it_IT News Blogo.it - Ultime notizie della sezione News Sun, 23 Sep 2018 03:24:00 +0000 Sun, 23 Sep 2018 03:24:00 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/news 2004-2014 Blogo.it Di Battista: "Casalino ha sbagliato, ma chi mette i bastoni fra le ruote va cacciato" Sat, 22 Sep 2018 19:41:46 +0000 http://www.polisblog.it/post/402405/di-battista-casalino-sbagliato-mette-bastoni-ruote-va-cacciato http://www.polisblog.it/post/402405/di-battista-casalino-sbagliato-mette-bastoni-ruote-va-cacciato Mirko Nicolino Mirko Nicolino

di battista casalino

Alessandro Di Battista in soccorso di Rocco Casalino, portavoce del premier Giuseppe Conte. L’ex parlamentare penta stellato ammette che Casalino abbia sbagliato nei modi, ma sostanzialmente gli dà ragione nei contenuti. "Siamo onesti - le parole di Alessandro Di Battista riportate da Tgcom - , Casalino ha sbagliato. Non si mandano audio in privato ai giornalisti. Certe cose vanno dette pubblicamente". Quanto alla questione in sé, ovvero alla presunta presenza di dipendenti del Ministero dell’Economia che remano contro il governo, il politico romano è però sicuro: "Semplice. O trovano i soldi per il reddito di cittadinanza (come li hanno trovati per le banche) o si trovano un altro lavoro", continua.

Tra le accuse mosse al portavoce di Palazzo Chigi, c’è quella di aver utilizzato un’insolita violenza verbale. Un’accusa che Di Battista respinge al mittente: "Violenza è trovare denari per il Tav, per le banche, per le guerre di invasione mascherate da missioni di pace e dimenticarsi della povera gente. Violenza - continua l’ex deputato - è utilizzare i giornali non per informare ma per bloccare ad ogni costo un movimento perché quel movimento vuole cancellare i finanziamenti pubblici all’editoria. Violenza è vedere questi giornalisti fare i leoni di fronte a Rocco Casalino ma poi farsela nei pantaloni sul caso Consip. Questa è la violenza che si respira davvero in Italia".

Se però fosse vero che all’interno dei ministeri ci siano dipendenti che “rispondono” ancora ad esponenti della “vecchia politica” e la reazione è quella di cercare di intralciare il lavoro del governo Conte, per Di Battista è un buon segno: vuol dire che l’esecutivo sta toccando i tasti giusti. "Contro questa violenza la stragrande maggioranza degli italiani si è espressa. Quindi avanti tutta e barra dritta. Amici - conclude Di Battista con un appello - non vi lasciate intimorire dai soliti cani da riporto del sistema anzi gioite, se il sistema reagisce così è un buon segno!".

PROSEGUI LA LETTURA

Di Battista: "Casalino ha sbagliato, ma chi mette i bastoni fra le ruote va cacciato" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 21:41 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Psicologia: il cervello predice le parole prima di sentirle Sat, 22 Sep 2018 17:00:11 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578139/psicologia-il-cervello-predice-le-parole-prima-di-sentirle http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578139/psicologia-il-cervello-predice-le-parole-prima-di-sentirle Maria Vasta Maria Vasta

cervello

Il cervello non è solo in grado di terminare le frasi che sta per pronunciare il nostro interlocutore, ma può anche anticipare le parole specifiche che stanno per essere pronunciate. A renderlo noto sono i membri del centro di ricerca BCBL, i quali hanno dimostrato per la prima volta che il cervello può anticipare uno stimolo uditivo e determinare i fonemi e le parole specifiche che l'oratore sta per pronunciare.

La predizione è uno dei principali meccanismi neuro-cognitivi del cervello. Ogni millisecondo, il cervello cerca infatti di anticipare attivamente ciò che accadrà in seguito, a seconda della conoscenza che ha dell’ambiente circostante. Il nuovo studio, pubblicato su Scientific Reports, descrive per la prima volta che il complesso meccanismo del cervello è in grado di stimare anche quali parole specifiche sentirà, prima che queste vengano pronunciate.

Per il loro studio, i ricercatori hanno utilizzato la magnetoencefalografia (MEG), un metodo non invasivo impiegato per registrare l'attività cerebrale, con lo scopo di descrivere quali meccanismi utilizza il cervello e quali reti neurali si attivano quando cerca di prevedere ciò che sta per sentire. Per esaminare la questione, gli esperti hanno arruolato un campione di 47 volontari, ai quali sono state mostrate delle immagini su uno schermo. I partecipanti hanno poi ascoltato alcune parole associate alla fotografia, e prima della comparsa dello stimolo uditivo, i ricercatori hanno identificato la presenza di attività cerebrale nella corteccia uditiva primaria, vale a dire la regione del cervello responsabile dell'elaborazione delle informazioni uditive.

