it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Sun, 22 Oct 2017 06:29:14 +0000 Sun, 22 Oct 2017 06:29:14 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Brasile, operazione contro la pedofila: 108 persone in manette Sat, 21 Oct 2017 11:00:52 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587899/brasile-operazione-contro-la-pedofila-108-persone-in-manette http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587899/brasile-operazione-contro-la-pedofila-108-persone-in-manette Daniele P. Daniele P.

Photo credit should read MAURO PIMENTEL/AFP/Getty Images

La polizia del Brasile ha reso noto di aver appena concluso una vasta operazione, la più importante nella storia del Paese, contro la pedofilia. Il bilancio è senza precedenti: 108 persone sono state arrestate da una parte all'altra del Brasile, mentre oltre 150 mila file tra foto e video sono stati sequestrati.

L'operazione è scattata dopo sei mesi di indagini che hanno visto la collaborazione delle autorità statunitensi e di quelle europee. Tra le persone finite in manette ci sono anche dei poliziotti in pensione e dei direttori di club di calcio giovanile.

Il ministro della giustizia del Brasile Torquato Jardim ha reso noto che tutte le persone arrestate facevano parte di un giro di pedofili che si scambiava immagini e video attraverso i computer e gli smartphone.

In un primo momento c'era la convinzione che le persone coinvolte si limitassero a condividere materiale già esistente, ma con l'approfondirsi delle indagini è emerso che molti di loro producevano del materiale pedopornografico, abusando di bambini ed infanti a più riprese.

PROSEGUI LA LETTURA

Brasile, operazione contro la pedofila: 108 persone in manette é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:00 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Rimini, sfregiò con l'acido Gessica Notaro: 10 anni di carcere per Eddy Tavares Sat, 21 Oct 2017 10:38:20 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587896/rimini-sfregio-con-lacido-gessica-notaro-10-anni-di-carcere-per-eddy-tavares http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587896/rimini-sfregio-con-lacido-gessica-notaro-10-anni-di-carcere-per-eddy-tavares Daniele P. Daniele P.

gessica-notaro.jpg

Dieci anni di carcere. É questa la pena inflitta ieri dal Tribunale di Rimini al 28enne Eddy Tavares, responsabile della barbara aggressione con l'acido ai danni di Gessica Notaro avvenuta proprio a Rimini il 10 gennaio scorso.

Il giovane, originario di Capo Verde, aveva scelto il rito abbreviato e i 10 anni che gli sono stati inflitti ieri tengono già conto dello sconto di un terzo della pena previsto dal rito. Il gup di Rimini Fiorella Casadei ha riconosciuto al giovane le aggravanti della premeditazione, dei futili motivi e della crudeltà e ha disposto anche un risarcimento di 230 mila euro per la giovane vittima.

Gessica Notaro, ospito della trasmissione "Pomeriggio Cinque", ha così commentato la sentenza:

Me l'aspettavo, ma ormai mi ha rovinata, non so se supererò questa cosa. Credo che al di là di una pena esemplare bisogna cominciare a lavorare sulla prevenzione, tutelare le vittime prima. [...] Tante volte l'ho guardato sperando di trovare nei suoi occhi un minimo pentimento, invece purtroppo non c'è mai stato, questa è la cosa che fa più male. Però ormai provo solamente indifferenza. Non l'ho mai odiato, nonostante il male che mi ha fatto. E' una persona di cui sono stato molta innamorata, alla quale ho voluto tantissimo bene, e non non riesco ad odiarlo, ma non lo perdono, non lo posso perdonare.

PROSEGUI LA LETTURA

Rimini, sfregiò con l'acido Gessica Notaro: 10 anni di carcere per Eddy Tavares é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:38 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
A che ora cenare? Mangiare tardi fa ingrassare Sat, 21 Oct 2017 09:22:48 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572229/a-che-ora-cenare-mangiare-tardi-fa-ingrassare http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572229/a-che-ora-cenare-mangiare-tardi-fa-ingrassare Andrea Butkovič Andrea Butkovič

Cenare tardi fa ingrassare

Un gruppo di ricercatori ha pubblicato recentemente una ricerca sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, mostrando come l'accumulo di grasso nel corpo dipenda anche dal momento in cui vengono effettuati i pasti in relazione con il proprio orologio biologico, regolato dal ritmo circadiano.

