it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Sat, 16 Dec 2017 16:46:54 +0000 Sat, 16 Dec 2017 16:46:54 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Brexit, la seconda fase delle trattative - VIDEO Sat, 16 Dec 2017 10:40:21 +0000 http://www.polisblog.it/post/388219/brexit-al-via-la-seconda-fase-delle-trattative-video http://www.polisblog.it/post/388219/brexit-al-via-la-seconda-fase-delle-trattative-video Daniele Particelli Daniele Particelli

I negoziati per l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, la cosiddetta Brexit, possono passare alla seconda fase. Lo ha confermato ieri il Consiglio Europeo che, dopo il parere positivo della Commissione UE dello scorso 8 dicembre, ha sottolineato i "sufficienti progressi" fatti in materia e autorizzato di fatto il proseguo delle trattative.

I 27 leader europei si sono detti convinti che nella seconda fase si potranno fare dei progressi "solo nella misura in cui tutti gli impegni assunti durante la prima fase siano pienamente rispettati e tradotti fedelmente in termini giuridici nel più breve tempo possibile":

Il Consiglio europeo accoglie con favore i progressi compiuti durante la prima fase dei negoziati, quali indicati nella comunicazione della Commissione e nella relazione congiunta, e decide che sono sufficienti per passare alla seconda fase, che concerne la transizione e il quadro delle future relazioni. Invita il negoziatore dell'Unione e il Regno Unito a completare i lavori in merito a tutte le questioni relative al recesso, comprese quelle non ancora affrontate nella prima fase, in conformità degli orientamenti del Consiglio europeo del 29 aprile 2017, a consolidare i risultati ottenuti e ad avviare l'elaborazione delle parti pertinenti dell'accordo di recesso.

Questa seconda fase si preannuncia la più dura. Dopo, infatti, aver raggiunto un accordo su tre punti importanti, la trattativa andrà a definire i futuri rapporti tra il Regno Unito e l'Unione Europea, a cominciare dai dettagli del periodo di transizione di due anni che partirà, salvo ritardi, il 29 marzo 2019, giorno in cui la Gran Bretagna lascerà formalmente l'UE, pur continuando a rispettare le leggi e goderne dei benefici fino al 29 marzo 2021.

Il Consiglio Europeo, in vista di questa seconda fase che inizierà immediatamente, ha pubblicato ieri le proprie linee guida:


  • Il Consiglio europeo ribadisce il desiderio di instaurare uno stretto partenariato tra l'Unione e il Regno Unito. Sebbene un accordo sulle future relazioni possa essere messo a punto e concluso solo una volta che il Regno Unito sia diventato un paese terzo, l'Unione sarà pronta ad avviare trattative preliminari e preparatorie con l'obiettivo di individuare una visione globale del quadro delle future relazioni, una volta adottati orientamenti aggiuntivi a tal fine. Tale visione dovrebbe essere elaborata in una dichiarazione politica che accompagni l'accordo di recesso e a cui quest'ultimo faccia riferimento.

  • L'Unione prende atto che il Regno Unito ha dichiarato l'intenzione di non partecipare più all'unione doganale e al mercato unico dopo la fine del periodo di transizione e il Consiglio europeo modulerà il suo approccio in materia di scambi e cooperazione economica alla luce di questa posizione in modo da assicurare un equilibrio di diritti e obblighi, mantenere la parità di condizioni, evitare di perturbare le relazioni esistenti con altri paesi terzi e rispettare tutti gli altri principi stabiliti nei suoi orientamenti del 29 aprile 2017, in particolare la necessità di preservare l'integrità e il corretto funzionamento del mercato unico.

  • Il Consiglio europeo ribadisce la sua disponibilità a instaurare partenariati in settori non collegati agli scambi e alla cooperazione economica, in particolare la lotta al terrorismo e alla criminalità internazionale, come pure la sicurezza, la difesa e la politica estera.

  • Il Consiglio europeo continuerà a seguire da vicino i negoziati e adotterà orientamenti aggiuntivi a marzo 2018, in particolare per quanto riguarda il quadro delle future relazioni. Invita il Regno Unito a fornire maggiore chiarezza in merito alla sua posizione rispetto al quadro delle future relazioni. Il Consiglio europeo invita il Consiglio (Articolo 50), unitamente al negoziatore dell'Unione, a proseguire le discussioni preparatorie interne, anche per quanto concerne la portata del quadro delle future relazioni.

BRUSSELS, BELGIUM - DECEMBER 15:  President of the European Council Donald Tusk speaks during the final press conference at the end of the European Union leaders summit at the European Council on December 15, 2017 in Brussels, Belgium. The European Council summit is meeting for two days to discuss issues related to Brexit, defence, education, immigration and foreign policy.  (Photo by Dan Kitwood/Getty Images)

PROSEGUI LA LETTURA

Brexit, la seconda fase delle trattative - VIDEO é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:40 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Indonesia, terremoto di magnitudo 6.5 a Giava - Video Sat, 16 Dec 2017 09:55:27 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589803/indonesia-terremoto-di-magnitudo-6-5-a-giava http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589803/indonesia-terremoto-di-magnitudo-6-5-a-giava Daniele P. Daniele P.

Tre persone hanno perso la vita e altre 7 sono rimaste ferite in seguito al forte terremoto che ha colpito ieri la zona occidentale dell'isola di Giava, in Indonesia, con epicentro localizzato nei pressi della città di Cipatujah, a una profondità di 91 chilometri.

La scossa, di magnitudo 6.5, è stata avvertita in tutta l'isola e la conseguente allerta tsunami è fortunatamente rientrata poche ore dopo. Diversi gli edifici crollati o danneggiati in prossimità dell'epicentro, compresi alcuni ospedali. Due persone sono morte in seguito al crollo di un'abitazione a Ciamis, mentre un'altra è deceduta a Pekalongan.

Almeno 70 pazienti ricoverati nell'ospedale di Banyumas sono stati trasferiti in rifugi di emergenza.

Nelle ore successive, quando l'allerta tsunami era rientrata, i cittadini sono tornati nelle loro abitazioni e la situazione è lentamente tornata alla normalità.

Residents gather outside their apartment blocks in Jakarta on early December 16, 2017, following after a strong earthquake measuring 6.5 on the Richter scale.  A strong 6.5 earthquake rocked southern Indonesia near the island of Java late in the evening of December 15, the US Geological Survey said, prompting panic among people including in the capital Jakarta.   / AFP PHOTO / DESSY SAGITA        (Photo credit should read DESSY SAGITA/AFP/Getty Images)

PROSEGUI LA LETTURA

Indonesia, terremoto di magnitudo 6.5 a Giava - Video é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:55 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
California: coinvolti oltre 100.000 ettari di terreno Sat, 16 Dec 2017 09:30:53 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589377/california-incendi-nel-sud-dello http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589377/california-incendi-nel-sud-dello Daniele P. Daniele P.

16 dicembre 2017 - L'ondata di incendi in California non accenna a fermarsi e il cosiddetto Thomas Fire, come è stato ribattezzato dalla stampa statunitense, sta devastando da giorni i dintorni di Los Angeles, un'area di oltre 100 mila ettari che va dalla contea di Ventura alla zona di Santa Barbara e Montecito, dove la situazione rischia di precipitare nelle prossime ore.

