buona, e che vi serviranno almeno 1,5 Mbit di upload (meglio 3Mbit) e uno spazio di archiviazione di 10GB per 24 ore di registrato.

Il bello di usare HomeKit è che potete usare diverse telecamere, e vedere il flusso video di tutte direttamente all'interno dell'app Casa. E se avete un'Apple TV, invece, potete controllare tutto dall'app HomeCam di Aaron Pearce, disponibile anche per iOS e sbloccabile con acquisto In-App da 5,49€.

Smart Speaker


In attesa che HomePod faccia finalmente il suo debutto nel nostro paese, vi segnaliamo l'arrivo di uno dei suoi più interessanti competitor. Amazon ha ufficialmente lanciato qui da noi la sua linea di smart speaker con Alexa; e sebbene tecnicamente HomeKit e Alexa siano due protocolli completamente diversi, i dispositivi che funzionano con il primo di solito supportano sempre anche la seconda. Ciò accade per via del meccanismo di certificazione dei prodotti di domotica, molto economico e lasco per Amazon, e complesso e costoso per l'equivalente Apple. Dunque, se un gingillo smart funziona con HomeKit, al 99% potete controllarlo anche con Alexa. Il che significa che se vi serve uno speaker da mettere in salotto per gestire luci, videosorveglianza e riscaldamento, o ascoltare di tanto in tanto un po' di musica, le casse Amazon Echo potrebbero fare al caso vostro, soprattutto per via del prezzo nettamente più competitivo.

Purtroppo, la promozione di lancio è scaduta, ma potete iniziare a impartire comandi vocali a lampadine e termostati con una spesa di appena 60€ comprese spedizioni. Diteci voi come si fa a resistere.

Inoltre, sono stati creati dei pacchetti speciali scontatissimi che contengono, oltre allo smart speaker, anche altri accessori, compresi subwoofer, lampadine Philips Hue e prese smart.

Lampade & Interruttori



Aggiornamento di ottobre: Le lampadine smart e il Gateway Trådfri di Ikea sono già compatibili con Homekit; al massimo si renderà necessario aggiornare il firmware dei dispositivi. Il codice HomeKit del Gateway invece è indicato nell'app mobile di Ikea, in Impostazioni > Integrazioni > Apple HomeKit. Inoltre, presto saranno disponibili sul mercato anche prese smart estremamente economiche: il prezzo si aggirerà attorno ai 10€, rendendo l'investimento estremamente economico rispetto ad altri prodotti simili.

koogeek.jpg
Koogeek presa intelligente (42,99€): Potete collegare qualunque dispositivo, telecamera o lampada a questo interruttore. Noi, ad esempio, lo teniamo abbinato alla piantana in ufficio, per lo sfizio di spegnerla con una richiesta a Siri. In più, quando sono tutti fuori, la lampada si spegne da sé. Al momento della stesura di questo post si trova a un prezzo un po' salato, ma se buttate un occhio di tanto in tanto su Amazon, si riesce a trovare facilmente al di sotto dei 30€.

61myvjhixil-_sl1200_.jpg i
Koogeek E27 8W cambia colore Dimmerabile Wi-Fi Smart LED: Lampadina da 8 Watt, capace di erogare fino a 500 lumen di luce, temperatura colore da 2700K (bianco caldo) a 6000K (bianco luce diurna) regolabile, per un totale di 16 milioni di colori tra cui scegliere. Costa 39,99€ ma col codice sconto JWIWJ3V5 viene solo 25,99€ comprese spedizioni.

interruttori-koogeek.jpg
Koogeek Interruttore da parete: Smart Light Switch con supporto 220 ~ 240V fino a 400W che si installa direttamente sulla parete di casa, come un interruttore qualunque (occhio, perché non funzionano come deviatori ma esclusivamente come controllo per le luci. Inoltre, è necessario il neutro. Montarle non è difficile, ma se non sapete di cosa parliamo, avrete bisogno di un elettricista). La peculiarità è che vi consentirà di spegnere e accendere la luce in salotto o in camera senza neppure alzarsi dal divano. Basterà chiedere a Siri. Costerebbe 39,99€ ma se usate il codice sconto ZBYI4XX2 viene solo 29,99€ comprese spedizioni Prime. C'è anche la variante con due pulsanti a 45,99€ ma se immettete il codice ZK2COO8F in fase di ordine, il costo per voi è di 35€ comprese spedizioni. Il dimmer invece viene 46,99€ ma col codice 78I54RFG sconto costa 36,99€.

