it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Fri, 20 Jul 2018 18:14:37 +0000 Fri, 20 Jul 2018 18:14:37 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Germania, passeggeri accoltellati sul bus <br>Arrestato 34enne. Ci sono feriti gravi Fri, 20 Jul 2018 15:46:50 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598047/germania-accoltella-i-passeggeri-sul-bus-12-feriti http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598047/germania-accoltella-i-passeggeri-sul-bus-12-feriti R.M. R.M.

accoltellati-sul-bus-germania-lubecca.jpg

18:30 - L'attentatore sull'autobus nel quartiere Kuecknitz di Lubecca, nel Nord-Est della Germania, è stato arrestato e si tratterebbe di un 34enne cittadino tedesco di origine iraniana. Aveva con sé un zaino dal quale è uscito del fumo quando è salito sul bus, poi ha tirato fuori un'arma da taglio, forse un punteruolo, e ha cominciato a ferire i passeggeri. Nonostante inizialmente si sia parlato di 12-14 feriti, ora si parla di 8-9 feriti, due gravemente.

17:08 - All'interno dello zaino trovato sul bus sul quale è salito l'accoltellatore di Lubecca ci sarebbe stato anche del liquido infiammabile oltre al coltello da cucina con cui l'uomo ha ferito i passeggeri. Secondo il Lübecker Nachrichten si fa strada l'ipotesi che ad agire possa essere stato un alcolizzato ma la situazione è tutt'altro che chiara come spiegato anche dal procuratore generale sul posto, Ulla Hingst: "Non si può escludere nulla". Confermato che i feriti sarebbero 14, a preoccupare sono le le condizioni di due persone che non sarebbero comunque in pericolo di vita secondo la polizia.

16:15 - Secondo il quotidiano locale online Lübecker Nachrichten l’uomo dopo essere salito sul bus ha tirato fuori da uno zaino un coltello da cucina scagliandosi poi sui passeggeri. Il primo a intervenire per fermarlo sarebbe stato, in base al racconto dei testimoni, l'autista del pullman che è riuscito a bloccare l'aggressore e ad aprire le porte del mezzo per far scendere i passeggeri. Al momento il bilancio è di 14 feriti di cui due in gravi condizioni.

16:06 - La polizia tedesca smentisce la Bild e con un tweet afferma che non ci sono morti nell'attacco a coltellate su un pullman a Lubecca. Sempre il tabloid Bild parla di una grossa operazione di polizia nella zona in corso in queste ore.

16.00 - Sarebbe di un morto e di diversi feriti il bilancio dell'attacco a colpi di coltello compiuto oggi da un uomo su un bus a Lubecca, in Germania. Secondo la Bild l'aggressore è stato arrestato dalla polizia. I feriti sarebbero 6-8 passeggeri.

Germania, accoltella i passeggeri sul bus: un morto e 12 feriti

Ha accoltellato i passeggeri di un bus in Germania, a Lubecca, ferendo 12 persone, alcune delle quali verserebbero in gravi condizioni. Ancora frammentarie le notizie, sul posto, nel nord est della Germania, la polizia. Non è ancora chiaro si sia trattato di terrorismo o del gesto di un folle.

PROSEGUI LA LETTURA

Germania, passeggeri accoltellati sul bus
Arrestato 34enne. Ci sono feriti gravi é stato pubblicato su
Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 17:46 di Friday 20 July 2018

]]>
0
M5s: "Boeri si dimetta". Ieri l'attacco al Decreto dignità Fri, 20 Jul 2018 15:05:29 +0000 http://www.polisblog.it/post/397985/m5s-vuole-dimissioni-boeri http://www.polisblog.it/post/397985/m5s-vuole-dimissioni-boeri redazione Blogo.it redazione Blogo.it

m5s dimissioni boeripng

Dopo Matteo Salvini ora anche il Movimento 5 Stelle vuole le dimissioni del presidente Inps Tito Boeri. Il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio ieri si è visto attaccare il suo Decreto dignità dal numero uno dell'istituto nazionale di previdenza. Il Ministero, ha detto Boeri, sapeva della previsione degli 8000 posti persi all'anno con l'entrata in vigore del decreto, previsione tra l'altro "ottimistica", per un provvedimento che è fortemente osteggiato anche da Confindustria.

Nessuna manina quindi, nessuna volontà di far impallinare il decreto in aula. Boeri ha rivendicato osservazioni critiche comunicate per tempo e alla luce del sole. Il presidente dell'Inps non allineato al governo deve quindi dimettersi per i 5 Stelle, ancora di di più perché ha osato dire che Di Maio "ha perso il contatto con la crosta terrestre".

In avanscoperta il capogruppo M5S alla Camera Francesco D'Uva che oggi dice:

"Boeri è stato votato da qualcuno? Le parole usate ieri dal presidente dell'Inps in commissione lavoro sul Dl Dignità tradiscono un atteggiamento politico, non tecnico. Con toni fuori luogo. Un'entrata a gamba tesa che ha contribuito a un'escalation sinceramente inaccettabile, mentre il Parlamento si appresta a discutere un provvedimento atteso da tempo, e pensato per aiutare tutti coloro che hanno sofferto di più questi anni di crisi.Per il suo ruolo Tito Boeri dovrebbe rimanere fuori dalla contesa politica, invece di rilanciare previsioni arbitrarie e parziali sugli effetti del Decreto. Proprio ieri, i tecnici del Servizio Bilancio della Camera hanno chiarito che le stime sul calo dell’occupazione non sono dimostrabili. Sono valutazioni politiche, non tecniche, al provvedimento. Ma questo non è il compito per cui Boeri è stato chiamato alla Presidenza dell'Inps. Per quanto ci riguarda dovrebbe dimettersi"

Ma Boeri non ci pensa proprio: ha già chiarito nei giorni scorsi che ha un mandato da portare a termine, mandato che scade a febbraio 2019 e che si dimetterà in anticipo solo se nelle sedi opportune (le Commissioni Lavoro di Camera e Senato) gli venisse chiesto di farsi da parte prima del tempo perché ritenuto inadatto a ricoprire l'incarico.

"Ciò che non posso neanche prendere in considerazione sono le richieste di dimissioni on line e le minacce da parte di chi dovrebbe presiedere alla mia sicurezza personale"

ha spiegato il presidente Inps.

PROSEGUI LA LETTURA

M5s: "Boeri si dimetta". Ieri l'attacco al Decreto dignità é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:05 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Ilva, Di Maio: "La gara è stata un pasticcio" Fri, 20 Jul 2018 13:24:14 +0000 http://www.polisblog.it/post/397962/ilva-di-maio-la-gara-e-stata-un-pasticcio-abbiamo-fatto-bene-ad-approfondire http://www.polisblog.it/post/397962/ilva-di-maio-la-gara-e-stata-un-pasticcio-abbiamo-fatto-bene-ad-approfondire redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Davanti ad una Camera dei Deputati deserta, Luigi Di Maio ha riferito sulla questione Ilva. L'esecutivo giallo-verde aveva chiesto all'Autorità Anticorruzione un approfondimento sulla gara che ha portato alla cessione dello stabilimento alla Arcelor Mittal, multinazionale operante nel settore dell'acciaio. L'Anac ha ravvisato "criticità" nella gara d'appalto disposta dal precedente esecutivo e adesso il Governo potrebbe anche decidere di annullare il bando.

Di Maio nel corso del suo intervento ha lanciato un'accusa specifica: "Le regole sono state cambiate in corsa ed è stata lesa la concorrenza". L'Anac infatti "ha rilevato che nelle procedure di gara il tema dei rilanci era scritto malissimo, era scritto che si poteva fare ma non in che maniera. Ed è inspiegabile che nessuno se ne sia accorto e che sia rimasto tutto sotto silenzio". Secondo Di Maio le criticità rilevate da Anac rappresentano "macigni, sono gravissime e questo governo, io in primis, non possiamo far finta di niente come è accaduto per troppo tempo".

Per Di Maio le condizioni poste per accedere al bando del 5 gennaio 2016 erano impossibili da sostenere, motivo per il quale molti non hanno potuto partecipare. Chi ha partecipato e vinto, invece, ha beneficiato delle proroghe previste successivamente: "chi voleva partecipare alla procedura di gara doveva fare un’offerta che prevedeva di attuare il piano ambientale entro il 31 dicembre dello stesso anno. Capirete bene che questa sarebbe stata un’impresa titanica e poche imprese hanno potuto partecipare". Successivamente, poi, il termine per le operazioni di bonifica è stato posticipato fino al 2023. Inoltre, sempre secondo Di Maio, Arcelor Mittal non avrebbe comunque rispettato le condizioni poste dopo la proroga del termine: "L’azienda non ha poi neanche rispettato i termini intermedi del piano ambientale e questo di per sé, se confermato, sarebbe bastato ad escluderla".

Per il Ministro l'offerta complessivamente migliore "era quella di Acciaitalia", ma sono stati sbagliati, a suo giudizio, i criteri di assegnazione che hanno premiato l'offerta economica rispetto alla tutela ambientale: "Se si è fatta una procedura di gara che non ha messo al centro il massimo delle tutele ambientali e occupazionali, allora politicamente, per ora, ne dovrà rispondere chi ha fatto questa procedura di gara". Di Maio ha poi aggiunto che il suo predecessore ha "ignorato in maniera incomprensibile" il rilancio di Acciaitalia: "nemmeno considerato e alla fine la procedura è stata chiusa accettando la proposta di Arcelor, evitando la presentazione di altre offerte migliorative".

Sul punto Carlo Calenda ha già chiarito che secondo il suo parere - e quello dell'Avvocatura dello Stato - il rilancio arrivò fuori tempo massimo, motivo per il quale non venne preso in considerazione. Calenda ha risposto via twitter all'intervento di Di Maio, che ha annunciato indagini approfondite: "Hai detto in Parlamento cose gravi e false. Minacciare indagini interne al Mise è vergognoso. La responsabilità sulla gara è mia. A differenza tua non ho bisogno di inventarmi manine. E assumiti la responsabilità di annullare la gara se la ritieni viziata".

Emiliano, Governatore della Puglia, che più volte ha criticato l'operato di Calenda sul fronte Ilva, ha invece così commentato: "Mi auguro che il ministro Di Maio, che evidentemente ha fiducia nella Regione a differenza del suo predecessore, prenda la decisione giusta per tutelare innanzitutto la salute dei miei concittadini è più anche le esigenze produttive del Paese che ovviamente vanno tenute in grande attenzione".

PROSEGUI LA LETTURA

Ilva, Di Maio: "La gara è stata un pasticcio" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 15:24 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Nomine Cdp, governo: "fumata bianca" Fri, 20 Jul 2018 14:08:51 +0000 http://www.polisblog.it/post/397966/nomine-di-maio-dimissioni-tria http://www.polisblog.it/post/397966/nomine-di-maio-dimissioni-tria redazione Blogo.it redazione Blogo.it

nomine cdp fumata bianca palazzo chigi

16.50 - Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato di Cdp (chi è) e Alessandro Rivera nuovo direttore generale del Tesoro. La partita delle delicate nomine si è chiusa con il ministro Tria che se da un lato ha dovuto rinunciare a quello che sarebbe stato il suo candidato per Cassa depositi e prestiti (si parlava dell'ex presidente Bei Dario Scannapieco) dall'altro l'ha spuntata sul nome da lui proposto per la direzione generale del Tesoro. Rivera, da responsabile del dipartimento banche del Mef, per una carriera tutta interna al ministero, si è occupato del dossier crisi bancarie. Ora viene "promosso" a direttore generale. Il Financial Times lo ha definito uno dei "superman del Tesoro". Le nomine di Rivera e Palermo non sono ancora state ufficializzate ma non ci dovrebbero essere ormai sorprese.

14.04 - "Fumata bianca" nell'incontro di stamattina tra il ministro dell'Economia, i due vicepremier e il sottosegretario alla presidenza del consiglio Giancarlo Giorgetti sul dossier nomine in Cpd. Di accordo raggiunto sul nome dell'ad di Cassa depositi e prestiti parlano fonti di governo. Il vertice, dopo quello saltato ieri, si è concluso in tarda mattinata.

Nomine: tensione nel governo. Di Maio vuole le dimissioni di Tria?

Le nuove nomine in Cassa depositi e prestiti (Cdp) e direzione generale del Tesoro creano tensioni nel governo che il vice premier Di Maio si affretta a smentire. Dopo l'attacco frontale di ieri da parte del presidente Inps sul Decreto dignità, ad agitare la acque nelle ultime ore è Giovanni Tria non allineato sulla rosa di nomi per i vertici di Cdp e Mef.

Tria vorrebbe personalità troppo legate, secondo M5s e Lega, all'establishment. Anche l'altro vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini infatti avrebbe posto il veto sui nomi avanzata da Tria. Oltre alle nomine in Cdp, società per azioni controllata per quasi l'86% dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, oggetto del contendere tra Tria e Di Maio è anche la nomina del direttore generale del ministero del Tesoro.

"Non ci sono contrasti, vogliamo solo i migliori" dice di Maio ai giornalisti, precisando che non ha "mai chiesto le dimissioni" del ministro, "assolutamente" - ma la realtà è che ieri nel giro di un'ora è stato annunciato e poi cancellato il vertice interministeriale convocato dal premier Conte proprio per svoltare sulle nomine. Per "impegni" dei ministri", Di Maio e Salvini, Conte ha visto a Palazzo Chigi solo Tria.