Tutte le zone già interessate dalle fiamme e quelle in prossimità sono state prontamente evacuate, ma i vigili del fuoco hanno precisato che le prossime 24 ore saranno cruciali: dipenderà tutto dalla forza dei venti e dove spingeranno le fiamme.

In queste ultime ore, a titolo preventivo, i vigili del fuoco hanno deciso di appiccare incendi nelle zone in cui le fiamme potrebbero giungere nelle prossime ore, così da arrestarle una volta arrivate lì dove tutto è già stato dato alle fiamme, come nel caso delle colline sopra Montecito, Summerland e Carpinteria. Una decisione drastica, ma finalizzata a limitare il potenziale dei danni: fiamme controllate fanno chiaramente meno danni di fiamme che procedono senza controllo spinte e fomentate dei venti.

Ieri, venerdì 15 dicembre, è stato l'undicesimo giorno consecutivo di incendi. Il Thomas Fire, con la sua forza distruttiva, è già tristemente salito alla quarta posizione degli incendi più brutali e violenti nella storia recente della California.

incendi-california.jpg

8 dicembre 2017 - Il sud della California continua a bruciare e il numero delle persone evacuate è salito a oltre 200 mila, con ben 5 mila vigili del fuoco impegnati su più fronti nel tentativo di domare le fiamme.

In queste ultime ore un nuovo focolaio è esploso a nord di San Diego, mentre anche alle porte di Los Angeles la situazione è drammatica: una scuola su quattro è stata chiusa fino a nuovo ordine, così come il celebre museo Getty di Los Angeles ha deciso di restare chiuso per i prossimi giorni, precisando però di non aver ancora rimosso alcuna opera d'arte esposta - da Leonardo Da Vinci a Van Gogh - in quanto i sistemi di filtraggio dell'aria sono all'avanguardia e in grado di proteggere i preziosi dipinti.

A rischio anche il quartiere residenziale di Bel Air, dove risiedono celebrità del calibro di Beyoncé ed Elon Musk. Alcune residenze sono ancora minacciate dalle fiamme e gli ospiti sono stati prontamente evacuati.

PROSEGUI LA LETTURA

California: coinvolti oltre 100.000 ettari di terreno é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 10:30 di Saturday 16 December 2017

]]> 0 Spagna, arrestato "Igor Il Russo" dopo una sparatoria Fri, 15 Dec 2017 10:38:07 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589782/spagna-arrestato-il-latitante-igor-il-russo http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589782/spagna-arrestato-il-latitante-igor-il-russo Daniele P. Daniele P.

igor-il-russo.jpeg

Norbert Feher, l'assassino ricercato da mesi per l'omicidio del barista di Budrio Davide Fabbri e della guardia volontaria Valerio Verri, è stato arrestato a Saragozza, in Spagna, dopo un conflitto a fuoco con degli uomini della Guardia Civil.

Feher, ribattezzato dalla stampa italiana "Igor il Russo", sarebbe riuscito ad uccidere altre tre persone, tra le quali due uomini della Guardia Civil, prima di venir bloccato e condotto in carcere. Sarebbero state le autorità italiane, contattate da quelle spagnole, a confermare l'identità dell'uomo, ricercato dal maggio scorso in Italia per il duplice omicidio di Budrio.

L'uomo, il cui identikit era stato segnalato anche alle autorità spagnole, era noto da anni alle forze dell'ordine italiane: era finito a processo per tre rapine commesse nell'estate del 2015 insieme a due complici, Ivan Pajdek e Patrik Ruszo, condannati rispettivamente a 15 e 14 anni di carcere con rito abbreviato.

PROSEGUI LA LETTURA

Spagna, arrestato "Igor Il Russo" dopo una sparatoria é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:38 di Friday 15 December 2017

]]>
0
Melegatti: scatta la cassa integrazione Wed, 13 Dec 2017 09:55:12 +0000 http://www.soldiblog.it/post/122853/melegatti-scatta-la-cassa-integrazione http://www.soldiblog.it/post/122853/melegatti-scatta-la-cassa-integrazione re.mar. re.mar.

melegatti in cassa integrazione

Cassa integrazione in Melegatti scongiurata. A spiegarlo è il quotidiano veronese L'Arena. La decisione per la storica azienda produttrice del pandoro è arrivata ieri sera dopo il vertice con le parti sociali e i commissari del tribunale.

I dipendenti stabbi di Meleggati, circa 70 persone, "proseguiranno il lavoro", ha spiegato Maurizio un soddisfatto Tolotto, sindacalista della Fai Cisl il quale ha aggiunti che dopo "un lungo confronto per verificare le possibilità, è stata assicurata continuità anche ai 14 tempi determinati".

I lavoratori della Melegatti potranno perciò tornare a lavoro già tra qualche giorno, dalla seconda metà di dicembre in poi. Per incrementare le vendite si sta pensando anche pensando di produrre altri 5 mila dolci di Natale per lo spaccio dello stabilimento di San Giovanni Lupatoto.

Melegatti: scatta la cassa integrazione

13 dicembre 2017

Natale amaro per i dipendenti della Melegatti, storica azienda veronese fondata dall’inventore del pandoro, il pasticcere Domenico Melegatti, nel 1894. Scatta oggi la cassa integrazione per i lavoratori, con società e sindacati che stanno facendo di tutto per allontanare lo spettro del default. La cassa integrazione è prevista al posto delle ferie, già usate in passato quando l’azienda restava chiusa.

Cassa integrazione in Melegatti


Come riferisce Adnkronos Paola Salvi, segretario generale della Flai Cgil, commenta: “Grazie a tutti della solidarietà e collaborazione. Abbiamo fatto ciò che potevamo. Ora speriamo che tutto vada per il meglio". Dalla pagina Facebook "Salviamo il pandoro Melegatti" si informa che "La campagna social per la vendita di pandori e panettoni, oltre un milione e mezzo, è andata bene, 'sono letteralmente andati a ruba', e per questo ringraziamo tutti per la straordinaria solidarietà il prossimo step è Pasqua. Ancora non siamo salvi, ma sulla buona strada".

Il 7 novembre dopo la presentazione in tribunale della proposta di ristrutturazione del debito, il rischio fallimento per l'azienda ha cominciato a concretizzarsi. Ecco perché anche se: "Il primo obiettivo è stato raggiunto (…)non siamo fuori dal guado” prosegue a dire la sindacalista. Mentre si aspetta quindi la campagna pasquale lo stipendio dei dipendenti di novembre è stato pagato insieme a parte di quello di dicembre, all’appello mancano ancora i salari di agosto, settembre e ottobre.

PROSEGUI LA LETTURA

Melegatti: scatta la cassa integrazione é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 10:55 di Wednesday 13 December 2017

]]>
0
Il rally Bitcoin agevola Ethereum e Litecoin Thu, 14 Dec 2017 07:19:30 +0000 http://www.soldiblog.it/post/63447/bitcoin-cosa-sono-e-come-funzionano http://www.soldiblog.it/post/63447/bitcoin-cosa-sono-e-come-funzionano re.mar. re.mar.

