it_IT Motori Blogo.it - Ultime notizie della sezione Motori Sun, 23 Sep 2018 03:23:36 +0000 Sun, 23 Sep 2018 03:23:36 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/motori 2004-2014 Blogo.it MotoGP Aragon 2018: diretta gara LIVE Sun, 23 Sep 2018 01:07:45 +0000 http://www.motoblog.it/post/920124/motogp-aragon-2018-diretta-streaming-gara-23-settembre-live http://www.motoblog.it/post/920124/motogp-aragon-2018-diretta-streaming-gara-23-settembre-live Mirko Nicolino Mirko Nicolino

motogp aragon 2018 gara live

MotoGP Aragon 2018, gara in diretta oggi, domenica 23 settembre ore 14:00. Il campionato del mondo sembra essere ormai nelle mani di Marc Marquez, ma le Ducati vogliono provare a coltivale ultime speranze di strappare la corona iridata allo spagnolo della Honda. Con una Q2 strepitosa, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso hanno infatti relegato in terza posizione il campione del mondo in carica che sembrava ormai essere sicuro della pole position. Il maiorchino partirà dunque in pole position con il compagno di team di fianco e visto che nelle libere ha avuto un ottimo passa gara, le emozioni non mancheranno in quella che è una pista solitamente molto “comoda” per Marquez.

La possibile sorpresa potrebbe essere Cal Crutchlow, che partirà in quarta posizione con la sua Honda, davanti ad un ottimo Andrea Iannone con la Suzuki.Niente da fare per Valentino Rossi, che ha cercato il settaggio ideale della sua Yamaha, senza però cavarne un ragno dal buco. Per il ‘dottore’, dunque, gara tutta in salita a partire dalla 17.a posizione in griglia. Lo scorso anno, il GP di Aragon 2017 fu vinto proprio da Marquez, davanti al compagno di team Dani Pedrosa e al connazionale Jorge Lorenzo su Ducati.

MotoGP Aragon 2018 | Griglia di partenza

1° J. Lorenzo
2° A. Dovizioso
3° M. Marquez
4° C. Crutchlow
5° A. Iannone
6° D. Pedrosa
7° D. Petrucci
8° A. Bautista
9° A. Rins
10° J. Miller
11° T. Nakagami
12° J. Zarco
13° A. Espargaro'
14° M. Vinales
15° B. Smith
16° K. Abraham
17° V. Rossi
18° H. Syahrin
19° F. Morbidelli
20° T. Luthi
21° S. Redding
22° X. Simeon
23° J. Torres

MotoGP Aragon 2018 | Diretta TV e streaming

Il GP di Aragon della MotoGP sarà trasmesso in diretta TV alle 14:00 su Sky Sport MotoGP HD. In streaming live, gli abbonati alla TV satellitare potranno guardare il gran premio anche su computer, tablet e smartphone grazie al servizio Sky Go. In differita, invece, appuntamento alle 21:15 su TV8.

MotoGP 2018 | Classifica piloti

1 Marc MARQUEZ | SPA | Honda | 221
2 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati | 154
3 Valentino ROSSI | ITA | Yamaha | 151
4 Jorge LORENZO | SPA | Ducati | 130
5 Maverick VIÑALES | SPA | Yamaha | 124
6 Cal CRUTCHLOW | GBR | Honda | 119
7 Johann ZARCO | FRA | Yamaha | 110
8 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati | 110
9 Andrea IANNONE | ITA | Suzuki | 92
10 Alex RINS | SPA | Suzuki | 79
11 Dani PEDROSA | SPA | Honda | 76
12 Alvaro BAUTISTA | SPA | Ducati | 64
13 Jack MILLER | AUS | Ducati | 61
14 Tito RABAT | SPA | Ducati | 35
15 Pol ESPARGARO | SPA | KTM | 32
16 Franco MORBIDELLI | ITA | Honda | 26
17 Hafizh SYAHRIN | MAL | Yamaha | 24
18 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia | 19
19 Bradley SMITH | GBR | KTM | 15
20 Takaaki NAKAGAMI | JPN | Honda | 14
21 Scott REDDING | GBR | Aprilia | 12
22 Mika KALLIO | FIN | KTM | 6
23 Karel ABRAHAM | CZE | Ducati | 4
24 Michele PIRRO | ITA | Ducati | 1