I nomi di Tria per Cdp e dg Tesoro

Tria alla direzione generale di Via XX Settembre vuole Alessandro Rivera, ex vice dell'ex direttore Vincenzo La Via. Di Miao invece spinge per Marcello Minenna, già assessore capitolino, docente alla Bocconi e responsabile dell'ufficio Analisi quantitative e Innovazione finanziaria della Consob.

In Cdp invece Tria vorrebbe come amministratore delegato l'ex vicepresidente della Bei (Banca europea per gli investimenti) Dario Scannapieco. La nomina in Cdp è essenziale per il governo Conte anche perché, secondo i bene informati, il duo Salvini-Di Maio starebbe pensando alla cassaforte del Ministero dell'economia e delle finanze come via d'uscita per salvaguardare "l'italianità di Alitalia".

PROSEGUI LA LETTURA

Nomine Cdp, governo: "fumata bianca" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:08 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Il Ministro Savona indagato per usura bancaria Fri, 20 Jul 2018 11:05:04 +0000 http://www.polisblog.it/post/397949/campobasso-il-ministro-savona-risulta-indagato-per-usura-bancaria http://www.polisblog.it/post/397949/campobasso-il-ministro-savona-risulta-indagato-per-usura-bancaria redazione Blogo.it redazione Blogo.it

<> at Palazzo del Quirinale on June 1, 2018 in Rome, Italy. Law professor Giuseppe Conte has been chosen as Italy's new prime minister by the leader of the 5-Star Movement, Luigi Di Maio, and League leader Matteo Salvini.

Il Ministro Paolo Savona è indagato a Campobasso per usura bancaria, cioè l'applicazione di interessi oltre la soglia consentita dalla legge. L'indagine è coordinata dalla Pm Rossana Venditti e vede coinvolte altre 22 persone. Il nome di Savona è presente nell'atto della Procura della Repubblica di Campobasso con il quale è stata richiesta la proroga del termine delle indagini preliminari. L'inchiesta è relativa alla realizzazione di parchi eolici in Molise, Puglia e Campania; i fatti risalgono a quando Savona era ai vertici di Unicredit.

Anche gli altri 22 indagati sono tutti manager e banchieri che dal 2005 al 2013 ricoprivano ruoli apicali in Unicredit o ex Banca di Roma. Nella inchiesta della Procura ci sono infatti molti nomi noti: Alessandro Profumo, oggi AD di Leonardo-Finmeccanica); Fabio Gallia, AD e Dg della Cassa Depositi e Prestiti; Aristide Canosani, ex Presidente di Unicredit; Franco Bellei, ex Ad della Cassa di Risparmio di Modena; Cesare Farsetti, membro del Cda della Banca agricola e commerciale; Luca Majocchi, ex Unicredit; Roberto Nicastro, banchiere; Edoardo Massaglia; Paolo Fiorentino; Alessandro Cataldo; Giovanni Chelo; Dieter Rampl; Giuseppe Vita; Federico Ghizzoni; Francesco Antonio Ricci; Antonio Ciarallo; Adolfo Toti; Giuseppe D'Onofrio; Nicolangelo Testa; Rosario Spatafora.

La indagini partirono dopo una denuncia presentata nel giugno del 2017 dalla società Engineering srl, che realizza appunto parchi eolici. L'avvocato Luigi Iosa, che ha curato la denuncia, ha definito "un atto dovuto" l'inchiesta su chi rivestiva ruoli apicali in quel periodo: "Anche se la pm chiede un supplemento di indagini per accertare la responsabilità apicale, è la Cassazione penale ad aver imposto in questi casi, per il ruolo di garanzia e di controllo che la legge attribuisce loro, l’estensione dell’eventuale responsabilità penale ai vertici della Banca".

PROSEGUI LA LETTURA

Il Ministro Savona indagato per usura bancaria é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:05 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Brescia, ragazzina autistica dispersa: ricerche nei boschi Fri, 20 Jul 2018 10:39:16 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598027/brescia-ragazzina-autistica-dispersa-ricerche-in-corso-nei-boschi http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598027/brescia-ragazzina-autistica-dispersa-ricerche-in-corso-nei-boschi Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

ARQUATA DEL TRONTO, ITALY - AUGUST 25:  Rescue facilities are parked beside the tent camp on August 25, 2016 in Arquata del Tronto, Italy. The death toll in the 6.2 magnitude earthquake that struck around the Umbria region of Italy in the early hours of Wednesday morning has risen to at least 247 as thousands of rescuers continue to search for survivors.  (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Da ormai quasi 24 ore non si hanno più notizie di Gazi Zannatul Iushra, una 11enne autistica originaria del Bangladesh che si trovava nei boschi di Serle per una gita. La ragazzina risulta dispersa dalle 11 di ieri mattina quando ha lasciato il gruppo guidato dagli operatori dell'associazione Fobap Onlus. In compagnia di altri ragazzi con disabilità avrebbe dovuto vivere una giornata tra i boschi. Stando al racconto degli operatori, improvvisamente la ragazzina avrebbe iniziato a correre a perdifiato percorrendo un sentiero.

Nessuno è riuscito a raggiungerla ed è stato immediatamente lanciato l'allarme. Da ieri oltre 50 uomini tra Vigili del Fuoco, Carabinieri, Protezione Civile e Soccorso Alpino l'hanno cercata senza sosta nel bosco. Si sono anche alzati in volo elicotteri e droni attrezzati con visore termico, ma nessuno è riuscito ad individuarla.

Ai 50 uomini delle forze dell'ordine si sono uniti circa 200 volontari del cui reclutamento si è fatto carico il sindaco Paolo Bonvicini di Serle, che si è subito attivato per dare un contributo nelle ricerche. La famiglia di Iushra è sotto shock. Il padre si chiama Gazi Mdliton e vive e lavora a Brescia da oltre 20 anni insieme alla moglie. La famiglia è composta da altri 3 figli.

PROSEGUI LA LETTURA

Brescia, ragazzina autistica dispersa: ricerche nei boschi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:39 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Piacenza: barista stuprata. Arrestato un romeno Fri, 20 Jul 2018 12:20:19 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598035/piacenza-barista-ripetutamente-stuprata-nel-suo-locale http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/598035/piacenza-barista-ripetutamente-stuprata-nel-suo-locale MirkoNicolino MirkoNicolino

barista stuprata

Barista stuprata a Piacenza: fermato il presunto aggressore. I carabinieri di Piacenza hanno fermato un cittadino romeno di 34 anni, pregiudicato e ai domiciliari per altri reati. L’uomo aveva il permesso di uscita durante le ore diurne, ma non in quelle notturne. I carabinieri lo hanno catturato in zona Forlanini a Milano, mentre stava cercando di squagliarsela a piedi.

Piacenza | Barista stuprata nel suo locale

È stata legata, imbavagliata e stuprata per diverse ore all’interno del bar presso cui lavora. Terribile disavventura per una barista cinese di Piacenza, vittima di violenza sessuale nella notte tra mercoledì e giovedì. A denunciare tutto ai carabinieri è stata la stessa vittima: i ripetuti stupri sarebbero avvenuti subito dopo l’orario di chiusura, quando prima di abbassare la saracinesca, la barista ha iniziato le pulizie di rito del locale. Proprio mentre si trovava tra i tavolini all’esterno del bar, un uomo l’ha aggredita trascinandola all’interno.

Qui l’avrebbe appunto legata e stuprata approfittando del fatto che nessuno sarebbe potuto accorrere in suo aiuto. A chiamare i primi soccorsi i vicini che hanno udito le urla della ragazza, che è stata subito trasportata in ospedale sotto shock. Le indagini sono in corso con una vera e propria caccia all’uomo in città e dintorni, ma per ora gli investigatori mantengono il massimo riserbo.

PROSEGUI LA LETTURA

Piacenza: barista stuprata. Arrestato un romeno é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 14:20 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Barbara d'Urso e il Festival di Sanremo: "Arriverà prima o poi" Fri, 20 Jul 2018 07:06:33 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/778971/barbara-durso-sanremo http://realityshow.blogosfere.it/post/778971/barbara-durso-sanremo Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Barbara d'Urso

Intervistata da Sorrisi in quanto sul set della nuova stagione della rediviva La dottoressa Giò, la vulcanica Barbara d'Urso ha dichiarato che non farà vacanze estive in quanto impegnata a girare la fiction medical di Canale 5.

Ma la Bislacca è tornata su un argomento che le sta molto a cuore, un sogno che giace da anni nel cassetto:

"Arriverà il Festival di Sanremo, prima o poi. Ma tra un paio d'anni, prima mi prendo del tempo...".

Da molto tempo Maria Carmela sostiene di sognare un suo approdo al teatro Ariston nelle vesti di conduttrice, ma il Festival di Sanremo prevede mesi e mesi di preparazione. Nel caso di Barbara d'Urso è davvero difficile un arrivo in Riviera con tutte le trasmissioni che già conduce (Domenica Live, Pomeriggio Cinque, Grande Fratello), ergo Mediaset dovrebbe decidere di tenerla in panchina o di somministrarla a piccole dosi. Una strategia che a fronte degli ascolti dei suoi programmi è poco improbabile che venga praticata.

PROSEGUI LA LETTURA

Barbara d'Urso e il Festival di Sanremo: "Arriverà prima o poi" é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 09:06 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Antonello Falqui: "Mina fantastica, Bongiorno professionale" Fri, 20 Jul 2018 10:36:26 +0000 http://www.tvblog.it/post/1551596/antonello-falqui-intervista http://www.tvblog.it/post/1551596/antonello-falqui-intervista Massimo Falcioni Massimo Falcioni

falqui.jpg

In tv c’è dal primo giorno, ovvero da quel 3 gennaio del 1954 in cui l'elettrodomestico più amato dagli italiani cominciò a trasmettere. Antonello Falqui, autore, regista e autore di trasmissioni storiche (Il Musichiere, Milleluci, Studio Uno solo per citarne alcune), curò per Mike Bongiorno Arrivi e Partenze, il primo programma della storia: “Me la ricordo come divertente”, ricorda sulle pagine di Spy. “Mike intervistava le più grandi star del momento che erano in partenza o in arrivo negli aeroporti. Era bravissimo a convincere le star dell’epoca”.

Oggi novantaduenne, Falqui la tv continua a guardarla, nonostante l’ultima firma l’abbia lasciata nel  lontano 1993:

I miei spettacoli cominciavano a essere troppo dispendiosi per la Rai, costavo troppo. Ci mettevamo settimane per preparare uno show, oggi invece ti danno due giorni per provare tutto e due spiccioli, sarebbe impensabile. Con l’inizio degli anni novanta in Rai cominciavano a non esserci più i personaggi, le maestranze e i dirigenti del mio periodo”.

Da Bongiorno a Walter Chiari, passando per Mina e Raffaella Carrà. Sono tantissime le star con cui ha collaborato. “Il più piacevole? Chiari – confessa - era un improvvisatore pazzesco, forse il numero uno. Mike era molto preciso e professionale, veniva dall’America e aveva quello stampo lì, serio. Eravamo diventati amici, ci siamo frequentati per tanto tempo anche fuori dal lavoro. Mi faceva ridere”.

Mina invece è il suo più grande orgoglio:

“Era fantastica. Aveva un unico difetto, se così possiamo definirlo: le dava fastidio il contatto con il pubblico perché quando andava ad esibirsi alla Bussola di Focette doveva passare tra due ali di persone che allungavano le mani per cercare di toccarla. Lei odiava tutto questo. Non ci sentiamo da parecchi anni, anche se mi farebbe piacere riparlarle. Fondamentalmente siamo due timidi: nessuno dei due si decide a fare il primo passo. Forse avremmo paura a dirci qualcosa”.

Da Studio Uno è stata tratta di recente anche un'omonima fiction, che però Falqui ha tutt’altro che gradito: “Non c’entrava niente col nostro Studio Uno, è stata fatta malissimo. Hanno messo in piedi una trama con un intreccio d’amore tra due estranei”.

Se la tv non è morta e non morirà (“gli schermi in un modo o nell’altro rimarranno accesi con qualcosa”), probabilmente lo è il varietà, inteso alla vecchia maniera:

I varietà di oggi sono Tale e Quale e Ballando con le stelle. Li guardo senza entusiasmarmi molto. Forse il programma di Milly Carlucci, al sabato sera, è l’unico che mi diverta”.

PROSEGUI LA LETTURA

Antonello Falqui: "Mina fantastica, Bongiorno professionale" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 12:36 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Simona Ventura attaccata per un selfie: "Sembri di plastica" Fri, 20 Jul 2018 07:34:27 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/778975/simona-ventura-haters-plastica http://realityshow.blogosfere.it/post/778975/simona-ventura-haters-plastica Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Simona Ventura

Archiviata la grande paura per l'aggressione al figlio Niccolò avvenuta fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano due settimane fa, la conduttrice Simona Ventura ha pubblicato un suo primo piano su Instagram.

Non lo avesse mai fatto: orde di haters si sono riversati sul suo profilo per commentare il selfie con parole di dubbio gusto. Per la cronaca, il commento meno cattivo era "Sembri di plastica".

Inutile dire tuttavia che moltissimi suoi fan hanno preso le difese della conduttrice di Sanremo 2004, Selfie, Quelli che il calcio e Il contadino cerca moglie per dimostrarle ancora una volta tutta la loro vicinanza, che in questo momento così delicato alla presentatrice è necessario.