La febbre da Bitcoin si estende anche ad altre, meno note, criptovalute concorrenti che hanno toccato nelle ultime ore quotazioni da record.

Ethereum, prima rivale di Bitcoin, e la meno conosciuta Litecoin sono state protagoniste nella giornata di ieri di consistenti rialzi, con la prima che ha superato per la prima volta i 600 dollari (+30% in 24 ore, dati Coinbase) e la seconda cresciuta addirittura del 90% per toccare quota 365 dollari, il quadruplo rispetto a sette giorni fa.

In questo quadro il valore complessivo delle criptovalute, comprese quelle derivate dal Bitcoin, sale per la prima volta oltre i 500 miliardi di dollari.

Ethereum, come ricorda l'Ansa, è stata creata nel 2015 da un programmatore russo-canadese, Vitalik Buterin. Si tratta della seconda criptovaluta globale per un valore di mercato pari a 65,6 miliardi di dollari secondo le quotazioni di Coinmarketcap.com.

Bitcoin in borsa col botto: futures a 18.850 $

11 dicembre 2017

Attese della vigilia mantenute: la corsa del Bitcoin che prosegue senza freni con il suo debutto su una piazza borsistica mondiale. I futures sui contratti di gennaio della criptovaluta sono balzati a quota 18.850 dollari sul Cboe Futures Exchange di Chicago, con il sito del Chicago Board options exchange andato inizialmente in tilt per gli elevati scambi e l'alta valatilità.

Le contrattazioni avevano aperto in area 15.000 dollari, poi gli scambi del nuovo future sulla criptovaluta sono aumentati alla velocità della luce.

Quando in Italia era circa mezzanotte, le diciotto del pomeriggio a New York, Bitcoin aveva raggiunto quota 14.890 dollari, dopo essere schizzato a quota 16.150 dollari per poi rintracciare e attestarsi sui 15.680 dollari. Sul Nasdaq i futures sul Bitcoin dovrebbero debuttare entro metà gennaio 2018.

Cosa sono i futures? Un future è un contratto derivato negoziato su mercati regolamentati con cui le parti, acquirente e venditore, si scambiano una certa quantità di una data attività finanziaria o reale, attività chiamata sottostante, a un prezzo prefissato e con liquidazione differita a una data futura prestabilita, con una prestazione a scadenza.

Rally Bitcoin: sfonda quota 16.000 dollari

Sydney Pub To Accept Bitcoin Virtual Currency

8 dicembre

Prosegue inarrestabile il rally Bitcoin, con le quotazioni della criptovaluta che hanno superato ieri i 16.000 dollari, per la precisione il picco massimo è stato di 16.064 dollari.

Negli ultimi trenta giorni il valore è salito di oltre il 50% mentre da inizio 2017 le quotazioni Bitcoin sono cresciute del 1300%. Se la bolla speculativa Bitcoin esploderà, come sostengono da tempo molti analisti, sui mercati potrebbe abbattersi una nuova tempesta finanziaria ma intanto negli Stati Uniti a breve potranno anche essere scambiati i future sulla criptovaluta.

L’ultima impennata delle quotazioni Bitcoin è arrivata in scia all’annuncio da parte della Borsa di Sydney, sull’introduzione del Blockchain, ovverosia quella tecnologia che rende possibile gli scambi con il bitcoin, per le transazioni azionarie.

La start-up Digital Asset Holdings, con a capo l’ex banchiera di Jp Morgan Blythe Masters, fornirà la tecnologia alla borsa australiana, promettendo di ridurre i costi e di rafforzare la sicurezza e la trasparenza delle transazioni.

Bitcoin da record a quota 10.000 $

29 novembre 2017

Nuovo record per il Bitcoin nella notte la moneta virtuale ma dal valore reale ha superato per per la prima volta della sua (breve) storia quota 10.000 dollari USA, per un guadagno del 25% solo nell'ultima settimana, per poi calare nella mezz'ora successiva di oltre l'8% (a quota 10.124 dollari).

La brusca discesa conferma i timori dei detrattori del Bitcoin sulle sue oscillazioni di rilievo e repentine, anche nel breve periodo, andamenti invece spiegati dai sostenitori della criptovaluta con fattori quali la sua giovane economia, la sua stessa natura e a per cause legate ai cosiddetti mercati illiquidi.

Fatto sta che l'ultimo massimo raggiunto nella notte porta il Bitcoin a quota 10.831 dollari, per una crescita pari al 10% circa in sole 24 ore come rileva CoinDesk.

Bitcoin sfondano quota 6000 dollari

23 ottobre 2017

Bitcoin inarrestabili. Nuovo record storico per il valore reale della giovane moneta virtuale (nata nel 2009) che ha sfondato in queste ore quota 6.000 dollari USA. La criptovaluta ha fatto registrare un aumento del 500% da inizio 2017. Il tutto per un valore superiore ai 100 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato, più di giganti della finanza come la banca d'affari americana Goldman Sachs per intenderci.

Le autorità cinesi e coreane hanno potuto solo tamponare la speculuzione bitcoin, riuscendo a riportare per breve tempo, nelle scorse 5-6 settimane, la criptovaluta sotto i 4.000 dollari. Chi ha investito in Bitcoin a inizio anno ha cresciuto il suo portafoglio di otto volte.

Ricordiamo i Bitcoin non vengono emessi da nessun istituto o banca centrale ma direttamente dai singoli utenti tramite complicati algoritmi. Ma quali sono i motivi dell'ascesa della cripto valuta?

Gli analisti non sono concordi, tra chi parla di una imprevista assenza di contanti in Zimbabwe e chi di rialzo delle commissioni per chi fa trading. Di certo c'è un timore e cioè che la bolla speculativa esploda lasciando i segni.

Ora il mondo finanziario guarda con attenzione a dopodomani 25 ottobre quando un update di software porterebbe alla nascita di Bitcoin Gold, con possibile scissione gli investitori: anche questa potrebbe essere una ragione alla base dell'ultimo repentino rally bitcoin.

Bitcoin: cosa sono e come funzionano

25 gennaio 2014

Anche in Italia si comincia a parlare di regolamentazione dei Bitcoin, quando in realtà, vista la loro scarsa diffusione, non servirebbe. Parte da questa considerazione un articolo di qualche giorno fa sulla moneta elettronica virtuale scritto da Francesco Vatalaro sul fattoquotidiano.it.

Il docente di Telecomunicazioni (a Roma Tor Vergata) trae spunto dall’emendamento presentato di recente dal deputato di Sel Sergio Boccadutri che vorrebbe appunto regolare anche nel nostro Paese l’utilizzo di questa nuova tecnologia.

Secondo Vatalaro così facendo si cadrebbe ancora una volta:

“nell’eccesso di attività legislativa e regolatoria. Nella fattispecie del Bitcoin, infatti, l’emendamento proposto sembra più che altro volto ad estendere a questo pseudo-conio lenorme restrittive sulla circolazione del contante. Sempre che Bitcoin possa considerarsi (solo) una moneta, prima di pensare al quadro normativo, ci si dovrebbe chiedere quale sia la sua effettiva rilevanza in Italia: la community che gli ruota intorno si compone al massimo di qualche centinaio di giovani entusiasti (a Roma si riuniscono in un bar del Quartiere Balduina), mentre gli esercizi che accettano bitcoin per i loro servizi sono poche unità (sempre a Roma, un piccolo hotel nel Quartiere Trieste). Non molto più di questo, ancora”.