71nmdgl-wrl-_sl1200_.jpg
Strisce LED di Koogeek (36,99€): Supportano oltre 16 milioni di sfumature diverse, dimming e e sono perfettamente configurabili dell'app Casa. Sono l'ideale per un design moderno, per creare un ambiente cinema domestico o per una sessione alla PlayStation.

vocolinc.jpg
VOCOlinc Lampadina LED Intelligente (24,99€): Lampadina smart da 6 Watt che si comanda con la voce. Può cambiare colore. Non è molto potente, dunque non può essere usata per illuminare interi ambienti; pensatela piuttosto per creare "ricette luminose".

71hrzblb0ll-_sl1500_.jpg
Philips Hue White Starter Kit con 2 lampadine bianche (88,15€): Sono le decane dell'illuminazione con controllo wireless. Questo kit include due lampadine a ghiera grossa e luce bianca, e il bridge di controllo compatibile HomeKit. La potenza è già migliore della VOCOlinc, e arriva a 9 Watt.

kogeek-smartsocket.jpg
Koogeek Smart Socket (39,99€, scontato della metà con codice OHK2CNU4 prima dell'acquisto): Questa speciale presa trasforma qualunque lampadina in una lampadina smart, controllabile da remoto.

Serrature & Automazione

danalock-v3.jpg
Serratura Danalock V3 con HomeKit (220€ comprese spedizioni): Finalmente è arrivata anche in Italia la serratura smart che Apple vendeva negli Stati Uniti. Si monta con facilità, come qualunque altra serratura, e si comanda con Siri. Questa serratura dal design moderno si chiude da sé una volta entrati in casa. È possibile usare una chiave normale se si scaricano le batterie (4 batterie CR123A, che durano circa 1 anno). Infine, si può fornire l’accesso a tutti i familiari tramite l’app Casa.

91yu7r-chbl-_sl1500_.jpg
Eve Aqua Irrigatore Automatico (99,95€): La domotica sbarca anche in giardino, con questo regolatore dell'acqua intelligente. Costa poco più dei suoi simili di vecchia generazione, ma si controlla attraverso iPhone.

fibarobutton.jpg
Fibaro Button (45€): Un semplice pulsante smart e senza fili che attiva la funzionalità che preferite. Può accendere o spegnere qualunque cosa, attivare elettrodomestici, avviare o bloccare la riproduzione musicale. Scegliete voi l'uso che preferite. È disponibile anche nei colori bianco, nero, verde e arancio.

fibaro-z-wave-motion-sensor-2f0.jpg
Fibaro Sensore di Movimento (73,90€): Grazie a questo accessorio, potete creare scene basate sul movimento; cose del tipo: accendi la luce quando qualcuno entra in stanza, e spegnila quando ne esce. Oppure: accendi riscaldamento/ventilatore quando c'è qualcuno nello studio, e così via.

elgato.jpg
Eve Door & Window (35€): Sensore di rilevamento di apertura delle porte o delle finestre. Una notifica vi avvisa istantaneamente non appena qualcuno fa irruzione in casa vostra.

Termostato Smart

scheda-tecnologia-v1-525682.jpg
Tado termostato intelligente (229€): Affidabile, robusto ed elegante. Usiamo questo dispositivo da circa tre anni, e dall'anno scorso in abbinamento al nuovo bridge di terza generazione col supporto a HomeKit. I comandi di Siri potrebbero funzionare meglio, ma per il resto nulla da eccepire: funziona bene e fa ciò che promette. Il dispositivo sa quando siete a casa, e quando non c'è nessuno, e in quest'ultimo caso bypassa la programmazione e spegne i riscaldamenti, per riaccenderli quando capisce che state per rientrare. Non potrete più farne a meno.

PROSEGUI LA LETTURA

Domotica iPhone, ecco tutti i migliori accessori 2018 é stato pubblicato su Melablog.it alle 12:12 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Velocizzare iPhone, e aumentare sicurezza e privacy durante la navigazione Tue, 13 Nov 2018 10:41:29 +0000 http://www.melablog.it/post/210164/velocizzare-iphone http://www.melablog.it/post/210164/velocizzare-iphone Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Chi possiede un sito Web conosce sicuramente Cloudflare; senza entrare troppo nel tecnico, si tratta di un servizio che fa da cuscinetto tra l'utente e il server, e che accelera l'accesso alle pagine che vengono visitate, oltre a garantire maggiore sicurezza e protezione da molti tipi di attacco software.