Ciò che è emerso è che non è tanto l'ora a determinare l'accumulo di grasso nel corpo dopo i pasti, quanto il momento relativo al proprio ritmo circadiano. I ricercatori hanno scoperto che le persone con un indice di massa grassa più alto consumavano i loro pasti serali poco prima di andare a dormire, quando i livelli di melatonina erano massimi.

A che ora bisogna cenare, quindi? I ricercatori non si esprimono su un orario preciso, ma riportano l'indicazione secondo la quale sarebbe meglio cenare un paio d'ore prima di andare a dormire. Meglio di tutto sarebbe cenare qualche ora prima della produzione di melatonina, prima cioè di avvertire il sonno la sera.

 

Via | Medicalnewstoday.com

PROSEGUI LA LETTURA

A che ora cenare? Mangiare tardi fa ingrassare é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 11:22 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Monaco, aggredisce i passanti con un coltello: diversi feriti, uomo in fuga Sat, 21 Oct 2017 09:03:32 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587892/monaco-aggredisce-i-passanti-con-un-coltello http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587892/monaco-aggredisce-i-passanti-con-un-coltello Daniele P. Daniele P.

<> on January 1, 2016 in Munich, Germany.

Momenti di terrore questa mattina a Monaco, nel sud della Germania, dove un uomo non ancora identificato di circa 40 anni ha accoltellato alcuni passanti e si è dato alla fuga subito dopo.

Le autorità locali precisano che nessuna delle persone rimaste ferite è in pericolo di vita, mentre la caccia all'uomo è in corso in tutta la città.

PROSEGUI LA LETTURA

Monaco, aggredisce i passanti con un coltello: diversi feriti, uomo in fuga é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:03 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Cos'è il digital detox e quali sono i benefici Fri, 20 Oct 2017 14:30:42 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572614/cose-il-digital-detox-e-quali-sono-i-benefici http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/572614/cose-il-digital-detox-e-quali-sono-i-benefici Maria Vasta Maria Vasta

Vi sentite oppressi da smartphone, computer, tablet e quant’altro? Probabimente vi serve proprio un bel weekend di Digital Detox! Cosa vuol dire? Semplice, spegnete il cellulare, non accendete computer e tablet, lasciate perdere anche la tv, e uscite fuori all’aria aperta! Insomma, godetevi un paio di giorni di vero benessere, lontano dai dispositivi tecnologici che, se per certi versi hanno certamente reso più ricca la nostra vita, per molti altri versi ci “costringono” a rimanere chiusi a casa di fronte a degli schermi (del pc o dei dispositivi portatili poco importa), assumendo una postura scorretta, e dimenticando quanto sia bello il mondo fuori dalle mura di casa nostra!

Ormai siamo sempre più un popolo di Mobile worker, e questo vuol dire che la nostra vita scorre fra smartphone, tablet e pc. Anche quando siamo in vacanza, in realtà siamo sempre connessi con il nostro lavoro, e questo non ci permette di staccare davvero la spina. Ma come fare ad arginare questo problema?

Nel video che vi segnaliamo qui sopra potete trovare la risposta giusta: Digital Detox! Per un intero weekend, provate a rimandare la lettura di email e aggiornamenti a Lunedì, spegnete il cellulare, uscite all’aperto e respirate aria pulita, ammirate i paesaggi senza il filtro della fotocamera del vostro cellulare, e ritrovate il contatto con il mondo reale! Vi sentirete presto meno stressati, meno in ansia, più consapevoli di voi stessi e delle vostre necessità, e persino più energici! Insomma, posso garantirvi che non ve ne pentirete, provare per credere!

Digital Detox

PROSEGUI LA LETTURA

Cos'è il digital detox e quali sono i benefici é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 16:30 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Referendum consultivo sull'autonomia. Come funziona e come si vota in Lombardia Fri, 20 Oct 2017 13:44:40 +0000 http://www.02blog.it/post/92364/referendum-consultivo-sullautonomia-come-funziona-e-come-si-vota-in-lombardia http://www.02blog.it/post/92364/referendum-consultivo-sullautonomia-come-funziona-e-come-si-vota-in-lombardia Andrea Spinelli Andrea Spinelli

palazzo_regione_05jpg

Domenica 22 ottobre 2017 i cittadini lombardi potranno esprimersi al referendum consultivo sull'autonomia indetto il 24 luglio scorso dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Con il voto i lombardi dovranno stabilire se dare o meno al Presidente della Regione un vero e proprio mandato per trattare con il Governo sull'ampliamento dell'autonomia per la Lombardia.