Quindi è (ancora) inutile regolamentarli? Sicuramente è preoccupante che in parlamento non si conoscano nei dettagli i termini della questione, ma a nostro modesto avviso il problema non è tanto l’eccesso di normativa ad affliggere il nostro Paese, ma l’eccesso di cattiva normativa.

È bene che si cominci a parlare di regolamentazione dei Bitcoin. Sarà pure presto per l'Italia, ma della moneta virtuale creata su internet ce ne sono centinaia di milioni (reali) in giro per la rete e i margini di guadagno fin qui assicurati da Bitcoin sono da capogiro: il valore della moneta che si conia via web è cresciuto finora in modo esponenziale.

Ce n'è abbastanza per avviare un percorso normativo anche in Italia. L’importante è che si conosca, e bene, quello che si intende sottoporre a vincolo di legge.

Ma da dove spuntano fuori, cosa sono e come funzionano i Bitcoin? Vediamo.

Cosa c'è da sapere sui Bitcoin

Sydney Pub To Accept Bitcoin Virtual Currency

Cominciamo dalla definizione che ne dà il sito ufficiale:

Bitcoin usa la tecnologia peer-to-peer per non operare con alcuna autorità centrale o banche; la gestione delle transazioni e l'emissione di bitcoin viene effettuata collettivamente dalla rete. Bitcoin è open-source; la sua progettazione è pubblica, nessuno possiede o controlla Bitcoin e ognuno può prendere parte al progetto. Attraverso alcune delle sue uniche proprietà, Bitcoin permette utilizzi entusiasmanti che non potrebbero essere coperti da nessun altro sistema di pagamento precedente.

Cioè? Bitcoin è innanzitutto un software che si basa su una concatenazione certificata e cronologica in un libro mastro digitale unico e ubiquitario di una sequenza completa di “transazioni”.

Detta più volgarmente i bitcoin sono dei file criptati che contengono informazioni del possessore, cioè di colui che "conia" la moneta virtuale che poi può essere usata per compravendite online, alla faccia di banche e carte di credito/pagamento. Per "battere" bitcoin bisogna perciò scaricare il software open source che gestisce le transazioni.

Con la "criptovaluta" Bitcoin (codice: BTC o XBT) si indica dunque sia il software anonimo e open source progettato per implementare il protocollo di comunicazione sia la rete peer-to-peer che ne deriva.

Il genio (o il gruppi di geni) che ha inventato questo software nel 2008 è conosciuto, si fa per dire, con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

Come funziona praticamente? Abbiamo detto che Bitcoin è un sistema per produrre e scambiare la moneta virtuale con il software apposito che funziona sulla base di un protocollo peer-to-peer, simile ai sistemi utilizzati per scaricare e condividere i file online in cui ogni computer diventa un nodo della rete come gli altri: è in questa fase che avvengono “conio” della moneta e transazioni. Non c’è nessuna banca centrale, nessun tracciabilità dei "movimenti" e nessuna gabella da pagare.

Come viene coniato un bitcoin? Si tratta d'un processo informatico lungo e complesso, il cosiddetto mining (cioè estrazione). Funziona così: la rete Bitcoin genera e distribuisce moneta in modo casuale a intervalli regolari a chi ha il software attivo sul proprio computer. Semplificando, i computer collegati, anelli della rete, ogni tot di tempo sono sottoposti a un problema crittografico di difficile soluzione, che richiede uno smisurato numero di prove per venirne a capo.

Il calcolo viene fatto dal software seguendo input casuali generati dal protocollo: intervalli variabili viene immesso il problema da risolvere nella rete e il computer che per primo trova una soluzione fa partire un avviso per gli altri con la richiesta di avere la proprietà di un nuovo blocco di Bitcoin. Ecco pronto il nuovo conio.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Quanto vale un Bitcoin?

Las Vegas Casino Accepts Bitcoin Currency

Dai 200 dollari per unità dell’aprile scorso, oggi un Bitcoin vale 850 dollari (621 euro). A fine di marzo 2013, il valore totale dei Bitcoin in circolazione oltrepassava il miliardo di dollari. Per il mining c’è un tetto massimo: quando saranno stati coniati 21 milioni di pezzi, entro una trentina di anni, il processo si arresterà automaticamente.

Come si entra in possesso dei Bitcoin e come si spendono? Si acquistano come visto tramite estrazione o comprando con moneta reale sui siti di scambio della valuta virtuale come Mt.Gox, che da solo gestisce più del 70% delle transazioni. O ancora si possono ottenere come pagamento per vendite o servizi. Ogni transazione effettuata con Bitcoin non può essere invertita ma solo rimborsata dalla persona che riceve il pagamento.

I propri Bitcoin possono essere depositati su un portafoglio virtuale, come Coinbase, per poi fare acquisti online sui siti (in continuo aumento dai casinò a chi vende armi) che accettano questo tipo di valuta o presso esercenti fisici che hanno esposto il marchio Bitcoin vicino a quello delle carte di credito.

Il portafoglio virtuale ha ovviamente una chiave privata affinché ciascun pagamento sia autorizzato effettivamente dal proprietario di un certo conto Bitcoin. Gli indirizzi, sequenza casuale di oltre 30 lettere e numeri da usare nelle transazioni, garantiscono il massimo anonimato quando si fanno acquisti e scambi.

I Bitcoin hanno anche l’indirizzo “pubblico” di chi li detiene: avvenendo le transazioni sempre sulla base della crittografia, se A vuole trasferire soldi a B, sostituisce il suo indirizzo con quello di B sulle monete e conferma l’operazione con la chiave privata. Le transazioni sulla rete peer-to-peer prima di essere accettate vanno sempre convalidate dai computer della "catena" Bitcoin. I pagamenti sono completamente anonimi e senza nessuna spesa o commissione.

Secondo i detrattori, tutto ciò rende i Bitcoin la moneta e il sistema di pagamento ideali per gli acquisti di droga e armi, per foraggiare i terroristi di ogni dove e finanziare qualsiasi genere di operazione illegale. Ma attenzione Bitcoin non è anonima, anonimi sono gli inventori del software. Il codice su cui è basata è pubblico e aperto. Ogni transazione viene registrata pubblicamente e permanentemente sulla rete, il bilancio e le transazioni di qualunque indirizzo Bitcoin sono sempre consultabili, specificano sul sito ufficiale della moneta che esiste solo su internet.

Certo il prezzo di un bitcoin può oscillare anche di molto in un breve periodo a causa della “sua giovane economia, della sua natura nuova, e qualche volta a causa dei mercati illiquidi” spiegano ancora dal sito ufficiale. Bitcoin non è di sicuro il posto giusto per conservare i propri risparmi, è un tipo di investimento molto rischioso ma che può anche essere molto remunerativo. Si pensi che a febbraio 2013 una unità valeva 30 dollari Usa contro gli 850 e rotti di oggi.