Questa è la prova evidente che le regioni uditive non rispondono passivamente allo stimolo che ha un impatto sul nostro orecchio, ma in realtà prevedono qualcosa in anticipo

spiegano gli autori dello studio, i quali sottolineano che sapere come funziona il cervello in questo senso potrebbe aiutare a sviluppare trattamenti più efficaci per alcuni disturbi correlati alla previsione da parte del cervello. Molti disordini hanno infatti a che fare con i disturbi del sistema predittivo.
Nel caso di disturbi linguistici come la dislessia,

aggiungono gli autori dello studio
se il cervello riuscisse a sincronizzarsi meglio con le onde sonore che sente, il problema fonologico dei dislessici potrebbe essere alleviato.

via | MedicalXpress
Foto da iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Psicologia: il cervello predice le parole prima di sentirle é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 19:00 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Alzheimer: il video commovente della nonna che riconosce la nipote Sat, 22 Sep 2018 16:49:21 +0000 http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/600741/alzheimer-video-commovente-nonna-riconosce-nipote http://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/600741/alzheimer-video-commovente-nonna-riconosce-nipote Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

alzheimer nonna nipote video

Una nonna malata di Alzheimer riconosce per un attimo la nipote e le dice “ti amo”: il video, pubblicato sui social network è diventato rapidamente virale e sta commuovendo il mondo intero. Molti utenti, infatti, hanno commentato il video e lo hanno condiviso, poiché certe esperienze di vita lasciano letteralmente senza fiato. I malati di Alzheimer, infatti, hanno rari momenti di lucidità, ma anche uno solo di questi può regalare emozioni impagabili. Il video in questione, lo conferma senza se e senza ma.

Nella breve clip, infatti, si vede la ragazza che imbocca la nonna, che sembra essere abbastanza assente. Ad un certo punto, però, l’anziana alza lo sguardo e dopo aver ammirato la nipote per qualche attimo, le dice “ti amo”, prima che entrambe scoppino a piangere.


PROSEGUI LA LETTURA

Alzheimer: il video commovente della nonna che riconosce la nipote é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:49 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Casalino: "Violata riservatezza". Conte: "Piena fiducia" Sat, 22 Sep 2018 16:17:18 +0000 http://www.polisblog.it/post/402397/casalino-violata-riservatezza-conte-piena-fiducia http://www.polisblog.it/post/402397/casalino-violata-riservatezza-conte-piena-fiducia Redazionali Blogo.it Redazionali Blogo.it

Rocco Casalino è passato al contrattacco dopo la diffusione dell'audio nel quale suggeriva a due giornalisti cosa scrivere, chiedendo contestualmente di celare la fonte della notizia. Nell'audio, diventato di pubblico dominio, Casalino annunciava una 'megavendetta' nei confronti dei dirigenti del Mef, accusati di fare ostruzionismo.

Casalino ha precisato che l'audio in questione è stato diffuso senza il suo consenso ed ha sottolineato la gravità di questo gesto: "Sta circolando un messaggio-audio che riproduce la mia voce in una conversazione assolutamente privata avuta con due giornalisti. La pubblicazione vìola il principio costituzionale di tutela della riservatezza delle comunicazioni e, nel caso fosse accertato che sia stato volontariamente diffuso ad opera dei destinatari del messaggio, le più elementari regole deontologiche che impongono riserbo in questa tipologia di scambi di opinioni. Questo dovrebbe bastare a interrompere qui le mie precisazioni".

Poi Casalino è entrato nel merito, ridimensionando le sue affermazioni: "Tuttavia, il delicato incarico di portavoce del Presidente del Consiglio dei Ministri mi impone di chiarire che i contenuti di quella conversazione sono da considerare alla stregua di una libera esternazione, espressa in termini certamente coloriti ma che pure si spiegano in ragione della natura riservata della conversazione, che non cela nessun proposito da perseguire in concreto, ma più una sensibilità presente all'interno del M5S e che era mia premura rappresentare".

Le parole di Casalino hanno soddisfatto il Premier, che non ha voluto commentare il contenuto dell'audio 'trafugato': "Le dichiarazioni del mio portavoce Rocco Casalino hanno chiarito che la diffusione dell’audio che sta circolando in queste ore configura condotte gravemente illegittime che tradiscono fondamentali principi costituzionali e deontologici. Chiarito che trattasi di un messaggio privato, mi rifiuto finanche di entrare nel merito dei suoi contenuti. Ribadisco la piena fiducia del mio portavoce".

PROSEGUI LA LETTURA

Casalino: "Violata riservatezza". Conte: "Piena fiducia" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:17 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Tularemia, diffusione in Italia: sintomi e terapia Sat, 22 Sep 2018 16:11:47 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578056/tularemia-diffusione-italia-sintomi-terapia http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578056/tularemia-diffusione-italia-sintomi-terapia Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Tularemia

Tularemia, qual è la diffusione in Italia? Quali sono i sintomi e la terapia? Stiamo parlando di una zoonosi batterica che si manifesta in forme diverse a seconda della via di contagio e in base alla virulenza dell'agente patogeno. Il contagio può avvenire attraverso il contatto con animali infetti, ingerendo acqua contaminata o mangiando carne poco cotta di animali infetti. Anche la puntura di artropodi come le zecche può essere una via di contagio.