PROSEGUI LA LETTURA

Simona Ventura attaccata per un selfie: "Sembri di plastica" é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 09:34 di Friday 20 July 2018

]]>
0
John Wick 3: nuovi video e foto dal set con Keanu Reeves a cavallo Fri, 20 Jul 2018 10:52:08 +0000 http://www.cineblog.it/post/781403/john-wick-3-primo-teaser-poster-e-sinossi-ufficiale-dal-cinemacon http://www.cineblog.it/post/781403/john-wick-3-primo-teaser-poster-e-sinossi-ufficiale-dal-cinemacon Pietro Ferraro Pietro Ferraro

 

Dsiponibili online nuovi video e foto dal set di John Wick 3 che mostrano Keanu Reeves in sella ad un cavallo per una impegnativa scena di stunt. È stato recentemente annunciato che il film finale della trilogia sarà ufficialmente intitolato John Wick 3: Parabellum.

Le nuove foto e video trapelati dal set di John Wick 3 mostrano Keanu Reeves a cavallo affiancato dalla sua controfigura e ancora Reeves a cavallo, ma questa volta fissato ad una imbracatura di sicurezza mentre esegue una pericolosa scena di stunt con un assalitore in motocicletta. Reeves sta cavalcando mentre cerca di sfuggire all'avversario, e anche senza effetti speciali ed effetti sonori, l'impatto è davvero notevole.

 

Il franchise di John Wick è venuto fuori dal nulla per diventare un franchise d'azione e thriller molto acclamato. In questo terzo film Wick è in fuga con una taglia di 14 milioni di dollari sulla testa, il che significa che ci saranno nemici in tutto il mondo che cercano di mettere le mani su di lui e la taglia. John Wick 3 porterà il personaggio fuori da New York e in giro per il mondo in cerca di un posto sicuro.

John Wick 3 uscirà nei cinema americani il 17 maggio 2019 diretto da Chad Stahelski (John Wick 2), scritto da Derek Kolstad e interpretato anche da Halle Berry nei panni di un misterioso personaggio di nome Sofia.

 



 

 

Fonte: Hollywood Pipeline / Backgrid TV

 

 

John Wick 3: Keanu Reeves rivela il titolo ufficiale

john-wick-3-keanu-reeves-rivela-il-titolo-ufficiale.jpg

Keanu Reeves ha rivelato il titolo ufficiale di John Wick 3. La serie è iniziata con il "John Wick" originale seguito da John Wick: Capitolo 2. Si pensava che il terzo film sarebbe stato stato intitolato "Capitolo 3", ma Keanu Reeves ha invece rivelato che il titolo ufficiale dell'ultimo film del franchise sarà John Wick 3: Parabellum.

Durante una recente intervista Keanu Reeves non solo ha rivelato il titolo, ma ha anche spiegato che il significato dietro questo titolo è in linea con la tradizione del franchise di John Wick.

Preparati alla guerra, fa parte della famosa frase "Si vis pacem, para bellum", che si traduce in "Se vuoi la pace, preparati alla guerra".

Alla fine di "John Wick: Capitolo 2", il killer di Reeves è stato bandito dal Continental per aver ucciso un membro della tavola d'onore del crimine all'interno dell'hotel, considerato territorio neutro. Winston (Ian McShane) gli ha dato un vantaggio, anche se non ha potuto impedire che un contratto da 14 milioni di dollari fosse piazzato sulla testa di Wick, che doverà combattere per uscire da New York se vuole restare vivo.

Il regista Chad Stahelski pare abbia in sorprese in serbo per "John Wick 3: Parabellum", in uscita il 17 maggio 2019. Sappiamo che Halle Berry è stata scelta come una delle protagoniste del terzo capitolo e anche se il suo personaggio resta un mistero, Reeves ha rivelato qualche dettaglio.

Sì, John Wick sta combattendo per la sua vita e pensa che il personaggio di Halle Berry abbia qualche informazione per lui. I due hanno un passato e sono coinvolti con la "tavola d'onore", questa sorta di entità sovrana.

Le riprese di "John Wick 3" sono iniziate a maggio sotto la direzione di Chad Stahelski, che ha co-diretto il primo film con David Leitch e ha diretto in solitaria il sequel. Il cast comprende anche Anjelica Huston, Asia Kate Dillon, Mark Dacascos, Jason Mantzoukas, Yayan Ruhian, Cecep Arif Rahman, Tiger Hu Chen, Ian McShane, Common, Laurence Fishburne, Lance Reddick e Ruby Rose, con Hiroyuki Sanada a bordo come antagonista principale.

 

 

Fonte: ComingSoon.net

 

 

John Wick 3: prima immagine ufficiale di Halle Berry

john-wick-3-prima-immagine-ufficiale-di-halle-berry.jpg

Con riprese in corso per John Wick 3 arriva la prima immagine ufficiale di "Sofia" il misterioso personaggio interpretato da Halle Berry. Il coinvolgimento di Berry nel progetto è stato annunciato il mese scorso, ma al momento non sono state fornite ulteriori informazioni. Finora sappiamo che lei è una killer e non l'antagonista principale, il che porta a credere che potrebbe essere una potenziale alleata di Wick. La nuova foto, che presenta Berry che cammina con due cani di grossa taglia, è accompagnata dal titolo: "Una donna con una missione, Halle Berry è Sofia in John Wick 3".

Il primo film di John Wick è stato un successo a sorpresa sfiorando i 90 milioni d'incasso in tutto il mondo da un budget di 20 milioni. John Wick 2 ha raddoppiato il budget (40 milioni) incassando in tutto il mondo di oltre 170 milioni. John Wick 3 sarà il terzo e ultimo film del franchise, anche se il regista Chad Stahelski continuerà ad esplorare il mondo di Wick in una serie tv spin-off.

John Wick 3 uscirà nelle sale il 17 maggio 2019.

 

john-wick-3-prima-immagine-ufficiale-di-halle-berry-2.jpg

 

 

Fonte: Twitter

 

 

John Wick 3: nuovi video dal set con Keanu Reeves e Laurence Fishburne (SPOILER)

john-wick-3-nuovi-video-dal-set-con-keanu-reeves-spoiler-1.jpg

 

ATTENZIONE!!! L'articolo include SPOILER sul film "John Wick 3".

 

Alcuni nuovi video dal set di John Wick 3 sono trapelati online e mostrano scene chiave con Keanu Reeves e Laurence Fishburne. Le riprese della terza puntata del franchise di John Wick hanno preso il via poche settimane fa a New York.

Il primo dei nuovi video di "John Wick" 3 mostra Keanu Reeves nei panni di Wick ferito, riverso sul marciapiede e all'apparenza non in gardo alzarsi mentre nei pressi un uomo si alza da quello che appare com un incidente in moto e sembra intenzionato a finire Wick (scopriamo nelle altre immagini che si tratta del killer "Zero" interpretato da Mark Dacascos).

Un altro dei nuovi video di "John Wick 3" mostra invece Laurence Fishburne nei panni di Bowery King boss del crimine e alleato di Wick, che lascia una colomba bianca mentre è in compagnia di alcuni uomini sotto la pioggia. Da questo video sembra che King Bowery non arriverà vivo alla fine di questo terzo e ultimo film. Dopo che la colomba bianca è stata liberata, uno degli uomini prende una spada e colpisce Fishburne con due fendenti, a meno che il regista Chad Stahelski non abbia in serbo un colpo di scena il destino del personaggio di Fishburne appare segnato.

"John Wick 3" presenta anche Halle Berry come un nuovo killer di nome Sofia. Mentre inizialmente si pensava che sarebbe stata un'antagonista, in realtà il personaggio è un'alleata di Wick. Oltre a Berry, "John Wick 3" include anche Anjelica Huston nei panni del "Direttore", Jason Mantzoukas come il killer "Tick Tock Man" e Asia Kate Dillon interpreta "L'Arbitro". L'uscita di John Wick 3 è fissata al 19 maggio 2019.

 


 


 


 


 


 


 

 

 

John Wick 3: nuovi video e foto dal set con Keanu Reeves

john-wick-3-nuovi-video-e-foto-dal-set.jpg

 

Disponibili su Instagram nuove immagini e alcuni video dal set di John Wick 3 che includono anche il nuovo cane del personaggio di Keanu Reeves introdotto in John Wick 2.

Il regista Chad Stahelski e lo sceneggiatore Derek Kolstad sono tornati e questa volta hanno in programma di espandere l'universo di John Wick. Una sinossi di "John Wick 3" lo descrive come in fuga per trovare una via d'uscita da New York. I precedenti film di John Wick hanno incassato 260 milioni di dollari in tutto il mondo creando di fatto un nuovo franchise action che si concluderà con questo terzo capitolo.

In una delle nuove foto Keanu Reeves viene mostrato con la sua nuova coprotagonista, Halle Berry. Non si sa molto sul ruolo dell'attrice al momento. Tutto ciò che si sa è che il nome del suo personaggio è Sofia che pare sia una madre con un bambino piccolo. Altri personaggi dei film precedenti, come l'Ares di Ruby Rose e il Winston di Ian McShane, appariranno nel nuovo film e ci sono voci secondo cui questa nuova puntata potrebbe includere scenari asiatici.

 


 


 


 

Un post condiviso da @ayako_ueda1 in data:


 

Un post condiviso da @ayako_ueda1 in data:


 

 

Fonte: The Hollywood Pipeline / ayako_udea1 / BTS

 

 

 

John Wick 3: annunciato il cast ufficiale

john-wick-3-annunciato-il-cast-ufficiale.jpg

Annunciato il cast completo di John Wick 3 che rivela alcuni volti familiari e nuovi nemici. Keanu Reeves ha ridato slancio alla sua carriera accettando il ruolo di protagonista nel cult d'azione John Wick del 2014. Il film diretto da Chad Stahelski e David Leitch è stato un successo tale da giustificare un John Wick 2 stavolta diretto da Stahelski in solitaria, sequel che ha bissato il successo dell'originale aprendo la strada ad un terzo ed ultimo capitolo, in cui Wick è di nuovo in fuga braccato da un'intera comunità di assassini professionisti.

John Wick - Capitolo 3 ha aggiunto nuovi nome al suo cast come confermato dall'account Twitter ufficiale del film. Sono quindi a bordo Anjelica Huston (La famiglia Addams), Asia Kate Dillon (Orange is the New Black), Mark Dacascos (Agents of S.H.I.E.L.D.) e Jason Mantzoukas (Brooklyn Nine-Nine). La Huston interpreterà il "Direttore" della tavola d'onore del crimine mentre la Dillon sarà "L'Arbitro". Dacascos interpreterà un assassino di nome "Zero", mentre Mantzoukas interpreterà un altro probabile assassino soprannominato "Tick Tock Man". Il sito THR ha anche rivelato che i protagonisti dell'action The Raid - Redenzione, Yayan Ruhian e Cecep Arif Rahman, si sono uniti al cast come assassini professionisti insieme al Tiger Hu Chen di Man of Tai Chi (esordio alla regia di Kenau Reeves).

Per John Wick 3 sono stati anche confermati in precedenza Laurence Fishburne, Ian McShane e Lance Reddick che torneranno nei loro ruoli, mentre restano da confermare Common, Ruby Rose e Hiroyuki Sanada.

 


   

John Wick 3: nuovo motion poster del sequel con Keanu Reeves

john-wick-3-nuovo-motion-poster-del-sequel-con-keanu-reeves.jpg John Wick 3 è in piena fase di riprese e la produzione il 17 maggio ha condiviso su Twitter un motion poster che ricorda ai fan che manca un anno all'uscita del film, previsto nelle sale il 17 maggio 2019. L'account Twitter ufficiale di John Wick 3 ha condiviso il motion poster accompagnato da una breve didascalia che recita: "Ci vediamo...5.17.19". Chad Stahelski torna a dirigere la terza e ultima puntata della trilogia di John Wick, il regista in passato ha detto che in questo terzo film la posta in gioco è molto più alta. Il Wick di Keanu Reeves è in fuga e ha bisogno di lasciare New York, purtroppo c'è una enorme taglia sulla sua testa, il che renderà le cose un tantino complicate come spiega la trama ufficiale a seguire.  

John Wick (Keanu Reeves) è in fuga per due ragioni...è alla ricerca di un contratto globale da 14 milioni di dollari per la sua vita, e per aver infranto una regola fondamentale: prendere una vita entro i confini dell'Hotel Continental. Wick ha ucciso un membro alla tavola d'onore del crimine che ha ordinato il contratto aperto e decretato la condanna a morte dell'affiliato. Il manager del Continental, Winston, ha concesso a Wick un'ora prima che la "scomunica" diventasse ufficiale. L'affilizione è stata quindi revocata, con John bandito da tutti i servizi e isolato dagli altri membri. John a questo punto usa tutti mezzi ancora a disposizione per rimanere in vita, mentre combatte e uccide per riuscire ad uscire vivo da New York.

  Il regista Chad Stahelski ha recentemente parlato di cosa avrebbe voluto realizzare nel capitolo finale del franchise. Stahelski ha osservato che voleva sistemare alcuni degli aspetti che non erano stati in grado di coprire nel "Capitolo 2". I fan potranno dare un'occhiata più approfondita a come funzionano le cose nella New York sotterranea così come su scala globale.