Non crede nel pericolo d'una bolla speculativa Bitcoin, il cui valore come detto è finora cresciuto esponenzialmente, Marc Andreessen, il cofondatore di Netscape e Mosaic, secondo cui il 2014 sarà l’anno dei Bitcoin come il 1993 fu quello di internet. Lui ci crede davvero: ha investito 50 milioni di dollari in nuove startup legate alla valuta virtuale.

(Nelle foto di pagina 1, un terminale usato in un pub di Sidney che accetta i pagamenti in Bitcoin e il simbolo della moneta virtuale sulla porta del locale. Nell'immagine di pagina 2 il Casinò di Las Vegas, dove i Bitcoin sono ammessi)

PROSEGUI LA LETTURA

Il rally Bitcoin agevola Ethereum e Litecoin é stato pubblicato su Soldiblog.it alle 08:19 di Thursday 14 December 2017

]]>
0
Maltempo nel reggiano: 2 milioni per primi interventi Fri, 15 Dec 2017 12:54:33 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589785/emergenza-maltempo-nel-reggiano-2-milioni-per-primi-interventi http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589785/emergenza-maltempo-nel-reggiano-2-milioni-per-primi-interventi A.S. A.S.

Continua l'emergenza maltempo nel reggiano dopo l'alluvione che, nei giorni scorsi, ha colpito diverse località delle province di Parma, Modena e Reggio Emilia, con le esondazioni del torrente Parma e dei fiumi Enza e Secchia, in particolare nel territorio di Brescello.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini ha fatto sapere di essere pronto a richiedere lo Stato di emergenza al premier Gentiloni. Previsto uno stanziamento di 2 milioni di euro per gli interventi di prima necessità.

La frazione di Santa Croce, di circa 1.000 abitanti, è stata interamente evacuata per precauzione, anche se non è allagata.

Sul posto stanno operando centinaia di volontari oltre ad almeno 370 Vigili del fuoco con mezzi speciali e uomini di esercito, Marina e 118 regionale. Presenti anche due elicotteri dell'Aeronautica militare, un EH101 e un HH139 del 15esimo Stormo di Cervia che durante i primi interventi hanno salvato una cinquantina di persone rimaste isolate, come questa bambina recuperata con il verricello dal tetto della sua abitazione.

L'Aeronautica ha dispiegato sul territorio anche un'unità radiomobile, una vera e propria torre di controllo campale, per la gestione del traffico dei diversi velivoli coinvolti nei soccorsi.

Video - Askanews

PROSEGUI LA LETTURA

Maltempo nel reggiano: 2 milioni per primi interventi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:54 di Friday 15 December 2017

]]>
0
Livorno, traffico di rifiuti pericolosi Fri, 15 Dec 2017 10:06:31 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589777/livorno-traffico-di-rifiuti-pericolosi http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/589777/livorno-traffico-di-rifiuti-pericolosi A.S. A.S.

Intercettazione shock da parte dei carabinieri del reparto forestale nell’ambito delle indagini su un presunto traffico di rifiuti pericolosi nel territorio toscano, in particolare nella provincia di Livorno, che ha interessato anche Abruzzo, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte.

Undici le persone fermate, 6 ai domiciliari e 5 in carcere, tutti manager e dipendenti di impianti di trattamento e aziende del settore smaltimento rifiuti, accusati di traffico di rifiuti illeciti e associazione a delinquere in danno alla Regione Toscana. Una cinquantina in tutto gli indagati.

Nelle intercettazioni al vaglio della Direzione distrettuale antimafia di Firenze si sentono due delle persone coinvolte parlare di una discarica nei pressi di una scuola e uno di loro, con cinismo raccapricciante dice: "che muoiano pure i bambini".

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i responsabili avrebbero smaltito abusivamente oltre 200mila tonnellate di rifiuti, anche pericolosi, provenienti da diverse regioni italiane, per un danno all’erario regionale toscano calcolato in circa quasi 4 milioni e mezzo di euro tra il 2015 e il 2016, a fronte di un guadagno stimato per le aziende coinvolte di oltre 26 milioni di euro.Nel mirino dei magistrati due importanti discariche della zona: la Rea di Rosignano Marittimo e la Rimateria di Piombino, entrambe a partecipazione pubblica.

tisana al tallio

PROSEGUI LA LETTURA

Livorno, traffico di rifiuti pericolosi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:06 di Friday 15 December 2017

]]>
0
SuperG femminile: Goggia seconda dietro la Vonn Sat, 16 Dec 2017 12:25:27 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/494537/superg-femminile-in-val-disere-sofia-goggia-seconda-dietro-a-lindsey-vonn http://www.outdoorblog.it/post/494537/superg-femminile-in-val-disere-sofia-goggia-seconda-dietro-a-lindsey-vonn Lucia Resta Lucia Resta

Si sono “svegliate” insieme due delle velociste più attese di questa stagione olimpica, vale a dire Lindsey Vonn e Sofia Goggia. Finora entrambe sono state autrici di prove abbastanza deludenti, non all’altezza della loro fama, ma oggi sono tornate. L’americana ha vinto il SuperG in Val d’Isère e l’azzurra si è piazzata dietro di lei a +0.31. A completare il podio la norvegese Ragnhild Mowinckel a +0.39.

In top ten troviamo anche un’altra azzurra, Johanna Schnarf, che ha chiuso a +0.82 e si è piazzata al sesto posto, mentre Federica Brignone ha ottenuto il 16° crono (+1.39), Anna Hofer il 21° (+1.61), Marta Bassino il 31° (+2.36), Elena Fanchini il 37° (+2.78), Nicol Delago il 40° (+3.43) e Federica Sosio il 41° (+3.66).

Alcune “big” non hanno concluso la prova, come Tina Weirather del Liechtenstein, vincitrice del SuperG di Lake Louise e terza in quello di St. Moritz. Tra le favorite, la svizzera Lara Gut ha chiuso al nono posto (+1.00), Michelle Gisin al decimo (+1.07) e Anna Fenninger al quindicesimo (+1.35). Jasmine Fleury, vincitrice a sorpresa a St. Moritz, oggi è arrivata solo 18° a +1.42.

Nella classifica di specialità Tina Weirather resta al primo posto con 160 punti davanti alla svizzera Jasmine Fleury che ne ha 149 e all’austriaca Nicole Schmidhofer con 130 punti. Johanna Schnarf è la migliore delle azzurre, quinta con 116 punti, incalzata da Sofia Goggia che è sesta con 109 a pari merito con Lara Gut.

In classifica generale comanda sempre l’inamovibile Mikaela Shiffrin, la fenomenale slalomista americana che quest’anno ha vinto anche in discesa, e che ha 521 punti, seguita dalla tedesca Viktoria Rebensburg con 412 e da Weirather con 294. La migliore azzurra nella generale è Sofia Goggia, che è ottava con 194 punti.