L'uomo può essere contagiato attraverso vettori come zecche, insetti, parassiti, gatti, acqua, carni contaminate e anche inalazioni di aerosol.

La tularemia, provocata dal Francisella tularensis (o Pasteurella tularensis), ha un periodo di incubazione che varia da 1 a 14 giorni, anche se la media è di 3-5 giorni. Può manifestarsi in diverse dorme a seconda della via di contagio:


  • Forma cutanea o ulcero ghiandolare (la forma più frequente derivante dalla trasmissione di zecche)

  • Ghiandolare

  • Oculo-ghiandolare

  • Gastrointestinale

  • Polmonare

  • Setticemica

  • Tifoidea


Tularemia, diffusione in Italia


Secondo i dati dell'Istituto Superiore di Sanità, in Italia dal 1992 al 1998 sono stati segnalati 61 casi, per una morbosità pari a 0,02 casi su 100mila abitanti.

Sintomi della Tularemia


I sintomi variano a seconda della via di contagio e della virulenza dell'agente patogeno. Di solito si nota ulcera localizzata nel punto in cui l'agente si introduce nell'organismo e si può notare anche gonfiore dei linfonodi relativi. In caso di puntura da zecca, la tumefazione dei linfonodi è dolorosa e può anche essere associata a febbre e malessere generale.

Tularemia, terapia


La diagnosi viene fatta in base al quadro clinico e attraverso la scoperta di un aumento di anticorpi specifici nel siero (solitamente compaiono nella seconda settimana di malattia). La terapia dovrebbe cominciare il prima possibile, perché le forme più gravi sono altamente letali, con rischio di morte del 15-30 per cento e oltre nelle forme non trattate. La terapia solitamente consigliata è a base di streptomicina, gentamicina, cloramfenicolo, ciprofloxacina o doxiciclina.

Foto iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Tularemia, diffusione in Italia: sintomi e terapia é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 18:11 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Pd e Forza Italia contro Casalino: "Si deve dimettere" Sat, 22 Sep 2018 15:22:41 +0000 http://www.polisblog.it/post/402389/pd-e-forza-italia-contro-casalino-si-deve-dimettere http://www.polisblog.it/post/402389/pd-e-forza-italia-contro-casalino-si-deve-dimettere redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Giornate difficili per Rocco Casalino. Nei giorni scorsi è finito al centro del dibattito per il suo stipendio da 6mila euro netti al mese, mentre oggi è finito nella bufera per una registrazione WhatsApp diffusa dalla stampa nazionale. Casalino, rivolgendosi ad alcuni giornalisti, ha confermato il clima di forte tensione con i dirigenti del Mef, accusati di fare ostruzionismo ai danni del Governo. Per questo motivo, secondo quanto sostenuto da Casalino, il Movimento 5 Stelle starebbe già preparando "una megavendetta" in vista del 2019.

Dai partiti di opposizione sono arrivate reazioni furenti. Emanuele Fiano del Partito Democratico ha chiesto le sue dimissioni: "Il portavoce di Conte, Rocco Casalino, deve dimettersi le istituzioni non sono roba loro. Noi non possiamo accettare che si calpestino le più elementari regole della Democrazia". Dello stesso avviso Maurizio Martina: "Le parole del portavoce del premier, Rocco Casalino, sono inaudite. Se Conte ha un minimo di senso delle istituzioni lo allontani immediatamente".

Al coro si è unito anche Matteo Orfini, che si è rivolto direttamente a Giuseppe Conte: "Presidente Conte, dimostri di avere un briciolo di autonomia e allontani questa gente indegna". Anche Andrea Romano ha puntato il dito contro il Premier: "La voce del governo italiano è quella di un picchiatore che minaccia giornalisti e funzionari dello Stato. Se Conte avesse davvero a cuore la dignità della sua funzione - e se fosse minimamente autonomo - dovrebbe immediatamente cacciare Casalino".

L'eurodeputata Pina Picierno ha invece tirato in ballo la Casaleggio Associati, ponendo alcuni interrogativi: "Conte sapeva delle minacce che Rocco Casalino riservava al ministro dell'Economia Tria? Chi è il vero mandante di Casalino? Conte e la Presidenza del Consiglio che ogni mese lo paga lautamente o la Casaleggio Associati che ha trovato una potente cassa di risonanza dei propri desiderata da far pagare ai contribuenti italiani? Conte chiarisca immediatamente e valuti se può ancora il governo italiano pagare di tasca propria un dipendente di una società privata che evidentemente non lavora per la Presidenza del suo consiglio".