Come Funziona


Gli uomini capiscono meglio le parole, ma i computer funzionano coi numeri. Quando vi connettete ad un sito Web, mettiamo Melablog.it, scrivete una sequenza di lettere che per voi sono significative ma, prima di essere raggiunto, quell'indirizzo viene convertito in una serie di cifre che nel nostro caso specifico è 52.211.245.112. Per intenderci, è come se ogni volta che tentate chi aprire una pagina Web chiamaste un centralino dando nome e cognome, e quest'ultimo consegnasse al browser il numero di telefono univoco che lo identifica in tutto il Web.

Quel "centralino" si chiama server DNS, e se lui è lento nel fare il suo lavoro, anche la vostra navigazione ne risentirà. Inoltre, chi tiene in mano le chiavi dei DNS conosce per filo e per segno tutta la vostra cronologia di navigazione, anche quando siete in modalità anonima, e potrà rivenderla ai pubblicitari a caro prezzo; inoltre se un server DNS viene colpito da malware, rischiate che i vostri dati possano essere perfino rubati. Ecco perché è fondamentale scegliere DNS sicuri e affidabili.

Su Mac potete modificare manualmente i DNS di tutte le connessioni, ma su iPhone potete farlo solo per quella WiFi. Non esiste modo di mettere mano alla configurazione della connessione 3G/4G, anzi non esisteva perché ora c'è un'app anche per questo.

Come Aumentare la Sicurezza


La stessa tecnologia che blinda i siti Web ora approda su iPhone e porta in dote gli stessi identici vantaggi senza configurazioni né iscrizioni: basta installare un'app gratuita. Ecco come rendere più sicura e veloce la vostra navigazione.


  • Scaricate 1.1.1.1 da questa pagina dell'App Store

  • Toccate Skip in basso a sinistra

  • Abilitate il gigantesco interruttore che troverete davanti a voi

  • Toccate Allow

  • Si apriranno le connessioni VPN (l'escamotage con cui il traffico 3G/4g verrà veicolato su Cloudflare): confermate col Touch ID o col Face ID

  • In alto, nella Barra di Stato, comparirà la dicitura VPN. Significa che siete protetti

  • Per disattivare la protezione, disattivate l'interruttore gigante dell'app 1.1.1.1

L'app 1.1.1.1 non mostra inserzioni pubblicitarie né conserva i dati di navigazione. Buon divertimento.

PROSEGUI LA LETTURA

Velocizzare iPhone, e aumentare sicurezza e privacy durante la navigazione é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:41 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
iPhone XR: se ne venderanno meno perché è bruttino Tue, 13 Nov 2018 09:21:11 +0000 http://www.melablog.it/post/210152/iphone-xr-se-ne-venderanno-meno-perche-e-bruttino http://www.melablog.it/post/210152/iphone-xr-se-ne-venderanno-meno-perche-e-bruttino Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Ming-Chi Kuo, uno degli analisti più ferrati e influenti del mondo Apple, ha tagliato del 20% le stime di consegna degli iPhone XR a causa di una serie di fattori, tra cui quello estetico.

Sembrava il classico uovo di Colombo: stesso processore, design e Face ID, ricarica wireless e qualche fronzolo in meno per contenere i costi. In linea teorica pareva avere tutte le carte in regola per trasformarsi in uno dei più grandi successi di Cupertino, e invece qualcosa è andato storto, anzi tre.

Un po' è colpa del crescente livello di protezionismo in cui si stanno trincerando i paesi del mondo, USA e Cina in primis, e un po' è la concorrenza della serie Mate 20 di Huawei che offre un design decisamente più compatto e moderno a prezzi più interessanti.

Ma c'è un'altra questione più sottile (gioco di parole non voluto), vale a dire le "aspettative d'un gran numero di utenti riguardo il più economico XR" che -a quel prezzo- speravano in un "design a doppia fotocamera e in un design a cornice più fina."

E in effetti, lasciate stare il materiale di marketing e il sito Apple che sono sempre bravissimi a mostrare i prodotti dal loro lato migliore; per poter esprimere un giudizio fattuale, conviene prima vederlo dal vivo. E la prima impressione che abbiamo avuto posando gli occhi su un iPhone XR in Apple Store è stata: "ma quant'è spessa questa cornice?". Perché è davvero molto pronunciata, tanto da impattare sulle vendite in modo cospicuo.