Queste le prime posizioni della classifica del SuperG in Val d'Isère:
Classifica SuperG femminile in Val d'Isère

PROSEGUI LA LETTURA

SuperG femminile: Goggia seconda dietro la Vonn é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 13:25 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Europei di Nuoto: i risultati delle batterie Sat, 16 Dec 2017 11:31:59 +0000 http://www.outdoorblog.it/post/494522/europei-di-nuoto-copenaghen-2017-i-risultati-delle-batterie-del-16-dicembre http://www.outdoorblog.it/post/494522/europei-di-nuoto-copenaghen-2017-i-risultati-delle-batterie-del-16-dicembre Lucia Resta Lucia Resta

Questa mattina sono arrivati ben dodici pass per le semifinali e finali per gli azzurri impegnati nella piscina da 25 metri della Royal Arena di Copenaghen nella quarta giornata degli Europei 2017.

Nelle batterie dei 50 delfino uomini Matteo Rivolta ha ottenuto il settimo tempo utile nuotando in 22” 93, Piero Codia il 13° in 23” 06 e dunque volano entrambi in semifinale, mentre Andrea Vergani, con il 37° crono (23” 72) è eliminato. Nei 50 dorso donne si sono qualificate alle semifinali sia Silvia Scalia, con il sesto tempo utile (26” 91), sia Elena Di Liddo con il 15° crono (27” 24), fuori invece Tania Quaglieri con il 18° tempo (27” 29).

Nelle batterie dei 100 stile libero maschili Luca Dotto si è qualificato alle semifinali addirittura con il primo tempo, nuotando in 46” 81, Lorenzo Zazzeri ha nuotato in 47” netti ed è passato con il terzo tempo, mentre Marco Orsi e Alessandro Miressi, pur avendo tempi utili per il passaggio del turno e cioè il sesto (47” 13) e il decimo (47” 35), sono stati eliminati perché non possono passare più di due atleti della stessa nazionalità.

Nei 100 farfalla donne sono passate sia Ilaria Bianchi, con l’ottavo tempo utile (57” 25), sia Elena Di Liddo con il decimo (57” 96). Nei 100 misti al maschile Marco Orsi si è qualificato alle semifinali con il secondo tempo utile nuotando in 52” 13, mentre Simone Geni è passato con il quinto tempo nuotando in 52” 74 che è il suo nuovo miglior personale, eliminato invece Thomas Ceccon con il 27° crono (55” 02).

Nei 200 misti al femminile Ilaria Cusinato si è qualificata alla finale con il secondo tempo utile, nuotando in 2’ 09” 91, mentre la staffetta mista dei 4x50 stile libero è qualificata alla finale con il quinto tempo utile, nuotando in 1’ 31” 50. Questi i parziali degli azzurri: Lorenzo Zazzeri 21” 42, Andrea Vergani 21” 82, Federica Pellegrini 24” 39 ed Erika Ferraioli 23” 87.

Questo dunque il programma del pomeriggio con le semifinali e finali in diretta su RaiSport dalle ore 17:
Semifinali 50 dorso donne con Silvia Scalia ed Elena Di Liddo
Semifinali 50 farfalla uomini con Matteo Rivolta e Piero Codia
Finale 100 rana donne con Arianna Castiglioni
Semifinali 100 stile libero uomini con Luca Dotto e Lorenzo Zazzeri
Finale 200 misti donne con Ilaria Cusinato
Semifinali 100 misti uomini con Marco Orsi e Simone Geni
Finale 200 stile libero donne
Finale 100 rana uomini con Fabio Scozzoli e Nicolò Martinenghi
Semifinali 100 farfalla donne con Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo
Finale 50 farfalla uomini
Finale 50 dorso donne
Finale 4×50 stile libero mista con l’Italia

PROSEGUI LA LETTURA

Europei di Nuoto: i risultati delle batterie é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 12:31 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Nuova Nissan Micra: la 1.0 benzina traina le vendite Sat, 16 Dec 2017 08:00:30 +0000 http://www.autoblog.it/post/901601/nuova-nissan-micra-la-1-0-benzina-traina-le-vendite http://www.autoblog.it/post/901601/nuova-nissan-micra-la-1-0-benzina-traina-le-vendite Peppe Croce Peppe Croce



I clienti di Micra la preferiscono con motore piccolo, a tre cilindri e benzina: la 1.0 litri da 71 CV è infatti la motorizzazione più venduta da Nissan per la sua Nuova Micra lanciata nel marzo scorso. Su 46 mila Micra vendute in totale in Europa, infatti, quelle con motore mille sono ben diecimila.

Si tratta di un quinto del totale delle vetture vendute in Europa e, addirittura, di un terzo di quelle vendute in Italia. Si tratta di un dato notevole, visto che questa motorizzazione è disponibile solo da fine maggio di quest'anno. I clienti apprezzano l'equilibrio tra prestazioni urbane e bassi costi d'esercizio. Il motore tre cilindri, infatti, ha 71 CV: più che sufficienti per guidare in città tenendo a freno i consumi.


Questo motore aspirato a benzina è abbinato alla trasmissione manuale a 5 rapporti e questo limita i consumi sul ciclo combinato a 4,6 litri/100 km e le emissioni di CO2 a 103 g/km. Tale accoppiata è disponibile su tre allestimenti: Visia, Visia+ e Acenta.

La Micra, comunque, è disponibile anche con motore turbo benzina tre cilindri da 900 cc e 90 CV e con il turbodiesel da quattro cilindri 1.5 e 90 CV. Ma è il mille aspirato a vendere di più di tutti e, a quanto pare, anche a soddisfare maggiormente i clienti: dai commenti espressi attraverso il sito di recensioni indipendente Reevoo è emerso un punteggio medio europeo di 8,8 su 10, in Italia di 8,9 su 10.

Oltre alla motorizzazione efficiente a spingere le vendite sono anche gli interni curati e moderni, con materiali soft touch bicolore di serie su tutta la gamma, e l'ampia possibilità di personalizzazione (ormai un must per le auto moderne, di ogni segmento): la Nissan Micra ha oltre 100 possibili combinazioni tra interni ed esterni.


In Italia il colore maggiormente scelto per le personalizzazioni esterne è l'Enigma Black, mentre per le interne è l'Energy Orange, mentre per la carrozzeria va per la maggiore il Gunmetal Grey. Il cliente medio italiano, inoltre, è sempre più uomo e giovane: dal precedente 35% al 44% di uomini, dall'8% al 18% di under 30. Il 47% dei clienti italiani, infine, hanno scelto versioni top di gamma (N-Connecta e Tekna) e il 20% ha scelto il sistema Audio BOSE Personal con altoparlanti integrati nel poggiatesta del guidatore.

PROSEGUI LA LETTURA

Nuova Nissan Micra: la 1.0 benzina traina le vendite é stato pubblicato su Autoblog.it alle 09:00 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Fishball, video a 360' su iPhone con un accessorio Fri, 15 Dec 2017 10:59:04 +0000 http://www.melablog.it/post/204541/fishball-video-a-360-su-iphone-grazie-a-un-geniale-accessorio http://www.melablog.it/post/204541/fishball-video-a-360-su-iphone-grazie-a-un-geniale-accessorio Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Si chiama Fishball ed è un economico e geniale accessorio che promette di effettuare registrazioni foto e video a 360' da qualunque modello di iPhone. Ecco come funziona.