Si tratterebbe di ottenere più autonomia in merito a decisioni di legislazione concorrente, come la valorizzazione dei beni culturali, l'istruzione, la previdenza integrativa e complementare, la ricerca scientifica e tecnologica, la tutela della salute e dell'ambiente, la protezione civile, gli aeroporti, il commercio con l'estero, i rapporti internazionali e con il Comitato europeo delle Regioni.

Quando si vota?

Si vota domenica 22 ottobre 2017 dalle 7 alle 23. Potranno esprimere il proprio voto tutti i cittadini residenti nella Regione Lombardia aventi diritto, che dovranno recarsi al seggio indicato sulla propria Tessera elettorale.

Come si vota?

In occasione del Referendum sull'autonomia la Regione ha investito diverse decine di milioni di euro per l'implementazione di un sistema di voto ad oggi mai sperimentato in Italia ma già in uso in diversi paesi europei e del mondo: il voto elettronico. Una volta al seggio al cittadino verrà fornito un tablet sul quale dovrà esprimere la sua scelta (in questo caso le opzioni sono "Sì", "No" e "Scheda bianca"), attendere la conferma e decidere a quel punto se confermare ulteriormente o cambiare il proprio voto.

Sarà possibile cambiare idea solo una volta. In questo modo i risultati dovrebbero essere disponibili già la sera del 22 ottobre, poco dopo la chiusura dei seggi alle 23. Il referendum non prevede alcun quorum e sarà quindi valido a prescindere dall'affluenza.

Il quesito

«Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?»

PROSEGUI LA LETTURA

Referendum consultivo sull'autonomia. Come funziona e come si vota in Lombardia é stato pubblicato su 02blog.it alle 15:44 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Roma, precipita da terzo piano della scuola a San Giovanni: morto 13enne Fri, 20 Oct 2017 12:49:00 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587884/roma-precipita-da-terzo-piano-della-scuola-a-san-giovanni-morto-13enne http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587884/roma-precipita-da-terzo-piano-della-scuola-a-san-giovanni-morto-13enne Daniele P. Daniele P.

Uno studente di 13 anni è deceduto questa mattina a Roma dopo esser precipitato dal terzo piano dell'Istituto Santa Maria di via Tasso, in zona San Giovanni.

Il giovanissimo, secondo quanto ricostruito, si sarebbe tolto volontariamente la vita: intorno alle 12.00, durante la ricreazione, il 13enne sarebbe salito al secondo piano portando con sé una sedia e si sarebbe lanciato nella tromba delle scale. Inutili i soccorsi: il minorenne è stato trasportato in gravissime condizioni al vicino ospedale San Giovanni ed è deceduto.

In classe, secondo quanto rivelato dagli inquirenti, sarebbe stato rinvenuto un biglietto d'addio. Le indagini sono ancora in corso.

istutito-santa-maria-roma-03.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Roma, precipita da terzo piano della scuola a San Giovanni: morto 13enne é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 14:49 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Tragedia a scuola: muore a 13 anni precipitando dalla tromba delle scale Fri, 20 Oct 2017 12:23:14 +0000 http://www.06blog.it/post/160206/tragedia-a-scuola-muore-a-13-anni-precipitando-dalla-tromba-delle-scale http://www.06blog.it/post/160206/tragedia-a-scuola-muore-a-13-anni-precipitando-dalla-tromba-delle-scale A.S. A.S.

Bambino muore in ambulanza

Un ragazzino di 13 anni è morto, nella tarda mattinata del 20 ottobre, dopo essere precipitato da una tromba delle scale della scuola Santa Maria, di via Tasso, nel centro di Roma. Il ragazzo è stato soccorso in gravissime condizioni dal 118 ed è deceduto poco dopo all'ospedale San Giovanni.

Il fatto è accaduto la mattina del 20 ottobre verso le ore 11, quando la classe era uscita dall’aula per la ricreazione in giardino: in quel frangente il 13enne sarebbe salito a piedi fino al secondo piano lanciandosi dalla finestra che affaccia sulle scale antincendio.