Per quanto riguarda il terzo film vogliamo, non tanto pensare più in grande, ma mostrare più intrghi a livello globale...Sento come se ci fossero tutte queste sottigliezze che ho evitato nel secondo film che avrei piacere di riprendere nel Capitolo 3, per mostrare il ​​funzionamento interno di diverse parti di New York.

John Wick 3 come ha detto il regista alzerà la posta in gioca, amplierà il lato "internazionale" della trama e assisteremo ad una furiosa battaglia finale coreografata con la consueta maestria, tutti elementi che speriamo rendano questo terzo e ultimo capitolo non solo memorabile, ma il migliore del franchise.  

 

 

John Wick 3: riprese iniziate e prime foto dal set


john-wick-3-riprese-iniziate-e-prime-foto-dal-set.jpg

John Wick 3 ha ufficialmente iniziato la produzione. Il direttore della fotografia Dan Laustsen, che ha lavorato a John Wick 2 e più recentemente ha lavorato con Guillermo Del Toro nel film Premio Oscar The Shape of Water - La Forma dell'Acqua ha annunciato su Instagram che le riprese hanno preso il via. Sull'account di Laustsen sono state pubblicate un paio di foto dal set, una delle quali mostra Keanu Reeves in uno scenario piuttosto suggestivo.

Keanu Reeves è tornato a vestire per l'ultima volta i panni del letale killer John Wick. Anche il regista Chad Stahelski è di nuovo al timone. Stahelski ha diretto in solitaria anche John Wick 2, dopo aver co-diretto il primo John Wick con David Leitch, che da allora ha diretto in solitaria Atomica Bionda e Deadpool 2. Il cast di John Wick 3 include Common, Laurence Fishburne, Ruby Rose, Ian McShane e Lance Reddick con l'aggiunta du Hiroyuki Sanada nei panni del villain principale del film.

In John Wick 3 il personaggio di Reeves è in fuga. In seguito agli eventi del secondo film è stato bandito a seguito di un contratto globale di 14 milioni di dollari per la sua eliminazione. Wick Ha anche infranto una regola sacra, non uccidere entro i confini dell'Hotel Continental. Wick ha ucciso un membro alla tavola d'onore del crimine che ha ordinato il contratto aperto e decretato la condanna a morte dell'affiliato. Il manager del Continental, Winston, ha concesso a Wick un'ora prima che la "scomunica" diventasse ufficiale. L'affilizione è stata quindi revocata, con John bandito da tutti i servizi e isolato dagli altri membri. John a questo punto usa tutti mezzi ancora a disposizione per rimanere in vita, mentre combatte e uccide per riuscire ad uscire vivo da New York, ma dove è diretto? Voci non confermate parlano di una tappa in Giappone.

John Wick 3 arriva nelle sale il 17 maggio 2019.

 



 


 

 

John Wick 3: svelato il titolo ufficiale di lavorazione


john-wick-3-svelato-il-titolo-ufficiale-di-lavorazione.jpg

E' stato rivelato il titolo di lavorazione di John Wick 3, l'atteso terzo film del franchise d'azione con portagonista Keanu Reeves. Il titolo provvisorio utilizzato per la produzione è Parabellum, nome coniato in Germania e tratto dalla frase latina "si vis pacem para bellum, se vuoi la pace prepara la guerra". Parabellum è anche il nome di una pistola automatica cal. 9 mm di fabbricazione tedesca, di un fucile mitragliatore sovietico e di speciali cartucce rinforzate, insomma un titolo decisamente adeguato.

Dopo il successo al botteghino di John Wick 2, che ha fruttato quasi 170 milioni di dollari da un budget di 40 milioni, è stato rapidamente annunciato dal regista Chad Stahelski che era in preparazione una terza puntata. Il film è attualmente in produzione con una data di uscita prevista per il 19 maggio 2019. Stahelski ha rivelato che John Wick 3 sarà l'ultimo capitolo della serie e ha anche notato che il film esplorerà il passato del protagonista chiudendo il cerchio e completando così il franchise dal punto di vista narrativo.

Anche se John Wick 3 sarà il film finale della serie, Lionsgate ha annunciato che sta sviluppando un film con un protagonista femminile intitolato Ballerina che amplierà ulteriormente l'universo di John Wick. Recentemente è stato anche riportato che Starz sta sviluppando una serie televisiva ambientata nell'universo di John Wick intitolata The Continental incentrata sull'hotel per killer professionisti visto nel film.

 

 

John Wick 3: primo teaser poster e sinossi ufficiale dal CinemaCon


john-wick-3-primo-teaser-poster-e-sinossi-ufficiale-dal-cinemacon.jpg

Dal CinemaCon di Las Vegas, Lionsgate ha pubblicato un teaser poster e una sinossi ufficiale per l'atteso sequel d'azione John Wick 3.

L'attore Keanu Reeves ha interpretato diversi personaggi entrati nell'immaginario collettivo, dagli esordi con il Ted 'Theodore' Logan di Bill & Ted's Excellent Adventure passando per lo Johnny Utah di Point Break e arrivando all'iconico Neo di Matrix e l'esorcista John Constantine nell'omonimo horror. Ora dopo un periodo non proprio entusiasmante, segnato anche dal flop 47 Ronin e dall'esordio alla regia con Man of Tai Chi, è arrivato finalmente un altro ruolo iconico, quello di John Wick, un letale killer prezzolato in pensione che torna in azione per vendetta per un franchise a sorpresa giunto al terzo capitolo.

Dopo aver violato nel secondo film una regola mai infranta in precedenza, uccidere qualcuno che reclama rifugio nel territorio neutrale del Continental Hotel, ora John Wick deve combattere per uscire vivo da una città di New York dove ogni assassino vuole la sua testa.

 

John Wick (Keanu Reeves) è in fuga per due motivi...è l'obiettivo di un contratto globale sulla sua vita da 14 milioni di dollari, e per aver infranto una regola basilare: prendere una vita all'interno dei confini dell'Hotel Continental. La vittima era un membro alla tavola d'onore del crimine che ha ordinato il contratto aperto e decretato la condanna a morte dell'affiliato. John che doveva essere già stato giustiziato, respira ancora solo perché il manager del Continental, Winston, gli ha concesso un periodo di grazia di un'ora prima di essere ufficialmente "scomunicato". L'affilizione è stata revocata, John è quindi bandito da tutti i servizi e isolato dagli altri membri. John a questo punto usa tutti mezzi ancora a disposizione per rimanere in vita, mentre combatte e uccide per riuscire ad uscire vivo da New York.

 

Dopo l'ambientazione internazionale di John Wick 2, il terzo capitolo torna a svolgersi principalmente in quel di New York, almeno da quello che si evince dalla sinossi, che sembra smentire alcune notizie che davano riprese del film in location come Russia, Canada, Giappone e Spagna, ma non è detto che John Wick 3, previsto in uscita per il 19 maggio 2019, all'interno della trama non includa anche scenari internazionali.

 


 

 

Fonte: Collider

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

John Wick 3: nuovi video e foto dal set con Keanu Reeves a cavallo é stato pubblicato su Cineblog.it alle 12:52 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Weetzie Bat - Angeli Pericolosi sbarca al cinema Fri, 20 Jul 2018 10:01:14 +0000 http://www.cineblog.it/post/789990/weetzie-bat-angeli-pericolosi-sbarca-al-cinema-con-anya-taylor-joy-e-nick-robinson http://www.cineblog.it/post/789990/weetzie-bat-angeli-pericolosi-sbarca-al-cinema-con-anya-taylor-joy-e-nick-robinson Federico Boni Federico Boni

weetzie-bat-v1.jpg

Anya Taylor-Joy, esplosa grazie al folgorante The Witch, sarà la protagonista di Weetzie Bat, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo anni '80 di Francesca Lia Block, arrivato in Italia con il titolo 'Angeli pericolosi'.

A dirigere la pellicola Justin Kelly, fino ad oggi visto all'opera con King Cobra e I Am Michael, entrambi trainati da James Franco. A completare il cast di Weetzie Bat il lanciato Nick Robinson, protagonista di Tuo, Simon, Sasha Lane, Theodore Pellerin e Keiynan Lonsdale, altro volto di Tuo, Simon. La Block, che ha scritto la sceneggiatura del film, è autrice di oltre 25 libri che abbracciano narrativa, saggistica, racconti e poesie.

Weetzie Bat è una ragazza con i capelli colorati, un giubbotto nero da motociclista e pizzi e gonne da riot girl, vive a Los Angeles e cerca l'amore perfetto. Non nella città che conosciamo, almeno non esattamente, ma in una landa fatata dove tutto è possibile, dove si sposano luci e ombre, oscurità e splendore. Assieme ai suoi amici, Weetzie parte per trovare il fidanzato e la vita dei suoi sogni, tra tentazioni e pericoli terreni e ultraterreni, fate e tossici e spacciatori e vampiri e rockstar e geni e fantasmi, piacere e dolore e tenerezza, zucchero filato e rasoi.

Fonte: Deadline

PROSEGUI LA LETTURA

Weetzie Bat - Angeli Pericolosi sbarca al cinema é stato pubblicato su Cineblog.it alle 12:01 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Godzilla 2: primo teaser trailer del sequel "King of the Monsters" Fri, 20 Jul 2018 08:56:50 +0000 http://www.cineblog.it/post/753855/godzilla-2-foto-dal-set-accenna-una-connessione-con-il-film-del-1954 http://www.cineblog.it/post/753855/godzilla-2-foto-dal-set-accenna-una-connessione-con-il-film-del-1954 Federico Boni Federico Boni

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Disponibile un primo teaser di Godzilla: King of the Monsters che mostra una scena con la Millie Bobby Brown di Strangers Things.

Questo teaser ha lasciato i fan delusi, poichè non include alcun mostro e molto perplessi poiché a 34 secondi del teaser dietro all'attrice, che si copre le orecchie come reazione al ruggito di Godzilla sulla radio, si può vedere chiaramente sulla sinistra dello schermo l'operatore con la macchina da presa che punta l'obiettivo direttamente dietro a Millie Bobby Brown. A peggiorare le cose, a mano a mano che l'inquadratura procede, l'operatore si avvicina all'attrice, occupando una buona parte dello spazio dietro di lei.

Godzilla 2 non è certo il primo film ad alto budget ad includere accidentalmente un membro della troupe inquadrato per errore, la cosa preoccupante è il fatto che abbiano incluso questo enorme errore nel teaser del film senza che qualcuno sia intervenuto.

Il cast è completato da Kyle Chandler, Vera Farmiga, Ken Watanabe, Sally Hawkins, Bradley Whitford, Thomas Middleditch, Charles Dance, O’Shea Jackson Jr., Aisha Hinds e Zhang Ziyi.

Godzilla: King of the Monsters uscirà nelle sale americane il 31 maggio 2019.

 

godzilla-2-primo-teaser-trailer-e-poster-del-sequel-king-of-the-monsters.jpg

 

 

Fonte: Collider

 

 

Godzilla 2: prime immagini ufficiali del sequel "King of the Monsters"

godzilla-2-prime-immagini-ufficiali-del-sequel-king-of-the-monsters.jpg

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Con il Comic-Con di San Diego che aprirà i battenti il prossimo 19 luglio, sono approdate su Twitter le prime immagini ufficiali (via Entertainment Weekly) del sequel Godzilla: King of the Monsters, sequel del reboot / remake Godzilla del 2014. Le immagini mostrano l'iconico mostro titolare in azione e il primo sguardo a Millie Bobby Brown, la "Undici" della serie tv Stranger Things.

Il regista di Godzilla 2, Michael Dougherty, dice che la reazione degli umani nel sequel è la tipica reazione esagerata di chi agisce di fronte a qualcosa che non comprende, anche se di fronte a potenziali altri "Godzilla" liberi per il pianeta, una reazione come la paranoia potrebbe rivealrsi un bene per il genere umano.

Il mondo sta reagendo a Godzilla nello stesso modo in cui avremmo reagito a qualsiasi altro incidente terrificante, in modo esagerato, ma ci sono paranoia e infinite speculazioni sul fatto se lui sia l'unico là fuori o se siamo minacciati da altri della sua specie.

 

Sembra assodato che il sottotitolo "King of the Monsters" inmplichi una serie di mostri diversi sullo schermo, e a questo proposito Michael Dougherty è andato nel dettaglio su uno di questi mostri, Rodan, definendolo una "bomba atomica alata". Il regista afferma che Rodan potrebbe anche essere più potente di Godzilla.

Rodan è sempre stato un personaggio di supporto, ma ho sempre avuto un debole per lui, in molti modi è più potente di Godzilla, è come una bomba atomica alata, penso che gli abbiamo reso giustizia.

 

Come accennato nel cast c'è anche l'attrice di "Stranger Things", Millie Bobby Brown, ritratta in un delle delle immagini di Godzilla 2 con Vera Farmiga, che interpreta la madre del suo personaggio. Le due attrici interpretano rispettivamente Madison e la Dottoressa Emma Russell. Madre e figlia vengono rapite da un'organizzazione misteriosa e toccherà al personaggio Mark Russell di Kyle Chandler, che è l'ex marito di Emma e il padre di Madison, rintracciarle e salvarle. Kyle Chandler è apparso anche nel remake King Kong di Peter Jackson e molti hanno ipotizzato che l'attore tornerà ad affrontare l'iconica scimmia gigante nel crossover Godzilla vs Kong previsto nei cinema per il 2020.