Il video e le foto a 360' sono l'ultima moda, tant'è che anche Apple ha dovuto introdurne il supporto nell'ultima versione di Final Cut Pro X. Il problema è che questa tecnologia è costosa e per niente standardizzata, inoltre richiede dispositivi specifici per la registrazione. Fishball, invece, nuovo progetto comparso su Indiegogo ha un approccio completamente diverso: è la prima lente a 360' per iPhone.

Non è un gingillo a sé stante, ma una lente grandangolare che si applica contemporaneamente sulla fotocamera frontale e posteriore: il flusso video provenienti da entrambe viene poi ricucito via software, e il risultato salvato direttamente nel rullino del telefono.

E poiché è una sistema puramente ottico, non ha bisogno di ricarica, né di espansioni di memoria; inoltre, produce video di qualità pari alla qualità della fotocamera di iPhone. Dunque, con iPhone X aspettatevi video migliori che in abbinamento -per esempio- ad un iPhone 6. E in linea puramente teorica, funzionerà anche con i futuri iPhone, ammesso che Apple non cambi la disposizione delle fotocamere sulla scocca.

Queste, almeno sono le premesse promesse; poi, occorrerà valutare la bontà del prodotto quando sarà disponibile. Perché per il momento si tratta di un progetto in cerca di finanziatori su questa pagina di Indiegogo. Gran parte dell'eventuale successo dipenderà dalla qualità del software, e dunque occorre prendere la cose con le pinze. In ogni caso, si può ancora diventare supporter con 49$+5$ di spedizioni (45€ in totale): una cifra tutto sommato ragionevole, rispetto ai 127$ del prezzo finale, che potrebbe ingolosire qualche lettore. Nel caso, fateci sapere.

PROSEGUI LA LETTURA

Fishball, video a 360' su iPhone con un accessorio é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:59 di Friday 15 December 2017

]]>
0
Star Wars: Gli Ultimi Jedi - la colonna sonora Sat, 16 Dec 2017 12:55:09 +0000 http://www.cineblog.it/post/774215/star-wars-gli-ultimi-jedi-la-colonna-sonora-ufficiale-di-star-wars-8 http://www.cineblog.it/post/774215/star-wars-gli-ultimi-jedi-la-colonna-sonora-ufficiale-di-star-wars-8 Pietro Ferraro Pietro Ferraro

 

Star Wars: Gli Ultimi Jedi è approdato finalmente nelle sale, il che significa che l'attesa è finita per un nuovo episodio di Star Wars, un nuovo film di Rian Johnson e soprattutto una nuova partitura composta da John Williams che torna a musicare l'iconica "galassia lontana lontana" dopo Star Wars: Il risveglio della Forza.

"Gli Ultimi Jedi" dimostra quanto Williams sia profondamente connesso alla saga di Star Wars per uno scenario musicale coeso e intriso di un'epica immersiva e a tratti travolgente.

Ricordiamo che nel 2005 l'American Film Institute ha selezionato la colonna sonora composta da Williams per l'originale Star Wars del 1977 come la più grande colonna sonora americana di tutti i tempi, mentre la colonna sonora composta per Star Wars: Il risveglio della Forza ha ricevuto una candidatura all'oscar e ha vinto un Grammy.

 

Se nella partitura di Star Wars 7 spiccava il brano "Rey's Theme" in questo nuovo lavoro spiccano il tema di Rose parte del brano "Fun with Finn and Rose” che sottolinea il nuovo personaggio di Kelly Marie Tran e le tracce "The Battle of Crait" e "Canto Bight", che raccontano due nuove ambientazioni che appaiono nel film: il pianeta Crait al centro di una spettacolare battaglia e Canto Bight la città dei casinò dove Finn e Rose intraprendono una missione sotto copertura.

 

star-wars-gli-ultimi-jedi-la-colonna-sonora-di-star-wars-8.jpg TRACK LISTINGS:

1. Main Title and Escape
2. Ahch-To Island
3. Revisiting Snoke
4. The Supremacy
5. Fun With Finn and Rose
6. Old Friends
7. The Rebellion Is Reborn
8. Lesson One
9. Canto Bight
10. Who Are You?
11. The Fathiers
12. The Cave
13. The Sacred Jedi Texts
14. A New Alliance
15. “Chrome Dome”
16. The Battle of Crait
17. The Spark
18. The Last Jedi
19. Peace and Purpose
20. Finale

Per ascoltare altri brani della colonna sonora clicca QUI.

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Star Wars: Gli Ultimi Jedi - la colonna sonora é stato pubblicato su Cineblog.it alle 13:55 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Gremlins Recall: il fan film in versione integrale Sat, 16 Dec 2017 08:42:10 +0000 http://www.cineblog.it/post/774166/gremlins-recall-il-fan-film-in-versione-integrale http://www.cineblog.it/post/774166/gremlins-recall-il-fan-film-in-versione-integrale Pietro Ferraro Pietro Ferraro

 

Il sottoscritto annovera tra i suoi film preferiti di sempre Gremlins, un vero e proprio classico anni '80 da rispolverare per le festività natalizie. Tra le cose più riuscite del film ci sono gli effetti pratici e le creature realizzate con effetti speciali della "vecchia scuola" prima dell'avvento di CG e compagnia bella.

I Gremlins sono tra gli effetti pratici più riusciti in ambito cinematografico, paragonabili per efficacia allo Yoda della Trilogia originale di Star Wars che poi abbiamo visto trasformato in un personaggio da videogame nella controversa Trilogia prequel, che proprio di effetti CG ha fatto ampio uso e abuso.

Tornando al classico Gremlins, in attesa di un qualche sviluppo sull'annunciato Gremlins 3, vi segnaliamo il fan film Gremlins: Recall che oltre ad omaggiare il cult natalizio di Joe Dante, lo fa utilizzando proprio quegli stessi effetti speciali "vecchia scuola" che hanno reso il Gremlins del 1984 un classico per gli amanti del cinema fantastico.

Gremlins: Recall è diretto da Ryan Patrick e ambientato anni dopo il classico di Joe Dante, il cortometraggio (non ufficiale) immagina cosa accadrebbe se ad una società venisse in mente di vendere Mogwai come animali domestici di alta gamma al grande pubblico.

 

Il film segue Claire (Katherine Rodriguez) mentre è al lavoro durante un turno di notte nel ristorante di sua zia. Quando vede Owen, un autista per le consegne di Mogwai, che tortura queste adorabili creature, così cerca di prendere in mano la situazione, senza sapere in cosa potrebbero trasformarsi.

 

Gremlins: Recall è stato girato in tre giorni dall'operatore di ripresa Isaac Bauman ("Channel Zero") e l'asilio di effetti speciali e marionette progettati e creati da Eric Fox, un concorrente del reality show "Face Off". Insieme al cortometraggio trovate anche un divertente "dietro le quinte" che mette in risalto il lavoro straordinario di Fox che ha dato al corto una marcia in più.