Anche Michele Anzaldi, sempre attivissimo sui social, ha detto la sua: "Con le sue minacce e insulti ai dirigenti e funzionari del Ministero dell'Economia, Rocco Casalino mette in campo un'evidente operazione di distrazione di massa. Stavolta, però il portavoce e capo ufficio stampa di palazzo Chigi, pagato dagli italiani, ha passato il segno: ha violato in maniera grave e consapevole il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici e gli Obblighi del dipendente. Va sanzionato e licenziato".

Dello stesso avviso anche il forzista Maurizio Gasparri: "Se un qualsiasi altro portavoce di governo avesse fatto quello che ha fatto Casalino sarebbe stato costretto alle dimissioni immediate. Minacce nei confronti dei dirigenti del Ministero del Tesoro diffuse con whatsapp sonori per far capire chi comanda. Una vergogna assoluta. Ma Conte e Tria possono tollerare, dopo questo episodio, che questo personaggio ricopra ancora questo incarico?".

PROSEGUI LA LETTURA

Pd e Forza Italia contro Casalino: "Si deve dimettere" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:22 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Atreju 2018, Salvini: "Con Berlusconi solo accordi locali. Raggi a Roma poteva fare di più" Sat, 22 Sep 2018 11:41:49 +0000 http://www.polisblog.it/post/402382/atreju-2018-salvini-con-berlusconi-solo-accordi-locali-raggi-a-roma-poteva-fare-di-piu http://www.polisblog.it/post/402382/atreju-2018-salvini-con-berlusconi-solo-accordi-locali-raggi-a-roma-poteva-fare-di-piu redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Matteo Salvini Atreju

Matteo Salvini stamattina ha partecipato alla festa di Atreju organizzata da Fratelli d'Italia (è stata fondata da Giorgia Meloni 20 anni fa), una manifestazione di destra, alla quale però vengono spesso invitati anche personaggi di sinistra e "avversari" politici. Non poteva di certo mancare il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini, leader della Lega e alleato di Fdi e Forza Italia.

Proprio questa alleanza è stata argomento principale del suo intervento, ma, rispetto a quanto detto e scritto nei giorni scorsi, di una rinascita del centrodestra, Salvini ci ha tenuto a precisare che gli accordi con Berlusconi sono solo locali. In fondo l'ok per Marcello Foa presidente della Rai nel frattempo lo ha ottenuto...

In particolare Salvini oggi ha detto:

"Ma no, no. io vado da Berlusconi e parlo solo di accordi locali. Non c’è nessuna strategia del doppio forno. Il governo durerà cinque anni. Lo dico perché ci credo davvero. Quando io prendo un impegno, lo voglio rispettare. Poi ovviamentesiamo nelle mani di Dio e di Fico, ovviamente a livello più basso, in quest'ultimo caso”

Insomma, per far capire che se il governo salta è colpa dei grillini o di un certo tipo di grillini, quelli di sinistra come Roberto Fico. E a proposito di "grillini", Salvini ha criticato l'operato della sindaca di Roma Virginia Raggi dicendo "la penso come la pensano molti cittadini, tantissimi romani che da Raggi si aspettavano molto e molto di più: ogni giorno in macchina è un rally. La città potrebbe essere più bella, più pulita e ordinata". Salvini ha parlato anche di Elezioni Europee, previste nel 2019, e ha spiegato qual è il suo obiettivo:

"L'obiettivo è far uscire i socialisti puntando a un'alleanza fra populisti e popolari. Naturalmente alla Orban e non alla Juncker. Anche perché io con il Lussemburgo non ho un buon rapporto"

Intanto, da Fiuggi, è arrivata la replica di Antonio Tajani di Forza Italia, che ha commentato:

"Salvini cerca di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Ma credo che questo matrimonio tra Lega e M5s non sia un matrimonio di lunga durata. Sarà alla fine anche lui portato a dar vita a una coalizione di centrodestra anche per far nascere un nuovo governo. Non bastano le frasi roboanti, chiudere i porti, proclamare di volere fare come l’Austria o l’Ungheria. Perché se facessimo così gli immigrati resterebbero in Italia"

PROSEGUI LA LETTURA

Atreju 2018, Salvini: "Con Berlusconi solo accordi locali. Raggi a Roma poteva fare di più" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:41 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Bari, aggressione contro manifestanti di un corteo antirazzista. Salvini: "Galera per chi pesta" Sat, 22 Sep 2018 10:26:04 +0000 http://www.polisblog.it/post/402378/bari-aggressione-contro-manifestanti-di-un-corteo-antirazzista-salvini-galera-per-chi-pesta http://www.polisblog.it/post/402378/bari-aggressione-contro-manifestanti-di-un-corteo-antirazzista-salvini-galera-per-chi-pesta redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Aggressione Bari fascisti

A Bari ieri c'è stato un corteo antirazzista, ma in tarda serata, nel quartiere Libertà, c'è stato uno scontro tra alcuni membri del gruppo "Mai con Salvini" e altri di Casapound. Tre persone del gruppo che manifestava contro il razzismo sono state ferite, tra di loro Antonio Perillo, assistente dell'eurodeputata Eleonora Forenza di Potere al Popolo, anch'ella finita in ospedale per un attacco d'ansia.