Secondo l'ipotesi che va per la maggiore potrebbe trattarsi di suicidio: in un primo momento, durante i rilievi dei Carabinieri, i militari avevano ipotizzato una caduta accidentale del 13enne dalla finestra ma in seguito al ritrovamento di un bigliettino, trovato in classe e scritto dal ragazzino, l'ipotesi sarebbe stata accantonata per propendere verso il suicidio. Secondo il Corriere Roma alcuni compagni di scuola hanno raccontato che il ragazzo prima di buttarsi avrebbe detto: "Ciao a tutti".

I carabinieri di via Dante, avvisati dal preside, hanno ascoltato i responsabili e i docenti della scuola, che è un istituto paritario dei Religiosi Marianisti: il 13enne sembra avesse un buon rendimento scolastico.

PROSEGUI LA LETTURA

Tragedia a scuola: muore a 13 anni precipitando dalla tromba delle scale é stato pubblicato su 06blog.it alle 14:23 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Leverano (Lecce): bimbo muore travolto da televisore di casa Fri, 20 Oct 2017 11:16:59 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587871/leverano-lecce-bimbo-travolto-da-tv http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587871/leverano-lecce-bimbo-travolto-da-tv Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Tragedia domestica avvenuta questa mattina a Leverano, comune di 14 mila abitanti in provincia di Lecce.

Un bambino di 2 anni è morto schiacciato dal televisore di casa. Il piccolo stava giocando nella stanza quando il mobile della tv gli è caduto addosso.

La vittima, figlio unico, era a casa con la madre. La Gazzetta del Mezzogiorno riporta che il bambino si è recato nel soggiorno, "è salito sul carrello sul quale era posizionata la tv, un vecchio modello col tubo catodico e, nel tentativo di accenderla, l'ha fatta cadere".

Subito sono arrivati sul posto, a via Catone, i soccorritori del 118 e le forze dell'ordine.
Inutili i tentativi per salvare la vita al bambino. La madre è sotto shock.

In corso i sopralluoghi e rilievi fotografici dei carabinieri della stazione di Leverano e di quelli della compagnia di Campi Salentina.

PROSEGUI LA LETTURA

Leverano (Lecce): bimbo muore travolto da televisore di casa é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:16 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Bari, la docente picchiata dalla madre di un'alunna: "Paura di tornare" Fri, 20 Oct 2017 11:06:15 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587861/bari-docente-picchiata-ultime-notizie http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587861/bari-docente-picchiata-ultime-notizie Alessandro Guerra Alessandro Guerra

Aveva rimproverato un'alunna a scuola ed è stata picchiata e minacciata da sua madre. I fatti sono accaduti qualche giorno fa alla Scuola media San Giovanni Bosco di Bari, adesso la docente confessa di aver paura di tornare a insegnare.

Tutto è nato da un semplice rimprovero della docente durante una lezione: l'insegnante chiedeva silenzio in aula e l'alunna avrebbe reagito in modo scomposto, tanto che la professoressa - in preda ad un malore - ha chiamato il 118 per farsi soccorrere. Le cronache locali raccontano che poi anche la studentessa avrebbe accusato sintomi di ansia chiamando al telefono la madre.

La donna è subito accorsa a scuola, salendo al secondo piano e aggredendo l'insegnante sia verbalmente che fisicamente: "La signora ha urlato contro la collega, facendole volare gli occhiali con uno schiaffo, questo episodio non fa che confermare che ormai a scuola non si lavora più in maniera sicura", hanno raccontato alcuni docenti.

A scuola sono poi arrivati i Carabinieri, chiamati per placare la furia della madre, che avrebbe anche minacciato "Non la passerai liscia, ti faccio fuori".

Adesso l'insegnante ha paura: "Voglio rientrare in classe per fare il mio dovere, ma temo per la mia incolumità fisica e chiedo venga garantita la sicurezza di tutti i docenti e la tutela degli alunni".

La professoressa, che vuole mantenere l'anonimato, racconta a Repubblica Bari: "La prima conseguenza di quello che è successo è che temo per la mia incolumità fisica, visto il clima che si è creato. Sto cercando innanzitutto di capire con quali mezzi posso tutelarmi, visto che mi è stato detto che non la passerò liscia. La scuola al momento non mi garantisce sicurezza. Ed è passato un messaggio sbagliato: che chiunque ritenga ingiusto un rimprovero nei confronti del proprio figlio può entrare a scuola e picchiare un insegnante, invece che rivolgersi all'istituzione e chiedere spiegazioni di quanto successo".

"Impossibile per me ora non essere a disagio. E penso anche alla sicurezza degli stessi alunni", dice la donna che ha chiesto aiuto ad uno psicologo.