Quando gli è stato chiesto del respiro atomico mostrato in una delle immagini di Godzilla 2, Michael Dougherty non ha voluto commentare, ma ha indicato che l'immagine specifica con le fiamme blu è inserita in una parte fondamentale del sequel: "si svolge in un momento molto importante ed è una sorta di chiamata alle armi".

Godzilla: King of the Monsters arriva nei cinema il 31 maggio 2019.

 



 

 

Fonte: EW

 

 

Godzilla 2: riprese concluse e nuove foto dal set

godzilla-2-riprese-concluse-e-nuove-foto-dal-set.jpg

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Il regista Mike Dougherty ha utilizzato Twitter per annunciare il fine riprese ufficiale di Godzilla 2 confermando l'arrivo di Mothra e King Ghidorah nel MonsterVerse di Legendary Pictures.

Mike Dougherty ha condiviso un paio di foto su Twitter del suo ultimo giorno di lavoro su Godzilla 2. Una delle foto mostra il suo spazio di lavoro che mostra alcuni divertenti "easter egg", come una tazza da caffè con il simbolo della Monarch, la società che funge da connessione per il MonsterVerse apparsa sia in Godzilla che in Kong: Skull Island. Ma la seconda foto è indubbiamente più interessante per coloro che attendevano il sequel di Godzilla. La foto presenta alcune sagome su un muro che prendono chiaramente la forma di Godzilla, Mothra e King Ghidorah, che brillano da diverse zucche scolpite.

Abbiamo finito, grazie al mio straordinario cast e alla troupe.

Inoltre anche Rodan dovrebbe apparire in Godzilla 2 quindi questo sequel strizzerà l'occhio più al passato rispetto al reboot di Gareth Edwards. Il sequel è previsto per arrivare nei cinema il 22 marzo 2019, quindi c'è molto tempo per la fase di post-produzione. Il cast di Godzilla 2 include Vera Farmiga, Ken Watanabe, Sally Hawkins, Kyle Chandler, Millie Bobby Brown, Bradley Whitford, Thomas Middleditch, Charles Dance, O'Shea Jackson Jr., Aisha Hinds e Zhang Ziyi.

Godzilla ha attualmente un 74 per cento di voti positivi su Rotten Tomatoes e ha incassato 529 milioni di dollari in tutto il mondo mentre Kong: The Skull Island ha un 76 per cento su Rotten Tomatoes e ha incassato 566 milioni di dollari in tutto il mondo. Seguiranno Godzilla 2 e Godzilla Vs. Kong che arriverà nel 2020 e sarà diretto da Adam Wingard (Blair Witch).

Una delle foto dal set che trovate a seguire mostra uno sguardo dietro le quinte delle riprese con il volto di Godzilla visto proiettato su un grande schermo, sopra la cabina di pilotaggio di un aereo, la foto si riferisce al 69° giorno di riprese e ritrae Godzilla con indosso una specie di armatura protettiva o almeno questo è ciò che sembra a prima vista.

 




 

 

Godzilla 2: foto dal set accenna una connessione con il film del 1954

godzilla-2-nuova-foto-omaggia-il-film-del-1954.jpg

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Il regista Michael Dougherty (Krampus) è al lavoro su Godzilla 2 che è attualmente previsto in uscita il 22 marzo 2019. Il film farà la gioia dei fan più irriducibili del franchise riportando su schermo nuove versioni di classici kaiju come Mothra, Rodan e King Ghidorah. Dougherty ha rivelato una nuova foto dal set che sembra ammiccare ad una connessione importante all'originale Godzilla del 1954.

Coloro che hanno visto l'originale Godzilla probabilmente riconosceranno l'arma raffigurata nella foto come la bomba "Oxygen Destroyer", un'arma che rimuove l'ossigeno da qualsiasi massa d'acqua in cui viene collocata e che è stata usata per distruggere Godzilla nel film originale.

Questo potrebbe essere solo un piccolo "easter egg", ma non è escluso che potremmo vedere questo dispositivo riemergere in Godzilla 2. Nel film Ken Watanabe interpreta un personaggio di nome Dottor Serizawa, lo stesso personaggio interpretato nel reboot Godzilla di Gareth Edwards del 2014, che è anche il nome dello scienziato che ha creato la bomba "Oxygen Destroyer" nel film originale. Sono personaggi diversi, ma dato che condividono il nome, non sarebbe troppo sorprendente se il personaggio di Watanabe avesse un legame con questa arma.

Godzilla 2, oltre a Ken Watanabe, vedrà il ritorno di Sally Hawkins (Blue Jasmine), che riprende il ruolo interpretato nel Godzilla del 2014. New entry del cast includono Vera Farmiga, Kyle Chandler, Bradley Whitford, Thomas Middleditch (Silicon Valley), Charles Dance (Il trono di spade), O'Shea Jackson Jr. (Straight Outta Compton), Aisha Hinds (Star Trek Beyond), Zhang Ziyi (Memorie di una Geisha) e Millie Bobby Brown (Stranger Things). Aaron Taylor-Johnson ed Elizabeth Olsen non torneranno per il sequel.

Legendary Pictures sta creando un universo cinematografico condiviso battezzato "Monsterverse" e incentrato su Godzilla. Parte di questo universo è anche il recente film campione d'incassi Kong: Skull Island. Godzilla 2 sarà seguito dal crossover Godzilla vs. Kong in uscita nel 2020 e diretto da Adam Wingard (Blair Witch).

 


 

 

Godzilla 2: nuova immagine di Mothra e un video su Ghidorah

godzilla-2-nuova-immagine-di-mothra-e-un-video-su-ghidorah.jpg

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Sono già trascorsi tre anni da quando Godzilla ha fatto il suo ritorno sul grande schermo nel reboot del 2014 di Gareth Edwards dedicato al leggendario Kaiju. Anche se la risposta dei fan non è stata unanime, il film ha incassato bene spianando la strada a Godzilla 2, attualmente in fase di riprese, che porterà su schermo anche alcuni altri mostri classici. Uno di quei mostri è "Mothra" e adesso è stata rivelata un'immagine ufficiale che preannuncia l'arrivo di questo mostro nel nuovo universo condiviso noto come "Monsterverse".

In Kong: Skull Island è stato stabilito che l'organizzazione Monarch servirà come connessione tra i vari film del Monsterverse. L'account ufficiale "Monarch Sciences" ha recentemente pubblicato una foto che non cita Mothra per nome, ma l'immagine condivisa allude molto chiaramente alla bestia alata gigante e la didascalia fornita per la foto non è esattamente sottile.

Unlocked: Monarch Classified File #6306 Temple of the Moth, Yucca Province, E. Russell #MonarchSighting

Questo non è la prima volta che sentiamo parlare di Mothra, in una scena dopo i titoli di coda di Kong: Skull Island vediamo alcune persone della Monarch mostrare diverse testimonianze storiche di Mothra, così come di Rodan e King Ghidorah. In questa nuova immagine è ritratta una falena gigante scolpita nella pietra con un paio di bozzoli a forma di uovo posti su entrambi i lati della creatura.

Mothra dopo il debutto in Toho Mothra (1961) ha affiancato il "Re dei Mostri" in svariati film come Godzilla contro Mothra e Gli eredi di King Kong (nel doppiaggio italiano il nome Mothra è cambiato svariate volte in Watang, Matra e Polluk). Mothra è stato spesso un avversario per Godzilla, ma i due Kaiju in qualche occasione hanno anche unito le forze.

Insieme all'immagine di Mothra vi proponiamo anche un video condiviso su Twitter e rilasciato in occasione dell'uscita americana in Blu-ray di Kong: Skull Island. Il video riporta una lista dei mostri scoperti dalla Monarch Corporation. Nel video si scopre che Monarch ha scoperto una nuova superspecie con tre teste sotto i ghiacci dell'Antartide nel 2016. Gli appassionati di Godzilla sanno che significa solo una cosa: King Ghidorah.

Quando Monarch scopre una straordinaria superspecie imprigionata sotto i ghiacci dell'Antartide, la dottoressa Vivienne Graham guida lo sforzo di costruire un contenimento segreto e un impianto di ricerca intorno alla creatura dormiente. I suoi appunti classificati contengono una nota misteriosa: "Il diavolo ha tre teste".

Il video aiuta anche a stabilire la continuità del MonsterVerse. Oltre a rivelare che King Ghidorah è stato scoperto nel 2016, viene fatto cenno anche a Mothra scoperto nel 2009. Anche Rodan, citato nella scena dopo i titoli di coda di Kong: Skull Island, è pronto a comparire in Godzilla 2. Il video accenna anche ad una spedizione Monarch di ritorno a Skull Island nel 1995, forse un cenno ad un sequel di Kong: Skull Island?

Oltre ad aggiungere nuovi mostri, Godzilla 2 dispone anche di un grande cast che include Millie Bobby Brown, Kyle Chandler, Vera Farmiga e Charles Dance, mentre Sally Hawkins e Ken Watanabe riprenderanno i ruoli interpretati nel reboot Godzilla. L'uscita di Godzilla 2 è fissata al 22 marzo 2019, seguito il 22 maggio 2020 dal Godzilla vs. Kong del regista Adam Wingard.

 



 

 

 

Godzilla 2, via alle riprese: confermati Rodan, Mothra e Ghidorah


stasera-in-tv-su-italia-1-godzilla-con-bryan-cranston-7.jpg

Warner Bros. Pictures e Legendary Pictures hanno annunciato il via alle riprese di Godzilla: King of the Monsters, sequel ufficiale del titolo di Gareth Edwards uscito nel 2014. Michael Dougherty (Trick 'r Treat, Krampus) dirigerà la pellicola, con protagonisti Vera Farmiga, Ken Watanabe e Sally Hawkins, Kyle Chandler, la debuttante al cinema Millie Bobby Brown (Stranger Things), Bradley Whitford (Get Out), Thomas Middleditch (Silicon Valley), Charles Dance (Game of Thrones), O'Shea Jackson Jr. (Straight Outta Compton), Aisha Hinds e Zhang Ziyi (Memorie di una Geisha). In cabina di sceneggiatura Zach Shields, con Lawrence Sher direttore della fotografia, Scott Chambliss (Guardiani della galassia Vol. 2, Star Trek Into Darkness) alle scenografie e Roger Barton al montaggio.

La storia seguirà gli eroici sforzi dell'agenzia cri-zoologica Monarch, mentre i suoi membri affrontano una batteria di mostri di dimensioni inumane, tra cui Godzilla, Mothra, Rodan e la sua nemesi finale, il re a tre teste Ghidorah.

Il film è prodotto da Mary Parent, Alex Garcia, Brian Rogers e Thomas Tull, con Barry H. Waldman, Zach Shields, Yoshimitsu Banno e Kenji Okuhira produttori esecutivi. Le riprese si svolgono principalmente ad Atlanta, in Georgia, per poi uscire al cinema nel marzo 2019.

Fonte: Comingsoon.net

PROSEGUI LA LETTURA

Godzilla 2: primo teaser trailer del sequel "King of the Monsters" é stato pubblicato su Cineblog.it alle 10:56 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Junior Bake Off 2018, Biondo giudice-ospite Fri, 20 Jul 2018 07:21:25 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/778973/junior-bake-off-2018-biondo-giudice-ospite http://realityshow.blogosfere.it/post/778973/junior-bake-off-2018-biondo-giudice-ospite Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Biondo

Continuano i cross over tra talent show: nella prossima stagione di Junior Bake Off, della quale si stanno effettuando le registrazioni per mandarlo in onda a dicembre, ci sarà Biondo.

Il cantante reduce dal programma Amici, in vetta alle classifiche con il brano Deja vù, sarà presente all'interno della trasmissione di Real Time nella doppia veste di ospite e di giudice, quindi valutando anche le leccornie preparate dai giovanissimi concorrenti della trasmissione.

Non è proprio un caso che Biondo sia stato invitato proprio qui: l'artista, che sta vivendo davvero un momento di grande popolarità, da piccolo si dilettava nel preparare soufflé al cioccolato.

PROSEGUI LA LETTURA

Junior Bake Off 2018, Biondo giudice-ospite é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 09:21 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Il Terrone Va Di Moda: video della canzone di Il Pagante Thu, 19 Jul 2018 16:46:47 +0000 http://www.soundsblog.it/post/512145/il-pagante-il-terrone-va-di-moda-testo-video http://www.soundsblog.it/post/512145/il-pagante-il-terrone-va-di-moda-testo-video Alberto Graziola Alberto Graziola



Il terrone va di moda
è il nuovo singolo de Il Pagante. Il brano è stato pubblicato e rilasciato il 6 luglio 2018. La produzione è curata da Sissa e Zef.

In queste ore è uscito anche il video ufficiale che accompagna la canzone e che potete recuperare qui sopra, in apertura post

A seguire, invece, il testo della canzone.

il-pagante.png

Il Pagante - Il Terrone Va Di Moda, Testo

[Strofa 1: Federica Napoli & Eddy Veerus]
L'italiano all'estero litiga con i local
Alza la voce, si fa riconoscere per ogni cosa
Sì, ma dall'accento io lo sento che non è di zona
Che non è né di Bolzano né di Bellinzona
Quando è nella folla è un talento fuori dalla norma (eeh)
Io non ho la stoffa no, sono fuori luogo e in paranoia (eeh)
Ho i sensi di colpa perché non ho mai visto Gomorra
E ogni volta è sempre la stessa storia

[Pre-Ritornello: Eddy Veerus]
Vorrei fare colpo sì ma lei mi ignora
Arriva un tipo lampadato con le Hogan
Che fa una battuta e ridon tutti come a scuola
Perché sanno tutti che...