La manifestazione di ieri, che ha visto la partecipazione di circa 300 persone, era organizzata già da tempo, in realtà perché ci sarebbe dovuta essere una visita di Matteo Salvini che, però, è stata anticipata al 13 settembre.

Gli inquirenti stanno indagando per identificare gli aggressori, che sarebbero cinque o sei persone armate di mazze e cinghie. Anche i furgoni della polizia sono stati danneggiati con bombolette spray. C'è chi parla di un'aggressione "squadrista", mentre i militanti di Casapound hanno detto di essere stati provocati e insultati e di aver reagito di conseguenza. Casapound, di cui una trentina di militanti sono già stati identificati, ha diffuso una nota in cui ha scritto:

"Come mostrano chiaramente le foto che abbiamo diffuso il corteo era finito da tempo in un’altra zona della città ma gli antifascisti invece di disperdersi hanno cercato di arrivare in via Eritrea, dov'è la nostra sede, per assaltarla. Non stupisce che in mezzo a loro ci fosse l'europarlamentare di Potere al Popolo Eleonora Forenza, da sempre vicina ai centri sociali, come esponenti dei centri sociali sono i suoi collaboratori. Quello di cui possono accusarci è solo di aver difeso il nostro diritto a esistere di fronte a chi ci vorrebbe cancellare dalla faccia della terra"

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha commentato su Facebook:

"L'aggressione di ieri sera a un gruppo di manifestanti al termine di un corteo pacifico antirazzista è un fatto gravissimo. Spero che i responsabili siano puniti. Ma noi tutti sappiamo che esistono dei mandanti morali. Sono tutti quelli che ogni giorno, subdolamente, con parole di finto buonsenso, alimentano un clima di odio, di pregiudizio, di violenza"

Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali ha detto:

"L'aggressione fascista avvenuta stanotte a Bari, nella città in cui fu ucciso Benedetto Petrone, è inaccettabile, non doveva accadere, non deve più accadere e non può rimanere impunita. Ci aspettiamo che gli squadristi responsabili dell’aggressione siano assicurati subito alla giustizia, e sia chiarito perché non sia stata impedita dalle forze dell’ordine"

Foto e Video © Facebook Eleonora Forenza

PROSEGUI LA LETTURA

Bari, aggressione contro manifestanti di un corteo antirazzista. Salvini: "Galera per chi pesta" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:26 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Il prete consigliere del ministro Fontana: "I gay sono istigati dal demonio" Sat, 22 Sep 2018 08:46:34 +0000 http://www.polisblog.it/post/402375/il-prete-consigliere-del-ministro-fontana-i-gay-sono-istigati-dal-demonio http://www.polisblog.it/post/402375/il-prete-consigliere-del-ministro-fontana-i-gay-sono-istigati-dal-demonio Redazionali Blogo.it Redazionali Blogo.it

Il consigliere spirituale del ministro Lorenzo Fontana

Secondo quanto rivela l'Espresso nel numero in edicola domani, il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana ha un consigliere spirituale, un prete brasiliano, Don Vilmar Pavesi, che officia nella chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini a Roma e sarebbe molto vicino anche a Matteo Salvini e ad altri politici che frequentano assiduamente la sua parrocchia. È considerato il parroco della Lega e ha posizioni estremiste, che rimandano al Medioevo.

Vediamo alcune delle dichiarazioni che Don Vilmar Pavesi ha rilasciato alla giornalista dell'Espresso Elena Testi. Sulle donne dice:

"In questa Chiesa vengono solo uomini perché ci vuole uno sforzo mentale per seguire la messa in latino"

Sui gay dà il meglio di sé...

"L'omosessualità è sempre stata qualificata come un peccato contro natura. I gay sono istigati dal diavolo, dietro ogni peccato di sensualità e lussuria c'è la mano del maligno"

Ovviamente non sia mai che si possa considerare lecito l'aborto, che lui considera "un crimine". Ma non basta, perché a farci capire come mai questo prete piaccia tanto alla Lega ci sono anche le sue posizioni contro i migranti. Che non sono quelle dettate dalla Chiesa di Papa Francesco, che invita all'accoglienza, perché secondo lui i migranti non scappano dalle guerre e bisognerebbe tornare agli antichi regni italici.

Dai suoi discorsi emerge come Don Vilmar Pavesi abbia posizioni davvero medievali (e non è un caso che reciti la messa in latino) e guardi a una nuova alleanza tra trono e altare, parlando di gerarchie, dipendenza e legame.