PROSEGUI LA LETTURA

Bari, la docente picchiata dalla madre di un'alunna: "Paura di tornare" é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 13:06 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Giappone, l'imperatore Akihito è pronto per abdicare? Fri, 20 Oct 2017 10:34:58 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587857/giappone-limperatore-akihito-e-pronto-per-abdicare http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587857/giappone-limperatore-akihito-e-pronto-per-abdicare A.S. A.S.

akihito5-a.jpg

L'imperatore del Giappone Akihito, 83 anni, sarebbe pronto per abdicare. La notizia è stata pubblicata dal quotidiano nipponico Asahi Shimbun in un articolo dove si riporta anche la data che l'imperatore avrebbe prescelto per lasciare il Trono del Crisantemo: il 31 marzo 2019. Appena tre mesi fa è stata approvata dal Parlamento la legge che consente l'abdicazione. Sarà la prima abdicazione imperiale in Giappone negli ultimi 200 anni.

A partire da quel giorno, secondo fonti interne alla casa reale ed al governo giapponese, sarà il principe Naruhito a prendere in mano il potere divino dell'imperatore dell'arcipelago. Il prossimo novembre il primo ministro di Tokyo Shinzo Abe incontrerà i responsabili della Casa Imperiale e a quel punto lo annuncerà ufficialmente.

L'imperatore, affaticato dall'età e anche dagli acciacchi, aveva annunciato la sua intenzione di abdicare in un messaggio trasmesso in tv a sorpresa nell'agosto dell'anno scorso. Sarà il primo avvicendamento sul Trono del Crisantemo, con l'imperatore ancora in vita, dalla rinuncia dell'imperatore Kokaku nel 1918.

PROSEGUI LA LETTURA

Giappone, l'imperatore Akihito è pronto per abdicare? é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:34 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Immigrazione, l'UE rivede Dublino mentre Tusk e Juncker chiedono più risorse Fri, 20 Oct 2017 10:25:33 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587854/immigrazione-lue-rivede-dublino-mentre-tusk-e-juncker-chiedono-piu-risorse http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/587854/immigrazione-lue-rivede-dublino-mentre-tusk-e-juncker-chiedono-piu-risorse A.S. A.S.

Ieri la Commissione libertà civili del parlamento europeo ha dato il primo via libera alla modifica del regolamento di Dublino, il sistema comune in materia d’asilo: la novità più importante di questa revisione, che necessiterà di altri lunghi mesi di gestazione prima di diventare attiva, attiene al principio del paese di primo ingresso, che è stato di fatto abolito, mentre un'altro aspetto largamente rivisto attiene l’introduzione di un sistema automatico e permanente di ricollocamenti in tutti i paesi dell’Unione europea secondo un sistema di quote.

Bene o male quanto diversi governi UE, tra cui l'Italia, chiedono da anni. Come spiega Annalisa Camilli su Internazionale con la decisione di ieri il criterio del primo paese di accesso viene sostituito con un meccanismo permanente e automatico di ricollocamento secondo un sistema di quote, a cui sono tenuti a partecipare obbligatoriamente tutti gli stati membri dell’Unione europea.

Durante il Consiglio europeo a Bruxelles di questa mattina invece , il presidente Donald Tusk ha elogiato l'impegno dell'Italia nell'arginare i flussi migratori, una situazione che sta migliorando, e ha chiesto ai leader degli Stati Ue più fondi per i prossimi anni: "L'Italia ci aiuta, e noi dobbiamo fare altrettanto con l'Italia", ha detto Tusk.

Anche il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker ha sottolineato l'importanza delle risorse da stanziare per il Fondo per l'Africa per i prossimi anni: "C'è stata una riduzione degli arrivi dalla Libia del 25 per cento". L'anno scorso arrivavano oltre 1000 barche al giorno, oggi meno di 200, ha ricordato Juncker spiegando che è stato fatto molto per raggiungere questi risultati, lavorando con le Ong e cercando di spezzare il "business model" dei trafficanti.