E così, dai 100 milioni di unità inizialmente previste, siamo passati ai 70 milioni complessivi che saranno consegnati entro la fine della prossima estate. Una botta da 30 milioni di iPhone che avrà ripercussioni su bilanci e fatturato e che, forse, si poteva evitare.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone XR: se ne venderanno meno perché è bruttino é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:21 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Rumors Leica | Il nuovo modello registrato potrebbe essere la D-Lux 7 Tue, 13 Nov 2018 08:30:02 +0000 http://www.clickblog.it/post/231633/rumors-leica-il-nuovo-modello-registrato-potrebbe-essere-la-d-lux-7 http://www.clickblog.it/post/231633/rumors-leica-il-nuovo-modello-registrato-potrebbe-essere-la-d-lux-7 Francesco De Innocentis Francesco De Innocentis

Lo scorso mese Leica ha registrato il modello "3952", le cui caratteristiche facevano pensare al modello destinato a sostituire la D-Lux, dunque basato sulla Panasonic Lumix LX100 II.

Le informazioni rilasciate da Nokishita nel mese di ottobre infatti parlavano di una fotocamera che avesse lo stesso AC Adapter della C-Lux, indizio che non è stato smentito dagli ultimi rumors: la 3952, con molta probabilità, sarà la Leica D-Lux 7 e subentrerà all'attuale D-Lux.

Per comprendere, dunque, quali possano essere i miglioramenti da aspettarci rispetto alla D-Lux non ci resta che confrontare quest'ultima con la Panasonic LX-100 mk II: tra le varie cose il sensore arriverà a 17 milioni di punti, il display acquisirà risoluzione passando ad 1,24mp e comparirà il touch screen.

Non possiamo ancora dire con esattezza quando avverrà l'annuncio: secondo Leica Rumors non si dovrà aspettare molto.

Fonte: Nokishita, LeicaRumors

PROSEGUI LA LETTURA

Rumors Leica | Il nuovo modello registrato potrebbe essere la D-Lux 7 é stato pubblicato su Clickblog.it alle 09:30 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
ASUS Chromebox 3 arriva in Italia Tue, 13 Nov 2018 08:00:39 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/189265/asus-chromebox-3-italia http://www.gadgetblog.it/post/189265/asus-chromebox-3-italia Filippo Vendrame Filippo Vendrame

ASUS Chromebox 3

Dopo una lunga attesa, sbarca sul mercato italiano il nuovo ASUS Chromebox 3 che era stata presentato durante lo scorso CES 2018 di Las Vegas. Trattasi di un mini PC caratterizzato da una base hardware Intel e dotato del sistema operativo Chrome OS. Dotato di un design che ricorda un po' gli Apple Mac Mini, il nuovo ASUS Chromebox 3 è un mini PC pensato per chi vuole sfruttare i vantaggi di Chrome OS in ambito desktop. Come evidenziato all'inizio, questo mini PC potrà essere dotato dei processori Intel. Più nello specifico, gli utenti potranno optare su diverse varianti a partire dall'Intel Core i3 sino al Core i7 di ottava generazione.

La memoria RAM di base è 4 GB ma sarà possibile integrarne sino a 16 GB. ASUS Chromebox 3 dispone di memorie SSD per quanto riguarda l'archiviazione dei dati. Gli utenti potranno scegliere tra diverse opzioni che vanno da 32 a 256 GB. Nonostante sia un mini PC, l'ASUS Chromebox 3 offre una scheda tecnica completa. Presenti, infatti, due porte USB 3.1, 3 USB standard, una porta USB-C, il jack audio, l'HDMI, una porta LAN e uno slot per le memorie microSD.

Grazie alla presenza del sistema operativo Chrome OS di Google, l'ASUS Chromebox 3 può sfruttare tutti i vantaggi di questa piattaforma in termini di leggerezza e di ecosistema. Anche sull'ASUS Chromebox 3 è possibile eseguire le applicazioni Android presenti nel Play Store.

ASUS Chromebox 3 può essere acquistato in italia a partire da 299 euro.

PROSEGUI LA LETTURA

ASUS Chromebox 3 arriva in Italia é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 09:00 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Microsoft annuncia il Surface Go LTE Advanced Tue, 13 Nov 2018 07:00:12 +0000 http://www.gadgetblog.it/post/189261/microsoft-surface-go-lte-advanced http://www.gadgetblog.it/post/189261/microsoft-surface-go-lte-advanced Filippo Vendrame Filippo Vendrame

Surface Go LTE Advanced

Microsoft ha presentato la variante LTE Advanced del suo Surface Go. Trattasi di una versione particolare del suo piccolo 2-in-1 caratterizzata dalla presenza di un modem LTE Advanced integrato che consente alle persone di poter continuare ad accedere ad Internet anche in assenza di una connessione WiFi. Per chi punta ad utilizzare il Surface Go in mobilità sfruttando le sue dimensioni compatte, questa nuova versione rappresenta una scelta quasi obbligata.