PROSEGUI LA LETTURA

Il prete consigliere del ministro Fontana: "I gay sono istigati dal demonio" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:46 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Fico alla festa di Leu contro Orbán, la pace fiscale e lo stop alle Ong Sat, 22 Sep 2018 08:09:25 +0000 http://www.polisblog.it/post/402371/fico-alla-festa-di-leu-contro-orban-la-pace-fiscale-e-lo-stop-alle-ong http://www.polisblog.it/post/402371/fico-alla-festa-di-leu-contro-orban-la-pace-fiscale-e-lo-stop-alle-ong redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Roberto Fico con Maurizio Martina e Roberto Speranza

Il Presidente della Camera Roberto Fico ieri sera ha partecipato alla festa di Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista - Liberi e Uguali e ha confermato ancora una volta di essere l'anima di sinistra del MoVimento 5 Stelle, anche se questo gli costa un po' in questo periodo, visto che chi è impegnato al governo, invece, sembra avvicinarsi sempre più a posizioni di destra a causa della collaborazione con la Lega. Forte del suo ruolo istituzionale e sostanzialmente super partes, Fico non si lascia condizionare dai compagni del MoVimento che fanno parte del governo Conte, come Di Maio e Toninelli, ma continua a esprimere il suo pensiero, tanto da meritarsi un invito da parte di Roberto Speranza che gli ha detto: "Noi conserviamo sempre una tessera per te in un angolino perché alcune cose che dici sono più a sinistra di noi".

Ieri sera, infatti, di cose di sinistra Fico ne ha dette parecchie. Intanto si è scagliato contro il Premier ungherese Viktor Orbán, molto amico di Matteo Salvini, dicendo:

"Il punto centrale è che Europa vogliamo costruire. I paesi di Visegrad e Orbán non fanno gli interessi degli italiani perché se tu non vuoi accogliere gli immigrati che arrivano in Italia costruisci un Europa chiusa ed egoista"

Poi ha parlato delle vite da salvare in mare. Poche ore prima Luigi Di Maio aveva esultato per il fatto che non ci siano più navi di Ong nel Mediterraneo, invece il Presidente della Camera ha detto:

"L’Italia deve salvare tutte le vite umane in mare. Se ci riesce da sola bene, altrimenti chiede aiuto all’Europa"

e ha sottolineato come i salvataggi non possano essere lasciati alla Libia, perché non è in grado di occuparsene.

C'è stata poi qualche frecciatina sull'alleato di sempre di Salvini, Silvio Berlusconi, e a tal proposito Fico ha detto che "occorre varare una legge sul conflitto di interessi e quella sui tetti pubblicitari in Tv", e, a proposito della scelta di Marcello Foa come presidente della Rai, Fico ha parlato di "silenzio colpevole di M5s sull'accordo di Arcore sulla presidenza Rai". Sempre contro la politica della Lega, ha parlato della pace fiscale e ha detto: "Sono contrario a ogni tipo di condono fiscale, comunque si chiami questo condono fiscale".

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, Fico ha detto:

"La guerra tra poveri non va mai bene, non è mai auspicabile. Il provvedimento lo stanno elaborando con il ministro dell'Economia, che sta cercando con fatica il modo di attuarlo. Vedremo come sarà scritto, cosa si intende con cittadinanza italiana, perché ci sono tanti cittadini italiani di altre nazionalità. Vedremo come sarà scritta la legge"

Poi ha anche parlato del suo ruolo nel MoVimento 5 Stelle, sottolineando come il suo lavoro consista nel "sintetizzare le diverse posizioni, nell'interesse del Paese" e ricordando che all'inizio nel MoVimento "c'erano persone con posizioni di sinistra e di destra, ma che cercavano di lavorare per costruire un qualcosa che andasse oltre nell'interesse delle nostre città e dei nostri territori".

Ieri sera era ospite anche Maurizio Martina, che ha detto che il Pd avrebbe dovuto prendere come una sfida al M5S le trattative che poi non furono avviate per l'opposizione dei renziani nel periodo subito dopo le elezioni, quando Lega e M5S sembravano essersi allontanati. Martina ha chiesto a Fico di "sfidare i tanti che nel suo M5S si voltano dell'altra parte su questioni fondamentali come i diritti umani e il rispetto della Costituzione".