MotoGP 2018 | Classifica costruttori

1. HONDA 256
2. DUCATI 233
3. YAMAHA 194
4. SUZUKI 131
5. KTM 41
6. APRILIA 29

MotoGP 2018 | Classifica team

1. REPSOL HONDA TEAM 297
2. DUCATI TEAM 284
3. MOVISTAR YAMAHA MOTOGP 275
4. ALMA PRAMAC RACING 171
4. TEAM SUZUKI ECSTAR 171
6. MONSTER YAMAHA TECH3 134
7. LCR HONDA 133
8. ANGEL NIETO TEAM 68
9. RED BULL KTM FACTORY RACING 47
10. REALE AVINTIA RACING 35
12. APRILIA RACING TEAM GRESINI 31
13. EG 0,0 MARC VDS 26

PROSEGUI LA LETTURA

MotoGP Aragon 2018: diretta gara LIVE é stato pubblicato su Motoblog.it alle 03:07 di Sunday 23 September 2018

]]>
0
Pole-Lorenzo ad Aragon: "Avevo solo una possibilità!" Sat, 22 Sep 2018 17:47:48 +0000 http://www.motoblog.it/post/920082/motogp-aragon-2018-ducati-lorenzo-pole http://www.motoblog.it/post/920082/motogp-aragon-2018-ducati-lorenzo-pole Adriano Bestetti Adriano Bestetti

Con il fantastico crono di 1:46.881, lo spagnolo Jorge Lorenzo (Ducati Team) si è aggiudicato la pole position della MotoGP per il round del Motorland Aragon, 14° appuntamento stagionale, precedendo per soli 14 millesimi il compagno di squadra Andrea Dovizioso e di 79 il leader del Mondiale Marc Marquez (Honda Respol).

Per il fuoriclasse maiorchino - che ha messo a segno il suo best lap nelle ultimissime fasi della Q2 - si tratta della terza "partenza al palo" consecutiva dopo quelle di Misano e del round poi "neutralizzato" di Silverstone, quarta stagionale contando anche quella di Barcellona a metà Giugno, a sottolineare ancora una volta l'irresistibile crescita del suo feeling con la Desmosedici GP.

Al termine delle qualifiche di oggi, un sorridente Jorge Lorenzo ha così commentato l'ennesimo sabato trionfale per lui e per la Ducati:

"Ho aspettato molto per ottenere la mia prima pole position con Ducati, e adesso ne ho già ottenute tre consecutive per cui sono molto contento!"

"E’ stata una qualifica molto strana, con tutti i piloti si stavano aspettando ed io, che ero uscito per ultimo, ero preoccupato per il traffico che ho trovato in pista."

Anche il risultato "di squadra" è motivo di grossa soddisfazione per l'asso maiorchino, che si è detto decisamente ottimista anche in vista della gara di domani (clicca qui per orari e copertura TV):

"Sapevo che avevo solo una possibilità per fare un giro esplosivo, ho spinto al massimo e alla fine, nonostante qualche piccolo errore, ho strappato la pole ad Andrea, che è sempre stato molto veloce oggi. Un’altra doppietta Ducati in qualifica e sono davvero felice per tutta la squadra!"

"Domani la gara sarà un’altra storia, farà molto caldo e sarà dura anche fisicamente. Dovremo capire quale strategia sarà la migliore ma credo che abbiamo un grande ritmo e potremo lottare per la vittoria.”

PROSEGUI LA LETTURA

Pole-Lorenzo ad Aragon: "Avevo solo una possibilità!" é stato pubblicato su Motoblog.it alle 19:47 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Moto2 Aragon 2018: Brad Binder conquista la pole Sat, 22 Sep 2018 14:27:58 +0000 http://www.motoblog.it/post/920074/moto2-aragon-settembre-2018-qualifiche http://www.motoblog.it/post/920074/moto2-aragon-settembre-2018-qualifiche Umberto Schiavella Umberto Schiavella

Moto2 Aragon 2018: Brad Binder conquista la pole

Il rider sudafricano Brad Binder conquista la pole sul circuito spagnolo di Aragon con il tempo di 1:53.149. Seconda posizione per il tedesco Marcel Schrotter, terzo lo spagnolo Jorge Navarro. Quarta casella per Alex Marquez seguito da Francesco Bagnaia e Mattia Pasini.

Settimo posto per Fabio Quartararo, ottavo Lorenzo Baldassarri, nono Simone Corsi, chiude la top ten Luca Marini. Quindicesimo Joan Mir che precede Andrea Locatelli, Edgar Pons, Miguel Oliveira e Sam Lowes. Ventiduesimo Stefano Manzi, solo trentaduesimo Federico Fuligni.