[Ritornello2]
Il terrone va di moda (woah)
Il terrone va di moda (woah)

[Strofa 2: Eddy Veerus & Roberta Branchini]
Ho un amico a Gallipoli
Con la faccia da made in Italy (eeh)
E a scanso di equivoci
Quando parla escono i sottotitoli (eeh)
Arriva sempre in ritardo almeno di due ore
E dà la colpa al fuso orario del meridione
In tre in moto senza il casco
Scatta il verde e suona il clacson
Riconosci il personaggio
Con l'applauso all'atterraggio
Non saranno dei lord
Come fanno non lo so
Ma quella camicia aperta
Schiaccia il fascino del lord

[Pre-Ritornello: Eddy Veerus]
Vorrei fare colpo sì ma lei mi ignora
Arriva un tipo lampadato con le Hogan
Che fa una battuta e ridon tutti come a scuola
Perché sanno tutti che...

[Ritornello2]
Il terrone va di moda (woah)
Il terrone va di moda (woah)

[Strofa 3: Federica Napoli & Roberta Branchini]
Cena in famiglia dove non ci si annoia
A tavola nipoti, cugini e la nuora
Nostalgia del Napoli di Maradona
Nonna frigge sembra di essere al McDonald's
E col sorriso in bocca canto questo slogan...

[Ritornello2]
Il terrone va di moda (woah)
Il terrone va di moda (woah)

PROSEGUI LA LETTURA

Il Terrone Va Di Moda: video della canzone di Il Pagante é stato pubblicato su Soundsblog.it alle 18:46 di Thursday 19 July 2018

]]>
0
RIKI: gaffe e polemiche su Instagram sul Sud Italia Thu, 19 Jul 2018 15:39:39 +0000 http://www.soundsblog.it/post/512174/riki-gaffe-instagram-sud-italia-polemiche-merchandise-abusivi http://www.soundsblog.it/post/512174/riki-gaffe-instagram-sud-italia-polemiche-merchandise-abusivi Alberto Muraro Alberto Muraro

riki-mania-cover.jpg

Un nuovo giorno e una nuova polemica tutta social per Riccardo Marcuzzo in arte RIKI, protegé di Francesco Facchinetti nonché secondo classificato ad Amici 16. Qualche ora fa l'artista lombaordo ha messo mano ai suoi profili social per sfogarsi contro una serie di venditori ambulanti che, fuori dai suoi concerti, vendevano merchandising non ufficiale e quindi illegale.

L'artista, in una Instagram Story, si è dunque voluto sfogare con le forze dell'ordine presenti presso il Teatro Antico di Taormina, che avrebbero impedito all'artista e al suo team di installare i prodotti ufficiali del suo merchandise. Peccato che, per tutti gli altri "furbetti" presenti", la situazione fosse ben diversa.

Il problema è che il post di RIKI ha fatto imbestialire gran parte dei suoi fan meridionali, che si sono sentiti presi in causa da quell'ultima frase "purtroppo è anche questo il Sud Italia" dalle mille, dubbie sfumature.

 



 

Resosi conto di aver fatto un danno, RIKI ha dunque rimesso mano ad Instagram, scusandosi per aver eventualmente offeso qualcuno. Le sue parole, a detta sua, sarebbero state da molti (ovviamente) travisate. Tuttavia, in un'ultima polemica storia, l'artista ha avuto da ridire contro la polizia locale, che a detta sua, in certi casi, andrebbe persino a dar man forte agli stessi abusivi. Ecco le sue parole:

non ho mai detto che ce l'ho con il Sud Italia, quando siamo qui ci sono delle persone meravigliose, facciamo i concerti più belli, c'è un sacco di amore, è proprio perché queste persone non si meritano di essere rappresentate da delle teste di c***o come in questo caso che fanno di tutto per truffare.  [...] Nulla contro le persone, se qualcuno si è offeso non era mia intenzione già a priori, ce l'avevo solo con il fatto che ci rimettiamo sempre noi italiani per delle persone che sono tremende, con dei posti del genere.

 

 

Soltanto pochi giorni fa, in occasione dei Wind Music Awards 2018, RIKI aveva messo mano ad Instagram per togliersi qualche sassolino dalla scarpa nei confronti di "un certo tipo di eventi", sottolineando di avere ormai soltanto voglia di esibirsi in location adeguate come Piazza del Duomo a Milano.

PROSEGUI LA LETTURA

RIKI: gaffe e polemiche su Instagram sul Sud Italia é stato pubblicato su Soundsblog.it alle 17:39 di Thursday 19 July 2018

]]>
0
Robin Williams, la figlia Zelda lo ricorda sui social: 'mi manchi papà' Fri, 20 Jul 2018 10:38:27 +0000 http://www.gossipblog.it/post/559516/robin-williams-la-figlia-zelda-lo-ricorda-sui-social-mi-manchi-papa http://www.gossipblog.it/post/559516/robin-williams-la-figlia-zelda-lo-ricorda-sui-social-mi-manchi-papa dr. apocalypse dr. apocalypse

Robin Williams

Domani, sabato 21 luglio, il grande Robin Williams avrebbe compiuto 67 anni. Quattro anni dopo il suicidio del divo premio Oscar, la figlia Zelda Williams, che di anni ne ha 28, ha voluto ricordare l'amato padre sui social, pubblicando una vecchia foto al fianco dell'attore.

«È di nuovo quel periodo dell’anno». «Tutti coloro che hanno a che fare con la perdita dei propri cari conoscono bene il dolore di certi anniversari, momenti pieni di memoria che spazzano via tutti gli altri nonostante si provi a non ricordarli. Queste settimane sono difficili per me, quindi mi vedrete meno sui social». «Grazie per averlo amato. Grazie per aver supportato lui e il lavoro della sua vita”. «Se vi va, fate volontariato in qualche centro per persone sole, senza una casa. Fatelo nel suo nome. Lo apprezzerà. Buon compleanno, Poppo, Mi manchi ogni giorno, ma soprattutto in questi giorni».

Williams venne trovato senza vita nella sua casa californiana l'11 agosto del 2014. L'attore si tolse la vita impiccandosi con una cintura, fissata alla maniglia della porta chiusa nella sua camera da letto. Nel 1988 il divorzio dalla prima moglie, la ballerina Valerie Velardi dalla quale aveva avuto Zachary (1983). A seguire, nel 1989, il matrimonio con Marsha Garces, madre di Zelda (1989) e Cody Alan (1991). Nel 2008 il nuovo divorzio e nel 2011 le nozze con Susan Schneider.

It’s that time of year again. Everyone who has dealt with loss knows the pain of certain anniversaries, moments full of memory that come round like clockwork and usurp all others, no matter how hard you may try to prepare for or avoid them. These weeks are the hardest for me, and thus, you’ll see me a lot less, if at all. For all the internet’s good intentions in expressing to me their fondness for dad, it’s very overwhelming to have strangers need me to know how much they cared for him right now. It’s harder still to be expected to reach back. So while I’ve got the strength, consider this my one open armed response, before I go take my yearly me time to celebrate his and my birthdays in peace. Thank you for loving him. Thank you for supporting him and his life’s work. Thank you for missing him. I do too. If you’d like to do something in his honor, volunteer at your local homeless shelter, or look up how to make homeless aid backpacks. Give one in his name. He’d have loved that. Otherwise some great orgs he loved include @cafoundation, @dswt and @reevefoundation. Mostly, try to spread some laughter and kindness around. And creatively swear a lot. Everytime you do, somewhere out there in our vast weird universe, he’s giggling with you... or giving a particularly fat bumblebee its wings. Happy early birthday, Poppo. Miss you every day, but especially these ones. ♥️

Un post condiviso da Zelda Williams (@zeldawilliams) in data:


PROSEGUI LA LETTURA

Robin Williams, la figlia Zelda lo ricorda sui social: 'mi manchi papà' é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 12:38 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Tina Cipollari ha un nuovo fidanzato? Thu, 19 Jul 2018 23:08:50 +0000 http://www.gossipblog.it/post/559503/tina-cipollari-ha-un-nuovo-fidanzato http://www.gossipblog.it/post/559503/tina-cipollari-ha-un-nuovo-fidanzato Fabio Morasca Fabio Morasca

tina-cipollari.jpg

Il trono speciale che abbiamo visto durante l'ultima edizione di Uomini e Donne, il programma condotto da Maria De Filippi che tornerà in onda dopo la pausa estiva, era chiaramente una gag ma Tina Cipollari, opinionista della trasmissione di Canale 5, sarebbe comunque riuscita a trovare un nuovo compagno, dopo la fine del suo matrimonio con l'hair stylist e personaggio televisivo, Kikò Nalli.

Stando ad una segnalazione giunta al sito Isa e Chia, il nuovo compagno di Tina Cipollari sarebbe un imprenditore di Firenze attivo nel campo della ristorazione. La coppia, inoltre, starebbe vivendo la loro relazione tranquillamente alla luce del sole, senza nascondersi:

E’ da mesi che Tina viene tutte le settimane a Firenze proprio per incontrare quest’uomo, col quale stanno assolutamente insieme: atteggiamenti intimi, camminano mano nella mano, si baciano in pubblico, insomma, non si fanno assolutamente problemi a mostrarsi in pieno centro come una vera e propria coppia. Lui si chiama Vincenzo ed è proprietario di un grande ristorante che sta proprio a Firenze... qui tutti lo sanno bene!

Sempre il sito Isa e Chia è riuscito a scovare anche una serie di foto che la coppia ha condiviso sui social network, segno inequivocabile che la loro storia, anche se non è ufficiale pubblicamente, lo è di fatto.

tina-cipollari-vincenzo.jpg

Durante quest'estate, Tina Cipollari è stata paparazzata in compagnia del suo ex marito Kikò Nalli (con cui è rimasta in ottimi rapporti dopo la fine del loro matrimonio) con cui andrà anche in vacanza insieme ai loro tre figli.

Recentemente, è iniziata a circolare anche una voce riguardante una presunta quarta gravidanza di Tina.

PROSEGUI LA LETTURA

Tina Cipollari ha un nuovo fidanzato? é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 01:08 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Luigi Favoloso: "Nina Moric? situazione complicata" Thu, 19 Jul 2018 14:17:34 +0000 http://www.gossipblog.it/post/559467/luigi-favoloso-nina-moric-situazione-complicata http://www.gossipblog.it/post/559467/luigi-favoloso-nina-moric-situazione-complicata Sebastiano Cascone Sebastiano Cascone

luigi_favoloso_nina_moric_instagram_2018.jpg

Luigi Favoloso, a poche settimane dalla fine termine della quindicesima edizione del Grande Fratello, ha affidato, al settimanale 'Mio', alcune considerazioni che riguardano i suoi ex compagni d'avventura. Per esempio, ritiene che la vittoria di Alberto Mezzetti sia meritatissima. Ha cercato di mantenere un rapporto con tutti tranne con Alessia Prete e Matteo Gentili:

Gli altri li adoro tutti, ma a me loro non piacciono. Se li incontro per strada cambio marciapiede. Mi è già capitato ma credo che non se ne siano neanche accorti.

Il giovane imprenditore napoletano, inoltre, ha trovato un punto di equilibrio con Aida Nizar con cui si era scontrato in casa:
Aida era innamorata di me, lo è ancora. Io e lei siamo amici, usciamo insieme la sera, sono l’unico che è rimasto in buoni rapporti con lei. Quando fa le interviste parla bene solo di me, odia tutti. Mi scrive tutti i giorni che mi vuole bene. E io ne voglio a lei.

Luigi vuole recuperare, in tutti i modi, il suo rapporto con Nina Moric che, tra alti e bassi, sembra, al momento, non aver trovato una giusta serenità:

La situazione è molto complicata. Ho detto più volte che sono innamorato di lei e che la voglio riconquistare. Solo che in questo momento succedono cose che la innervosiscono. Magari la taggano in dei video che la fanno arrabbiare. Così si torna indietro: tutto quello che avevamo costruito viene demolito. Io voglio stare con lei: Nina è una persona che voglio al mio fianco. E credo che sia così anche per lei, ma ci sono un po’ di difficoltà. Come tutte le donne è un po’ lunatica. Fare una famiglia è il mio sogno e spero di costruirla con Nina. Ma la cose si fanno in due.

PROSEGUI LA LETTURA

Luigi Favoloso: "Nina Moric? situazione complicata" é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 16:17 di Thursday 19 July 2018

]]>
0
La ricetta dell'insalata di riso integrale con zucchine e ceci Fri, 20 Jul 2018 09:00:41 +0000 http://www.gustoblog.it/post/211875/la-ricetta-dellinsalata-di-riso-integrale-con-zucchine-e-ceci http://www.gustoblog.it/post/211875/la-ricetta-dellinsalata-di-riso-integrale-con-zucchine-e-ceci Roberta F. Roberta F.