PROSEGUI LA LETTURA

Fico alla festa di Leu contro Orbán, la pace fiscale e lo stop alle Ong é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:09 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Video, la minaccia di Casalino: "Siamo pronti a far fuori quelle m...e del ministero dell'Economia" Sat, 22 Sep 2018 07:15:16 +0000 http://www.polisblog.it/post/402367/video-la-minaccia-di-casalino-siamo-pronti-a-far-fuori-quelle-m-e-del-ministero-delleconomia http://www.polisblog.it/post/402367/video-la-minaccia-di-casalino-siamo-pronti-a-far-fuori-quelle-m-e-del-ministero-delleconomia redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Rocco Casalino audio

È stato diffuso un audio in cui Rocco Casalino (o un suo bravissimo imitatore...) parla con un giornalista e gli suggerisce cosa scrivere, chiedendogli però di essere riportato solo come "fonte parlamentare" e non con il suo nome e cognome e soprattutto con il suo ruolo di portavoce della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nell'audio, che potete sentire cliccando sul video alla fine del post, Casalino dice:

"Se vuoi far uscire una cosa simpatica metti che nel Movimento è pronta la mega vendetta: scrivi che se non dovessero uscire i soldi per il reddito di cittadinanza, fonti parlamentari dei Cinque stelle giurano che per tutto il 2019 ci dedicheremo a far fuori una marea di gente del Mef. Non ce ne fregherà niente, sarà veramente una cosa coi coltelli"

Poi aggiunge:

"Ormai si è capito che Tria c'entra relativamente, ma al ministero c'è una serie di persone, lì da decenni, che proteggono il solito sistema e non ci fanno capire dove si possono trovare nel bilancio questi 10 miliardi del c@zzo"

E sottolinea come 10 miliardi siano sostanzialmente pochi e che manovre da 20-30 miliardi le fanno tutti i governi. Casalino si scaglia contro i "pezzi di merd@" del Ministero dell'Economia (il Mef) colpevoli di non riuscire a trovare i soldi per poter far partire il reddito di cittadinanza con la legge di Bilancio, per questo, se effettivamente non partirà, il MoVimento 5 Stelle si impegnerà nel 2019 a far fuori queste persone che lavorano al Mef e che, secondo Casalino, fanno parte del "sistema", perché stanno lì da anni e non spiegano le voci di bilancio. Poiché Casalino stava parlando con un giornalista, è chiaro che voleva che questa notizia uscisse, la stava praticamente dettando, seppur usando termini abbastanza forti. È più lecito pensare che sia una sorta di minaccia per spingere chi di dovere a trovare i soldi per consentire al M5S di mantenere le promesse elettorali.

PROSEGUI LA LETTURA

Video, la minaccia di Casalino: "Siamo pronti a far fuori quelle m...e del ministero dell'Economia" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:15 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Farmaci gratis per migranti e bisognosi: arrivano le Farmacie solidali Sat, 22 Sep 2018 06:00:07 +0000 http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578130/farmaci-gratis-per-migranti-e-bisognosi-arrivano-le-farmacie-solidali http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/578130/farmaci-gratis-per-migranti-e-bisognosi-arrivano-le-farmacie-solidali Maria Vasta Maria Vasta

Farmaci gratis

Farmaci gratis per migranti e bisognosi: consiste in questo il nuovo progetto pilota "Farmacie di strada", lanciato in occasione dell'Assemblea pubblica 2018 di Assogenerici, che ha l’obiettivo di contrastare la diffusione di patologie collegate alla povertà o alla difficoltà ad accedere alle cure necessarie. Un problema che purtroppo interessa molte persone in Italia. La nuova iniziativa è stata proposta dall'Istituto di Medicina Solidale Onlus (IMES), e sarà inaugurata in due ambulatori, quello di Tor Bella Monaca (un quartiere in cui si registra il più alto indice di povertà a Roma) e quello a Piazza San Pietro, sotto il colonnato del Bernini.

L’esperimento durerà 12 mesi, durante i quali delle "Farmacie di strada" forniranno i farmaci necessari alle persone bisognose. Il Banco Farmaceutico gestirà la raccolta e la distribuzione di tali farmaci, che potranno essere donati dai cittadini e dalle aziende. Farmacisti volontari che aderiscono alla Federazione nazionale degli Ordini dei farmacisti (Fofi) distribuiranno invece i prodotti, seguendo sempre le prescrizioni mediche rilasciate negli ambulatori solidali.

Fra i principali obiettivi di questo importante e ammirevole progetto, i suoi creatori segnalano una riduzione dello spreco dei farmaci e la diminuzione degli accessi "inopportuni" al Pronto soccorso.

via | Ansa
Foto da iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Farmaci gratis per migranti e bisognosi: arrivano le Farmacie solidali é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 08:00 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Manovra, Lega soddisfatta dopo il vertice: "Intesa su quota 100 e taglio Ires" Fri, 21 Sep 2018 20:51:02 +0000 http://www.polisblog.it/post/402359/manovra-lega-soddisfatta-dopo-il-vertice-intesa-su-quota-100-e-taglio-ires http://www.polisblog.it/post/402359/manovra-lega-soddisfatta-dopo-il-vertice-intesa-su-quota-100-e-taglio-ires redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Il confronto tra Tria e i rappresentanti dei partiti di maggioranza ha soddisfatto la Lega. Questo è quanto filtra dopo il vertice di oggi, nel quale il Ministro dell'Economia ha fatto il punto sugli obiettivi programmatici da attuare in vista della legge di bilancio. Fonti della Lega hanno riferito che "Tria ha preso atto della volontà politica della Lega e del Movimento 5 Stelle di realizzare formule importanti di cambiamento, dal reddito di cittadinanza per gli italiani alla riforma delle pensioni".