 

 

 

gremlins-recall-il-fan-film-in-versione-integrale-2.jpg

 

Fonte: BD

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Gremlins Recall: il fan film in versione integrale é stato pubblicato su Cineblog.it alle 09:42 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Star Wars 9: JJ Abrams lo ha presentato a Lucasfilm Sat, 16 Dec 2017 07:48:32 +0000 http://www.cineblog.it/post/774160/star-wars-9-jj-abrams-ha-presentato-la-storia-a-lucasfilm http://www.cineblog.it/post/774160/star-wars-9-jj-abrams-ha-presentato-la-storia-a-lucasfilm Pietro Ferraro Pietro Ferraro

star-wars-9-jj-abrams-ha-presentato-la-prima-bozza-a-lucasfilm.jpg

Il regista J.J. Abrams ha presentato la storia di Star Wars: Episodio IX a Lucasfilm. Anche se i fan stanno ancora metabolizzzando "Gli Ultimi Jedi" fresco di uscita nei cinema di tutto il mondo, lo studio si sta muovendo a gran velocità sul finale della trilogia sequel (e molto probabilmente della saga Skywalker). Dopo l'abbandono di Colin Trevorrow, Lucasfilm ha portato Abrams a bordo per finire quello che Trevorrow aveva iniziato, con una premiere pianificata per dicembre 2019. Il via alle riprese è previsto per il mese di giugno 2018, quindi Abrams e il suo co-sceneggiatore Chris Terrio devono essere piuttosto spediti con la loro sceneggiatura.

La coppia è stata assunta per il lavoro a settembre, quindi hanno avuto alcuni mesi per definire il loro trattamento. Sicuramente ci saranno alcune revisioni lungo la strada, ma a quanto pare Abrams è fiducioso nella direzione in cui sono diretti ed è pronto a compiere il passo successivo nel rendere Star Wars 9 una realtà.

Durante un incontro con gli azionisti Disney tenutosi lo scorso 14 dicembre, è stato rivelato che Abrams stava per presentare il suo "Episodio IX" alla Lucasfilm venerdì 15 dicembre. La stesura del finale della nuova trilogia è stata piuttosto travagliata vedi il licenziamento di Trevorrow e dello sceneggiatore di Wonder, lo scrittore Jack Thorne. Naturalmente il rapporto tra Abrams e Lucasfilm è ben consolidato quindi non ci dovrebbero essere problemi tra lo studio e il regista.

"Gli Ultimi Jedi" ha trasformato completamente la saga Skywalker, puntando a spiazzare il pubblico con colpi di scena e svolte narrative che avranno ramificazioni a lungo termine. Da sottolineare come l'Episodio VIII è diventato sorprendentemente il film di Star Wars più polarizzante che ha spaccato in due il fandom. Sarà interessante vedere se la risposta dei fan influenzerà Lucasfilm in qualche modo. Kennedy è ovviamente una fan del film di Johnson, visto che gli ha affidato una trilogia nuova di zecca, quindi è sicuro che sarà imperterrita nell'appoggiare il regista nella costruzione del futuro della saga.

C'è anche il problema di cosa fare con il generale Leia Organa, in quanto l'attrice Carrie Fisher è scomparsa alla fine dello scorso anno. Il personaggio era stato creato per avere un ruolo più ampio nell'Episodio IX, ma i piani sono cambiati sulla scia della sua prematura scomparsa. Senza dubbio parte del lavoro di Abrams sarà trovare un modo corretto per chiudere la storia del generale che sia rispettosa sia di Leia che della Fisher. Abrams ha probabilmente un compito più duro davanti a lui rispetto a quando ha riportato Star Wars dopo un'assenza di 10 anni, ma è pronto per la sfida. Il regista è un fan della saga e ha dimostrato di sapere cosa rende grande il franchise, quindi L'Episodio IX è senza dubbio in buone mani.

 

 

Fonte: Screenrant / Laughing Place

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Star Wars 9: JJ Abrams lo ha presentato a Lucasfilm é stato pubblicato su Cineblog.it alle 08:48 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Biotestamento ed eutanasia: le parole della Lorenzin Sat, 16 Dec 2017 12:30:47 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573958/biotestamento-ed-eutanasia-sono-due-cose-diverse-le-parole-di-beatrice-lorenzin http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573958/biotestamento-ed-eutanasia-sono-due-cose-diverse-le-parole-di-beatrice-lorenzin Maria Vasta Maria Vasta

Eutanasia

Biotestamento ed eutanasia sono due cose differenti. A sottolinearlo è stata il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che in seguito all'approvazione della legge sul Biotestamento ha così commentato la nuova decisione presa dal Senato:

Ci vorrà molta attenzione nell'applicazione della legge. Avrei preferito che ci fosse stato il modo di trovare soluzioni a delle problematiche tecniche e questo purtroppo non c'è stato. Ritengo però che ora che è stata approvata la legge si debba rafforzare ancora di più il rapporto tra medico e paziente perché non dobbiamo creare alcun meccanicismo.

Il ministro della Salute vuole sottolineare, in particolar modo, che le le Dichiarazioni anticipate di trattamento (Dat) non sono affatto da associare all'eutanasia.

In Italia l'eutanasia non si pratica, non è legale e non si può fare. Manteniamo distinte le due cose.

In questo nuovo panorama è fondamentale che il rapporto medico-paziente sia il più aperto possibile, specialmente per quanto riguarda le persone anziane e quelle più fragili, che non dovrebbero mai essere lasciate sole di fronte alla malattia.

Quindi ci vuole una maggiore responsabilizzazione nelle terapie del dolore, nelle terapie di cura e nello stare vicino ai pazienti più fragili che hanno oggettivamente più difficoltà.

via | Ansa

PROSEGUI LA LETTURA

Biotestamento ed eutanasia: le parole della Lorenzin é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 13:30 di Saturday 16 December 2017

]]>
0
Sviluppare l’intelligenza con questi consigli utili Sat, 16 Dec 2017 10:00:58 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573944/come-sviluppare-lintelligenza-con-questi-consigli-utili http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/573944/come-sviluppare-lintelligenza-con-questi-consigli-utili Maria Vasta Maria Vasta

Vorreste migliorare la vostra intelligenza? Ebbene, oggi vogliamo segnalarvi una serie di consigli che potrebbero fare davvero al caso vostro! Come potete vedere nel video in alto, è stato dimostrato che giocare con i videogiochi potrebbe aiutare il nostro cervello e migliorare i riflessi. Il secondo consiglio che vi diamo è quello di bere le giuste quantità di acqua ogni giorno. Bere molta acqua infatti garantisce una buona idratazione del corpo (ricordate che la disidratazione non fa certamente bene al cervello)!

Per chi non lo sapesse, anche suonare uno strumento musicale può migliorare la nostra intelligenza, e lo stesso vale per un buon sonno, che è fondamentale per proteggere il nostro benessere e la nostra salute, compresa quella mentale. Imparare una nuova lingua vi aiuterà ad allenare la corteccia prefrontale del vostro cervello, ovvero quella che gestisce le emozioni e le decisioni.

Siete curiosi di scoprire quali sono gli altri consigli che potrebbero migliorare la vostra intelligenza? Allora non vi rimane che dare un’occhiata al video in alto!

Cervello esercizi

PROSEGUI LA LETTURA

Sviluppare l’intelligenza con questi consigli utili é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:00 di Saturday 16 December 2017

]]>
0