Proprio per questo, almeno all'inizio, il Surface Go LTE Advanced sarà disponibile solamente per i clienti business di Microsoft anche se il prodotto potrà essere acquistato da tutti. In Italia, dal 22 novembre, il Surface Go LTE Advanced sarà disponibile in due modelli distinti: il primo con 8 GB di RAM e 128 GB di SSD a 799 euro, il secondo con 8 GB di RAM e 256 GB di SSD a 899 euro.

Modem LTE Advanced a parte, il Surface Go non presenta ulteriori differenze rispetto al modello canonico con connettività solo WiFi. Surface Go dispone di un display da 10 pollici con risoluzione 1800 x 1200 pixel ed un aspect ratio da 3:2. Cuore pulsante il processore Intel Pentium Gold 4415Y, una CPU scelta da Microsoft per il giusto equilibrio tra prestazioni, consumi e dissipazione del calore.

Il Surface Go dispone anche di una webcam con riconoscimento del volto, di una porta USB-C 3.1, del connettore Surface Connect dedicato alla ricarica e di uno slot per le MicroSD. Presenti, ovviamente, il WiFi ed il Bluetooth. Autonomia di circa 9 ore. Sistema operativo Windows 10 con la S Mode.

PROSEGUI LA LETTURA

Microsoft annuncia il Surface Go LTE Advanced é stato pubblicato su Gadgetblog.it alle 08:00 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0
Fallout 76: Bethesda ringrazia gli appassionati con una lettera Mon, 12 Nov 2018 23:56:43 +0000 http://www.gamesblog.it/post/429716/fallout-76-bethesda-ringrazia-gli-appassionati-con-una-lettera http://www.gamesblog.it/post/429716/fallout-76-bethesda-ringrazia-gli-appassionati-con-una-lettera Michele Galluzzi Michele Galluzzi

Dalle pagine del proprio sito ufficiale, i ragazzi di Bethesda Game Studios pubblicano una lettera per ringraziare i fans che attendono l'uscita di Fallout 76. Nella lettera, il team capitanato da Todd Howard non si limita a dei "semplici" ringraziamenti ma si premura di delineare il futuro di questo ambizioso action ruolistico confermando la volontà di supportarlo attivamente negli anni a venire con ricco programma di contenuti post-lancio:


    È con grande emozione che siamo giunti al lancio di Fallout 76, un gioco Fallout diverso dai precedenti.
    Anzi, diverso da tutti i titoli a cui abbiamo mai giocato.

    Per noi è un privilegio e una passione creare giochi che vi portino in nuovi mondi e vi permettano di vivere nuove esperienze. Con Fallout 76 abbiamo mischiato i vari pezzi dei Fallout precedenti, il genere "survival" e i giochi online di massa allo scopo di produrre qualcosa di unico. Un gioco in cui è possibile condividere la storia e lottare per sopravvivere insieme ad amici e perfetti sconosciuti.


    Un sentito grazie a Bethesda e ZeniMax che ci hanno sostenuto nello sviluppo. Creare un nuovo stile di gioco ha richiesto gli sforzi migliori non solo di produttori, programmatori, grafici e progettisti, ma anche della società nella sua interezza. Un grazie speciale ai nostri amici di ZeniMax Online, id e Arkane, che ci hanno aiutato tanto. E grazie anche ai reparti di publishing, I.T., Bethesda.Net, servizio clienti e amministrazione e ai nostri incredibili partner per il controllo qualità.
    Infine, un grazie speciale a tutti voi che avete partecipato alla B.E.T.A.

    Con il vostro aiuto abbiamo migliorato il gioco settimana dopo settimana. E siamo solo all'inizio. Abbiamo un lunghissimo elenco di aggiornamenti sui quali abbiamo già cominciato a lavorare: strutture per il C.A.M.P., nuove missioni ed eventi, nuove aperture di Vault, ridistribuzione di caratteristiche e abilità del personaggio, nuova modalità PvP a fazioni e tanto altro ancora.

    Ci auguriamo che il viaggio in Fallout 76 sia tanto divertente e coinvolgente quanto per noi è stato crearlo. Dove vi condurranno le strade della Virginia Occidentale?

La commercializzazione di Fallout 76 è prevista per il 14 dicembre su PC, PlayStation 4 e Xbox One

via | Bethesda, sito ufficiale

PROSEGUI LA LETTURA

Fallout 76: Bethesda ringrazia gli appassionati con una lettera é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 00:56 di Tuesday 13 November 2018

]]>
0