La linea dell'Italia è passata anche in commissione libertà civili del Parlamento europeo che ha dato il primo via libera alla modifica del regolamento di Dublino firmata dalla relatrice svedese Cecilia Wikstrom. Il testo è passato con 43 sì e 16 no. Novità principale è l'abolizione del principio del Paese di primo ingresso e l'introduzione di un sistema automatico e permanente di ricollocamenti in tutti i Paesi dell'Ue.

migranti.jpg

PROSEGUI LA LETTURA

Immigrazione, l'UE rivede Dublino mentre Tusk e Juncker chiedono più risorse é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 12:25 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Catalogna, vertice UE. Tusk: "Nessuno spazio per intervento UE" Fri, 20 Oct 2017 10:09:54 +0000 http://www.polisblog.it/post/387640/catalogna-vertice-ue-tusk-nessuno-spazio-per-intervento-ue http://www.polisblog.it/post/387640/catalogna-vertice-ue-tusk-nessuno-spazio-per-intervento-ue Andrea Spinelli Barrile Andrea Spinelli Barrile

L'Unione Europea si sfila dal problema Catalogna, pur sostenendo Madrid, e derubrica la crisi spagnola come crisi nazionale: non esiste "alcuno spazio" per un intervento dell'Unione Europea nella crisi politica catalana.

Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in una conferenza stampa tenuta in occasione dell'apertura del vertice dei 27 a Bruxelles: "La nostra posizione, delle istituzione e degli stati membri, è chiara, formalmente non vi è alcuno spazio per un intervento, azione o mediazione dell'Ue in questa vicenda", ha spiegato Tusk.Intanto continua il braccio di ferro tra Barcellona e Madrid.

Il governo spagnolo ha deciso di avviare sabato le procedure per l'applicazione dell'articolo 155 della Costituzione, che prevede il commissariamento della Generalitat catalana. Madrid ha infatti considerato insoddisfacente la risposta data dal presidente della Generalitat, Carles Puigdemont, riguardo alla effettiva dichiarazione di indipendenza annunciata due settimane fa e immediatamente sospesa: in una lettera inviata al premier spagnolo, Mariano Rajoy, Puigdemont ha affermato implicitamente che non vi era stato alcun voto in merito all'indipendenza, lanciando di nuovo un appello al dialogo ma avvertendo che in caso di applicazione dell'articolo 155 la sospensione verrebbe revocata.

PROSEGUI LA LETTURA

Catalogna, vertice UE. Tusk: "Nessuno spazio per intervento UE" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:09 di Friday 20 October 2017

]]>
0
Renzi sul Rosatellum: "Ora i cittadini scelgono propri parlamentari" Fri, 20 Oct 2017 10:02:11 +0000 http://www.polisblog.it/post/387637/renzi-sul-rosatellum-ora-i-cittadini-scelgono-propri-parlamentari http://www.polisblog.it/post/387637/renzi-sul-rosatellum-ora-i-cittadini-scelgono-propri-parlamentari Andrea Spinelli Barrile Andrea Spinelli Barrile

"Il Pd ha fatto diverse proposte: il Mattarellum, il tedesco, il Rosatellum. Alla fine il punto vero è che se, come spero, si troverà un punto di intesa al Senato almeno i cittadini potranno scegliere il proprio deputato e il proprio senatore perché ci sarà una scheda in cui si sa chi si elegge. Ciascuno può sempre sperare la legge migliore, anch'io volevo il ballottaggio e il monocameralismo, però si fa con quello che si ha e spero che la legge passi". Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi, a margine della visita a una Cantina vitivinicola a Termoli (Campobasso).

"Se avessimo vinto il referendum - ha aggiunto - ci sarebbe stata una sola Camera e la possibilità con il ballottaggio di scegliere: un cittadino avrebbe deciso di votare per Beppe Grillo, per il Pd o per Berlusconi e si sarebbe fatto un ballottaggio dove alla fine la croce sarebbe andata sul centrodestra, il Movimento 5 stelle o la sinistra. Purtroppo così non è andata. Qualcuno - ha concluso Renzi - diceva che in sei mesi avrebbe rifatto una controriforma, invece in sei mesi hanno rifatto solo il Cnel".

Former Italian Matteo Renzi reacts as he addresses the press while campaigning for the Italian Democratic Party leadership, in Brussels on April 28,2017. Renzi decided to finish his campaign for the leadership of the Italian Democratic Party in Brussels to demonstrate his commitment towards the European Union.  / AFP PHOTO / EMMANUEL DUNAND        (Photo credit should read EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)

PROSEGUI LA LETTURA

Renzi sul Rosatellum: "Ora i cittadini scelgono propri parlamentari" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:02 di Friday 20 October 2017

]]>
0