La ricetta dell'insalata di riso integrale con zucchine e ceci La ricetta dell'insalata di riso integrale con zucchine e ceci ci regala un primo piatto adatto alla bella stagione basato su un mix di sapori super appetitoso. Tra le ricette delle insalate di riso estive, questa è sana e leggera ma non poco appagante.

Il riso integrale, ricco di fibre, rappresenta la base perfetta da condire con un'accoppiata bene assortita, quella rappresentata dalle zucchine (saltate in padella) ed i ceci (lessi in pentola). Il tutto viene aromatizzato con tanto curry che dona un tocco di piccantezza e ne ravviva il sapore.

Voglia di preparare un primo piatto freddo come questo? Si può mangiare anche in spiaggia.


Ingredienti

320 gr di riso integrale
200 gr di ceci già lessi
2 zucchine
olio extravergine di oliva
sale e pepe
curry qb
1 cipolla

Preparazione

Scolate i ceci che avrete cotto in acqua bollente dopo un lungo ammollo e teneteli da parte. Pulite le zucchine, eliminatene le estremità e tagliatele a pezzetti. Versate in un tegame dell'olio di oliva, accendete la fiamma e, una volta caldo, aggiungete la cipolla tritata finemente. Fatela soffriggere ed aggiungete le zucchine. Su fiamma vivace, fatele saltare per circa 8 minuti. Salate, pepate e spegnete la fiamma.

Fate lessare il riso fino a completa cottura. Scolatelo in una insalatiera e unite i ceci, le zucchine e abbondante curry. Regolate di sale e pepe, aggiungete anche dell'olio di oliva e mesolate bene per fare insaporire il tutto. Conservate in frigo fino al momento di servire.


Photo | iStock

PROSEGUI LA LETTURA

La ricetta dell'insalata di riso integrale con zucchine e ceci é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 11:00 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Neonati di 2 mesi già consapevoli del proprio corpo Fri, 20 Jul 2018 09:00:02 +0000 http://www.bebeblog.it/post/200839/neonati-di-2-mesi-gia-consapevoli-del-proprio-corpo http://www.bebeblog.it/post/200839/neonati-di-2-mesi-gia-consapevoli-del-proprio-corpo valentina81 valentina81

A Caucasian female infant is asleep in the arms of a pediatrician. The baby is swaddled in a blanket and is wearing a warm cap.

Avere consapevolezza del proprio corpo non è un dato così scontato, soprattutto per i bambini. Secondo uno studio dello University of Washington Institute for Learning & Brain Sciences, pubblicato su Developmental Science, i neonati hanno una percezione del loro corpo a partire dai 2 mesi di vita.

Il loro cervello inizia a dare un senso al corpo e il tocco di alcune specifiche zone lascia una speciale 'firma' proprio a livello cerebrale: tra queste in particolare le labbra, che sono il fulcro di molte attività dei più piccoli, come emettere suoni, succhiarsi la mano per calmarsi e sorridere alle persone, ma poppare.

Durante la ricerca sono stati coinvolti 25 bambini, che hanno indossato un particolare cappuccio dotato di speciali sensori che misurano l'attività cerebrale rilevando segnali elettrici al minuto sul cuoio capelluto del bambino, una tecnica chiamata elettroencefalografia. Come hanno fatto a capire questo dato gli esperti? Facilissimo. I neonati venivano toccati in alcuni punti (piedino sinistro, manina o labbro superiore) e l'imaging cerebrale infantile registrava l’attività cerebrale.

Ogni zona ha dato una risposta diversa, facendo illuminare aree differenti del cervello e sicuramente le labbra sono risultate molto importanti. È ovvio che la mappa cerebrale non ho nulla a che vedere che l’uso consapevole del proprio corpo, ma dimostra che il bimbo è una macchina perfettamente programmata.

PROSEGUI LA LETTURA

Neonati di 2 mesi già consapevoli del proprio corpo é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 11:00 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Il fumo passivo è pericoloso per cani e gatti? Fri, 20 Jul 2018 10:00:32 +0000 http://www.petsblog.it/post/141582/fumo-passivo-pericoloso-cani-gatti-veterinario-petsblog http://www.petsblog.it/post/141582/fumo-passivo-pericoloso-cani-gatti-veterinario-petsblog Dottoressa Veterinaria Manuela Dottoressa Veterinaria Manuela

Bulldog inglese con sigaro e cappello

Fumo passivo – Secondo uno studio del Center for Health Promotion and Disease Prevention di Detroit, in Michigan un fumatore su tre prenderebbe in considerazione l'idea di smettere di fumare una volta venuto a conoscenza del fatto che il fumo passivo danneggia anche il proprio cane o gatto, mentre un fumatore su dieci chiederebbe anche alle altre persone in casa che fumano di smettere di fumare per preservare la salute del proprio pet. Curioso come queste persone possano decidere di smettere di fumare per non danneggiare il loro animale da compagnia, mentre non lo fanno sapendo che danneggia le persone con cui convivono.

Fumo passivo, fumatori, cani e gatti

Ci sono numerosi studi che dimostrano come il fumo passivo crei danni alla salute sia all'uomo che agli animali, tuttavia non si sa molto su quanti proprietari di animali fumano o permettano ad altri di fumare in casa dove vivono i loro cani e gatti.

E' dimostrato che il fumo passivo nel cane e gatto è associato allo sviluppo di:

  • tumori ai linfonodi
  • tumori nasali
  • tumori polmonari
  • allergia
  • disturbi oculari
  • disturbi cutanei
  • problemi respiratori, ivi inclusa l'asma felina

Lo studio ha chiesto a 3293 proprietari di animali se erano a conoscenza dei rischi a cui sottoponevano il loro pet fumando in casa. Questi sono stati i risultati una volta che fumatori e non fumatori fossero venuti a conoscenza del fatto che il fumo passivo danneggiava i loro animali:

fumatori che avrebbero smesso
28.4%

non fumatori che avrebbero chiesto a conviventi fumatori di smettere
16.4%

fumatori che avrebbero smesso di fumare in casa, ma non fuori
14.2%

intervistati che avrebbero chiesto a conviventi fumatori di smettere
8.7%

Cosa vuol dire?

Prima di tutto che i fumatori dovrebbero essere consapevoli del fatto che il fumo passivo provoca malattie anche ai propri animali da compagnia: se si ha un gatto asmatico o un cane con bronchite cronica e si continua a fumare nell'ambiente dove il pet vive, non vi lamentate che non si riesce a curare o che i sintomi si ripresentano, se non vi decidete a smettere di fumargli in casa non risolverete nulla.

In secondo luogo che bisognerebbe sensibilizzare i fumatori nel corso di campagne sanitarie contro il fumo anche del fatto che il fumo passivo non danneggia solo le persone, ma anche gli animali. Non tutti in effetti lo sanno.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto |

Via | British Medical Journal

PROSEGUI LA LETTURA

Il fumo passivo è pericoloso per cani e gatti? é stato pubblicato su Petsblog.it alle 12:00 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Milan-Tas: ricorso accolto, rossoneri in Europa League Fri, 20 Jul 2018 12:29:33 +0000 http://www.calcioblog.it/post/737697/tas-sentenza-milan-rossoneri-riammessi-europa-league-20-luglio http://www.calcioblog.it/post/737697/tas-sentenza-milan-rossoneri-riammessi-europa-league-20-luglio Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

milan tas sentenza oggi

Milan: il Tas accoglie il ricorso dei rossoneri, che vengono di conseguenza riammessi in Europa League. Come confermano diversi organi di stampa, come Sky Sport e Premium Sport, il Tas di Losanna ha annullato la decisione dell’Uefa che escludeva il Milan dalle coppe europee. Lo stesso tribunale elvetico ha rinviato all’Uefa la decisione in merito ad una sanzione proporzionata nei confronti del club milanese, che comunque potrà partecipare all’edizione 2018-2019 dell’Europa League. Di seguito, il comunicato ufficiale:

Losanna, 20 luglio 2018 – Il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) ha emesso una decisione nel procedimento arbitrale tra l’AC Milan (Milan) e la Union Européenne de Football Association (UEFA) con riferimento all’appello depositato davanti al TAS dal Milan contro la decisione dell’Adjudicatory Chamber dell’UEFA Club Financial Control Body (UEFA CFCB) del 19 giugno 2018.

L’Adjudicatory Chamber dell’UEFA CFCB aveva riscontrato il mancato adempimento, da parte dell’AC Milan, del requisito del pareggio di bilancio (“break-even requirement”), previsto dagli articoli 58-63 del Regolamento UEFA sul Club Licensing and Financial Fair Play ed aveva, pertanto, decretato l’esclusione del Milan dalla prossima competizione UEFA per la quale si sarebbe, altrimenti, qualificato nelle due stagioni successive (ovvero la stagione 2018/19 o la stagione 2019/20).

Il 4 luglio 2018, il Milan ha depositato un appello presso il TAS, chiedendo l’annullamento della decisione del CFCB Adjudicatory Chamber. La procedura arbitrale è stata condotta da un Collegio del TAS composto dal Prof. Dr. Ulrich Haas (Germania), Presidente, e dai Sig.ri Pierre Muller (Svizzera) e Mark Hovell (Regno Unito), i quali, in data 19 luglio 2018, hanno tenuto un’udienza, alla quale entrambe le parti hanno partecipato, presso la sede del TAS a Losanna, Svizzera.

Il Collegio del TAS incaricato del procedimento arbitrale ha parzialmente accolto le istanze del Milan ed ha deciso quanto segue: - la decisione dell’Adjudicatory Chamber dell’UEFA CFCB del 19 giugno 2018 è confermata nella parte in cui stabilisce il mancato adempimento, da parte del Milan, del requisito del pareggio di bilancio; - la decisione dell’Adjudicatory Chamber dell’UEFA CFCB del 19 giugno 2018 è annullata nella parte in cui stabilisce l’esclusione Milan dalla prossima competizione UEFA per la quale si sarebbe, altrimenti, qualificato nelle due stagioni successive (ovvero la stagione 2018/19 o la stagione 2019/20); - il caso è rinviato all’Adjudicatory Chamber dell’UEFA CFCB per l’irrogazione di una sanzione disciplinare proporzionata.

Milan-Tas | Si attende la sentenza

La sentenza del Tas sul Milan per la riammissione dei rossoneri all'Europa League, o meno, è attesa per oggi 19 luglio 2018. Il verdetto, di ultimo grado, dei giudici del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, dovrebbe arrivare dopo le 18 ma in base alle ultime indiscrezioni di Sportmediaset potrebbe slittare anche di 24 ore, a domani.

Il Milan arriva al giorno della verità con qualche speranza in più rispetto alle scorse settimane perché la nuova proprietà, il fondo Elliott, è finanziariamente solida. Niente a che vedere con l'ingresso in società e l'opacità della (breve) gestione del successore di Silvio Berlusconi, il cinese Yonghong Li. Senza contare che i debiti dei rossoneri sono stati azzerati.

L'Hedge fund Elliot, dopo mesi di rumors, ha ufficializzato il passaggio del testimone con Li il 10 luglio scorso, con il favore di Silvio Berlusconi e dell'ex ad del Milan, oggi senatore FI, Adriano Galliani che non ha smesso di frequentare San Siro e di interessarsi alle vicende societarie del club.

Sentenza Tas-Milan Europa League, i rossoneri possono sperare?

Appuntamento questa mattina alle 10 al Tas di Losanna. Il fondo di Paul Singer al supremo organismo giudicante sportivo del vecchio continente ha già spiegato di voler

creare stabilità finanziaria e di gestione; ottenere successi di lungo termine per AC Milan cominciando dalle fondamenta, assicurandosi che il club sia adeguatamente capitalizzato; e condurre un modello operativo sostenibile che rispetti le regole della Uefa sul Financial Fair Play. Elliott è pienamente consapevole della sfida e dell’impegno che derivano dall’essere proprietari di un’istituzione così importante.

A rafforzare fisicamente questa volontà, nella delegazione del Milan giunta a Losanna oggi c'è anche Franck Tuil che rappresenta appunto il fondo Elliott. Lui e l'ad Fassone hanno presentato stamani la memoria difensiva focalizzandosi tra eguaglianza di trattamento rispetto ai precedenti analoghi e sul debito non più verso Elliott, cioè non verso terzi, ma verso l'azionista di maggioranza.

Il Milan aveva fatto ricorso al Tas contro il giudizio della Camera giudicante dell'Uefa che lo aveva escluso dall'Europa League per violazione delle regole del fair play finanziario nel periodo 2014-2017, in particolare per la violazione del pareggio di bilancio. Il collegio del Tribunale Arbitrale Sportivo si compone di tre giudici: uno è nominato dall'Uefa, si tratta del britannico Mark Hovell; uno è super partes, il tedesco Ulrich Haas; e uno è stato scelto dal Milan, Pierre Muller, svizzero (come svizzera è la sede del Tas).

Il Tribunale sportivo non accetta però una nuova documentazione quindi il Milan dovrebbe provare di non averla presentata prima per fatti non ascrivibili alla sua volontà o colpa, a pena di una decisione di inammissibilità delle nuove prove da parte dell'Uefa. Il collegio arbitrale non può però nemmeno aumentare le sanzioni.