Luigi Di Maio ha invece parlato attraverso Facebook a nome del Movimento 5 Stelle, ma è parso più cauto: "Ho avuto notizie dalla riunione economica di oggi a palazzo Chigi. Si sono fatti passi in avanti perché il nostro obiettivo è applicare il reddito di cittadinanza, superare la legge Fornero e abbassare tasse con un sistema di flat tax. Ma bisogna fare ancora passi avanti".

La Lega è pronta a trovare soluzioni, sempre con l'obiettivo di non ritoccare l'Iva: "Ora c'è l'impegno di tutti ad affinare le proposte e dello stesso ministro Tria a cercare soluzioni, con l'ottica di realizzare la maggior parte delle misure, anche le più costose, con coperture che abbiano un basso impatto sui conti pubblici e comunque senza aumentare le tasse e l'Iva".

Tra gli obiettivi da realizzare c'è "quota 100" per le pensioni, nella formula di 62 anni di età e 38 di contributi. L'altro obiettivo è quello di ridurre l'Ires, una misura che comporterebbe "un risparmio per le imprese di quasi un miliardo di euro" secondo il leghista Massimo Bitonci, sottosegretario al Tesoro.

PROSEGUI LA LETTURA

Manovra, Lega soddisfatta dopo il vertice: "Intesa su quota 100 e taglio Ires" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 22:51 di Friday 21 September 2018

]]>
0
Emiliano: "Toninelli? Un imbambolato protoleghista" Fri, 21 Sep 2018 17:56:33 +0000 http://www.polisblog.it/post/402350/emiliano-toninelli-un-imbambolato-protoleghista http://www.polisblog.it/post/402350/emiliano-toninelli-un-imbambolato-protoleghista redazione Blogo.it redazione Blogo.it

A margine di un convegno organizzato a Brindisi da Farmindustria, il Governatore della Puglia, Michele Emiliano, ha parlato del suo rapporto con l'attuale Governo. L'ex sindaco di Bari ha speso belle parole nei confronti di Di Maio, con il quale ha collaborato per la questione Ilva, ma ha contestualmente attaccato Toninelli: "Con il ministro Luigi Di Maio abbiamo fatto un buon lavoro, adesso vedremo sul piano ambientale dell'Ilva se questo mio ottimismo verrà confermato, perché è chiaro che se la fabbrica verrà decarbonizzata, noi allora abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Sono molto soddisfatto nel rapporto con Di Maio, gli altri ministri li vedo imbambolati in molte parti. Soprattutto Toninelli".

Emiliano ha fatto riferimento alla nomina, operata da Toninelli, nel cda delle Ferrovie Appulo Lucane dell'avvocato Francesco Cavallo, poi costretto a rinunciare all'incarico 'per una questione di opportunità' vestendo i panni di imputato in un processo per truffa: "Si fa portare a mano dai locali, senza considerare ovviamente che spesso i locali hanno esigenze diverse, trasformare in un consigliere d'amministrazione di una delle più grandi società di trasporto pugliesi, il portaborse credo di Andrea Caroppo (consigliere regionale in quota Lega, ndr) in Regione, e poi doverlo far dimettere, è una di quelle cose che si evitano se con il più grande investitore sulle Fal si arriva a una discussione leale e corretta".

Il Governatore ha poi accusato Toninelli di non curare gli interessi del sud Italia: "Sulle periferie stiamo con Anci. Mi pare che sempre Toninelli, che è del Nord, fa quello che fanno sempre quelli del nord. Si è accorto che c'erano molti soldi per le periferie del Sud, ha buttato la mano nella tasca dei brindisini, dei tarantini e dei foggiani, e ha portato via diverse decine di milioni di euro. E' giusta questa cosa?".

Secondo Emiliano, il Ministro Toninelli sarebbe più vicino alla Lega per i modi di fare che al Movimento 5 Stelle: "Peraltro con uno stile protoleghista se Toninelli è leghista lo dica. Mi aspettavo dal M5S un altro modello. Una discussione in Conferenza delle Regioni, per vedere chi ha più bisogno. Il mio giudizio sul movimento rimane positivo, ma do il mio contributo sottolineando le cadute di stile e sostanza in cui alcuni ministri cadono. Ci mancherebbe, non ho fatto sconti al mio partito ora dovrei fare sconti al M5s?".

PROSEGUI LA LETTURA

Emiliano: "Toninelli? Un imbambolato protoleghista" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 19:56 di Friday 21 September 2018

]]>
0