Cosa e come può decidere il Tribunale di Losanna

La sentenza Tas sul Milan di oggi potrà risolversi in tre diverse decisioni: a) in una assoluzione del Club, spianando la strada all’Europa League 2018-2019, b) in un rigetto del ricorso; c) nell’invito all'Uefa ad alleggerire la pena. Se il collegio dirà sì al club, le carte saranno rinviate alla Camera investigativa dell’Uefa perché le violazione dei paletti del fair play finanziario non sarebbero comunque cancellate ma il Milan potrebbe accedere al Settlement Agreement e disputare la coppa pur con multe e restrizioni annesse.

Se la decisione dell’organismo di Losanna confermerà l’esclusione, la società rossonera potrà far capolino alla Camera investigativa soltanto tra un anno, mentre l’Atalanta verrebbe ammessa di diritto ai gironi e la Fiorentina ai preliminari dell'ex Coppa Uefa, per una decisione che riguarda, di fatto, tre città, tra squadre e tre tifoserie.

PROSEGUI LA LETTURA

Milan-Tas: ricorso accolto, rossoneri in Europa League é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 14:29 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Olimpiadi Invernali 2026: Torino e Milano dicono sì a candidature Thu, 19 Jul 2018 22:37:13 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/495406/olimpiadi-2026-torino-milano-dicono-candidature http://www.outdoorblog.it/post/495406/olimpiadi-2026-torino-milano-dicono-candidature Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

olimpiadi 2026 torino milano

Sono arrivati nella giornata di oggi i via libera alle candidature di Torino e Milano alle Olimpiadi Invernali e alle Paralimpiadi del 2026. Il consiglio comunale torinese, dopo un dibattito abbastanza acceso, ha dato il suo ok ma non all’unanimità: 22 i voti favorevoli, ossia quelli del Movimento 5 Stelle e di Noi con l’Italia, 8 gli astenuto (Pd, Moderati, Lista Civica per Torino e Lista Civica Morano) e un contrario (Uscita di Sicurezza). Assenti le consigliere pentastellate Daniela Albano e Marina Pollicino, non hanno partecipato al voto Eleonora Artesio (Sinistra) e Enzo Lavolta (PD).

"Abbiamo fatto passi avanti e a ogni passo avanti le minoranze hanno sollevato obiezioni per non assumersi responsabilità politiche - ha dichiarato il sindaco di Torino, Chiara Appendino, rivolgendosi alle opposizioni - . Non abbiamo paura di portare avanti il nostro progetto. Voi ce l'avete? Non ci sono più scuse, quella che andrà al Coni è la delibera di oggi".

Olimpiadi invernali 2026: il sì di Milano

Nella giornata di oggi è arrivato contestualmente il sì anche da parte del Consiglio comunale di Milano alla candidatura in vista delle Olimpiadi Invernali e Paralimpiadi del 2026. Nel capoluogo meneghino la votazione è andata decisamente meglio, con 36 voti favorevoli su 38 votanti. Il documento approvato in consiglio, promuove la candidatura di Milano anche nel caso in cui il Coni decidesse di rappresentare l’Italia con altre realtà territoriali, delle quali il capoluogo lombardo sarebbe capofila. Ecco il commento del primo cittadino Giuseppe Sala:

"Sono felice di ringraziarvi per l'appoggio, al di là di come andrà a finire è una vittoria per il Consiglio comunale. A Milano la solidarietà va con lo sviluppo". "È importate - ha aggiunto - che il Coni e il governo decidano in fretta, perché i costi sono inversamente proporzionali a quanto tempo hai, e se non si decide in fretta poi per organizzare un evento così si spende di più".

PROSEGUI LA LETTURA

Olimpiadi Invernali 2026: Torino e Milano dicono sì a candidature é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 00:37 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Indagato l'ex proprietario del Milan Yonghong Li Fri, 20 Jul 2018 13:44:03 +0000 http://www.calcioblog.it/post/737742/falso-in-bilancio-indagato-lex-proprietario-del-milan-yonghong-li http://www.calcioblog.it/post/737742/falso-in-bilancio-indagato-lex-proprietario-del-milan-yonghong-li Redazione CalcioBlog Redazione CalcioBlog

yonghong li indagato milan

L’ex proprietario del Milan, Yonghong Li, sarebbe indagato a Milano per l’ipotesi di reato di false comunicazioni sociali. È quanto riferisce il Corriere della Sera proprio nelle ore in cui il club rossonero, ormai passato nelle mani del fondo Elliott, vince il ricorso al Tas di Losanna contro l’Uefa e viene riammesso all’edizione 2018-2019 dell’Europa League.

Secondo quanto emerge dall’articolo del quotidiano meneghino, l’indagine riguarda solo Yonghong Li e non Silvio Berlusconi: in sostanza, nel mirino dei magistrati milanesi sarebbe finita l’opacità nei comunicati ufficiali, con i quali nel corso del tempo l’imprenditore cinese aveva dichiarato di poter far fronte agli impegni finanziari richiesti, puntualmente poi disattesi.

La Procura di Milano continua comunque ad acquisire documenti tra la sede del Milan e i consulenti che hanno lavorato all’operazione che ha portato il glorioso club nelle mani di un imprenditore cinese che non si è rivelato affidabile. Le domande che si pongono i magistrati sono: come mai Yonghong Li, dopo aver investito 698 milioni ha perso il club milanese per “soli” 32 milioni? E poi, perché non ha accettato le proposte che gli sarebbero giunte negli ultimi tempi per cedere la società?

PROSEGUI LA LETTURA

Indagato l'ex proprietario del Milan Yonghong Li é stato pubblicato su Calcioblog.it alle 15:44 di Friday 20 July 2018

]]>
0
Mercedes CLS 2018: la coupè di Stoccarda torna alle origini Fri, 20 Jul 2018 10:50:57 +0000 http://www.autoblog.it/post/916828/mercedes-cls-2018-ritorno-alle-origini-per-la-coupe-4-porte-di-stoccarda-prova-su-strada http://www.autoblog.it/post/916828/mercedes-cls-2018-ritorno-alle-origini-per-la-coupe-4-porte-di-stoccarda-prova-su-strada Alessio Macaluso Alessio Macaluso

Se è vero che ci sono auto che hanno inventato segmenti è altrettanto vero come tra queste ci sia senz’altro la Mercedes CLS. Era infatti il 2004 quando la casa di Stoccarda scelse di lanciare una berlina rigorosamente a quattro porte, derivata dalla Classe E, ma dal profilo “confondibile” con quello di una ben più sportiva coupé. Un esperimento decisamente riuscito quello della CLS che spinse molti altri brand a mettersi in competizione con l’ultima arrivata della casa della Stella, leggi tra tutte l’Audi A7 o la britannica Jaguar XF. Insomma, i tedeschi di Stoccarda hanno dato vita ad un segmento, quello delle “quattro porte coupé”, che nel giro di pochi anni si è fatto decisamente affollato. Oggi abbiamo quindi a che fare con la terza generazione di questo modello, dal look più sobrio rispetto alla CLS che va a sostituire e che per certi versi ci restituisce l’imprinting lanciato dalla prima, fortunatissima, “antenata” la bellezza di 14 anni fa. Scopriamo quindi com’è fatta e come va la nuova Mercedes CLS C350 D oggetto della nostra prova su strada. Il prezzo? 83.540 euro.

Mercedes CLS: com’è fatta


Le dimensioni della Mercedes CLS 2018 sono ovviamente prorompenti, per un centimetro manca i 5 metri di lunghezza, ma nonostante questo la sensazione che regala è quella di una lunga berlina “magra” e slanciata. Merito di questo è senz’altro la scelta delle matite tedesche, che per la nuova CLS hanno deciso di abbandonare gli orpelli fatti di nervature che appesantivano il design della precedente generazione. Le dimensioni esterne sono cresciute quindi, anche se la CLS resta tra i modelli a vantare tra le migliori “aerodinamiche” del segmento. Scheda tecnica alla mano si parla di un coefficiente Cx di 0,26 - un dato al quale si è arrivati in virtù delle tante ore trascorse nella galleria del vento. La CLS “originale” si rivede invece per la linea di cintura tesa, per quella piatta dei finestrini e il vano passeggeri ribassato.

I tratti della matita del designer, puliti e razionali, ci accolgono anche salendo a bordo della nuova Mercedes CLS 2018. L’interno è un trionfo di luce grazie alla nuova “illuminazione di atmosfera” declinabile su 64 colori e che coinvolge anche le bocchette di areazione a forma di turbina d’aeroplano. Stessa luce soffusa che abbiamo anche sotto le finiture e le modanature, quest’ultime in legno o fibra di carbonio in base a gusti ed allestimento scelto.  Ma la vera rivoluzione arriva probabilmente dall’omologazione: per la prima volta su una CLS arriva quella per cinque passeggeri, con tanto di schienali posteriori frazionabili in 40/20/40 - a spalancarsi su un bagagliaio dall’ottima capacità di 520 litri base.

Impossibile poi non notare la consolle di comando, di fatto riunita da due grandi schermi da 12,3 pollici che dicono addio al vecchio e tradizionale cruscotto a lancette. L’idea è avveniristica, facendo sentire chi siede al volante della Mercedes CLS come il comandante di una navicella spaziale, pertanto - è richiesta un po’ di pratica prima di prendere confidenza con la sfilza di comandi e impostazioni gestibili. Entrambi gli schermi sono brillanti, ad alta risoluzione e consentono d’impostare la plancia digitale con tre differenti stili di visualizzazione: “classico”, “sportivo” e “moderno". Rivoluzionari sono poi i tasti “touch” a sfioramento incastonati nello sterzo. 

Mercedes CLS: motori e sistemi di sicurezza


Per il capitolo motorizzazioni la nuova CLS conta al momento su quattro unità, tre diesel ed una benzina con sistema EQ Boost, “simil-ibrido” a 48V. Per il gasolio si parte dal 2.0 della 300d da 245 CV e 500 Nm - per passare ai cuori “tremila”: dalla 350d da 286 CV e 600 Nm alla la 400d da 340 CV e 700 Nm. Per la versione benzina parliamo invece della CLS 450 da 367 CV (più i 22 del sistema EQ). Tutti i motori sono abbinati alla trazione integrale Mercedes 4Matic e alla trasmissione automatica a nove marce 9G-Tronic, tranne per il meno potente dei diesel che viaggia solo con trazione posteriore.  

Per chi ama "osare" davvero c’è ovviamente la CLS 53 AMG! Anche in questo caso parliamo di un motore benzina da 3 litri di cilindrata, ma da ben 435 CV di potenza. Per lei la scheda tecnica parla di una velocità massima di 250 Km/h rigorosamente autolimitati, passando da un’accelerazione da 0 a 100 Km/h chiusa in 4,5 secondi. Proprio quest’AMG è probabilmente il miglior modo per comprendere quanto siano stati resi più efficienti i motori Mercedes: con le percorrenze medie che parlano di addirittura oltre 11 Km per litro di benzina, numeri impensabili fino a poco tempo fa su auto di questo tipo. Per i dati tecnici delle altre motorizzazioni vi rimandiamo invece alla fine dell’articolo al capitolo “Scheda Tecnica”.

Ma la Mercedes CLS di quarta generazione è anche un trionfo di tecnologia, con uno sguardo ormai sempre più rivolto alla “guida autonoma” che verrà. Decisamente ampio e ricco è quindi il pacchetto di assistenza alla guida che tra l’altro sa adeguarsi anche al tipo percorso previsto. Vero, viaggiare da una parte all’altra del mondo leggendo il giornale non è ancora possibile, ma è altrettanto vero che con questa CLS si possono percorrere molti chilometri tenendo semplicemente le mani sul volante, e nulla più.

Il sistema di assistenza che si occupa della regolazione della distanza, il Distronic, insieme a quello di assistenza allo sterzo ci aiutano non solo a mantenere la distanza di sicurezza, ma anche a sterzare - con la velocità regolata automaticamente sia in curva che prima di rotonde o incroci. Per il capitolo comfort - sempre in salsa tecnologica, debuttano le "azioni vocali" estese ad un numero maggiore di funzioni: è ad esempio possibile “chiedere” alla nostra CLS di regolare la temperatura del clima o del riscaldamento dei sedili, di variare la colorazione delle luci interne o “richiedere” un massaggio ai sedili!  

mercedes-cls-2018-sedili.jpg

Già, i sedili meritano un paragrafo a parte della nostra prova! Si chiamano Multicontour ed averli fa lievitare il prezzo di quasi 2 mila Euro, ma già che ci siete “perché no” verrebbe da dire. Non solo offrono svariati tipi di massaggio, ma sono anche “contenitivi on demand”, cioè con i fianchi laterali che si gonfiano nella zona destra o sinistra in base al tipo di curva percorsa per trattenere meglio i passeggeri. 

Mercedes CLS: come va


E’ chiaro, al volante della Mercedes CLS ci si diverte, e anche parecchio, ma è sicuramente il comfort a dettare legge. Qualsiasi asperità del manto stradale è mitigata dalle sospensioni, fin da quelle di serie, mentre non c’è dosso o asfalto irregolare "che tengano" nel caso si scelga di aggiungere alla lista dei desideri le sospensioni ad aria, altri 2.300 Euro circa. AMG a parte che "passeggia" su un’altro pianeta, la nostra preferita si è dimostrata la 350d. Già, una CLS con motore diesel, che tra l’altro è un'unità decisamente vivace anche se non è la più potente tra quelle proposte da Mercedes-Benz. I cavalli a scalpitare sono 340 per una coppia di 600 Nm che arriva "prima di subito", praticamente a fil di gas ad appena 1.200 giri.