Moto2 Aragon 2018: Brad Binder conquista la pole

PROSEGUI LA LETTURA

Moto2 Aragon 2018: Brad Binder conquista la pole é stato pubblicato su Motoblog.it alle 16:27 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
MotoGP, qualifiche: Jorge e Dovi, furie Rosse. Marquez beffato. Rossi 18° tempo! Sat, 22 Sep 2018 14:15:34 +0000 http://www.motoblog.it/post/920069/motogp-qualifiche-jorge-e-dovi-furie-rosse-marquez-beffato-rossi-18-tempo http://www.motoblog.it/post/920069/motogp-qualifiche-jorge-e-dovi-furie-rosse-marquez-beffato-rossi-18-tempo Massimo Falcioni Massimo Falcioni

MotoGP, qualifiche: Jorge e Dovi, furie Rosse. Marquez beffato. Rossi 18° tempo!

Aria calda qui ad Aragon. Anzi bollente. Venti di guerra in pista. Sono solo qualifiche? Che importa! Il cronometro non perdona, illude Marquez poi diventa beffa per lo spagnolo della Honda, con il treno Rosso (terza pole consecutiva) che irrompe come valanga con Lorenzo e Dovizioso imprendibili, forse un preludio di quel che in corsa avverrà domani.

La tensione è pesante più del sole che picchia sui 30 gradi con l’afa che pare moltiplicarli. Chi accende tardi la tv per una Q2 da non perdere cerca Rossi. Ma Valentino non c’è, chiuso nel box, stavolta col rospo nel gozzo, dopo il volo in FP3 e l’”onta” del fallimento dell’accesso alla Q2, confinato nella casella numero 18, da dove domani (sesta fila) partirà in gara per tentare un atteso quanto impossibile rimonta sui primi. Miracolo? Meglio dire, via crucis: per Rossi ma anche per gli altri piloti Yamaha, Vinales (unica Yamaha in Q2) e anche il “privat” (si fa per dire) Zarco: tris in piena bufera con le M1 indomabili, tori imbizzarriti, che scalciano, roteando su se stessi, senza… trazione. Si vedrà.

MotoGP, qualifiche: Jorge e Dovi, furie Rosse. Marquez beffato. Rossi 18° tempo!

Insomma, a Marquez – cui va l’onore di provarci sempre e non mollare mai anche se non si fa anche qui mancare una caduta in FP4 – non è bastato il pur superbo 1’46.960 (nel 2017 Vinales fece la pole in 1’47.635 su Lorenzo 1’47.735 e su Rossi 1’47.815) perché il maiorchino ha il dente avvelenato e fa saltare il banco (1’46.881!) relegando il compagno di squadra Dovi secondo a 14 millesimi di distacco (meno di un niente!).

All’asso della Honda non resta che fare buon viso a cattiva sorte sperando che le “beghe” dei due ducatisti gli diano una mano domani in una corsa che non può perdere. Giù il cappello di fronte a Jorge, Andrea, Marc, un tris d’assi che oggi ha fatto un altro sport, distaccati alla fine nel fazzoletto di 79 millesimi!

MotoGP, qualifiche: Jorge e Dovi, furie Rosse. Marquez beffato. Rossi 18° tempo!

Infatti, dopo la prima fila, c’è un fossato con il sempre presente Crutcholw terzo a quasi tre decimi (+0.265), con il ritrovato Iannone quarto (+0.288) più che contento di mettersi dietro una bella compagnia: 6° Pedrosa (+0.343), 7° Petrucci (+0.470), 8° Bautista (+0.797), 9° Rins (+0.856), 10° Miller (+0,911).

Ultima considerazione. Nel 2017 Lorenzo 2° tempo in 1’47.735 (oggi pole con 1’46.881!), Dovizioso 7° tempo in 1’48.137 (oggi secondo tempo in 1’46.895), Marquez 5° tempo in 1.47.963 e oggi 3° tempo 1’46.960. Rossi nel 2017, 3° tempo 1’47.815) e oggi 18° tempo in 1’48.627. Vinales nel 2017 in pole (1’47.635) e oggi 11° tempo in 1’47.810. No comment! Domani corsa molto importante ai fini di un campionato ancora aperto solo se Marquez non vince.

PROSEGUI LA LETTURA

MotoGP, qualifiche: Jorge e Dovi, furie Rosse. Marquez beffato. Rossi 18° tempo! é stato pubblicato su Motoblog.it alle 16:15 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
MotoGP Aragon 2018, griglia di partenza: Lorenzo in pole, Dovizioso 2°, Marquez 3° Sat, 22 Sep 2018 13:01:17 +0000 http://www.motoblog.it/post/919979/motogp-aragon-2018-diretta-streaming-qualifiche-22-settembre-live http://www.motoblog.it/post/919979/motogp-aragon-2018-diretta-streaming-qualifiche-22-settembre-live Mirko Nicolino Mirko Nicolino

motogp aragon 2018 pole lorenzo

MotoGP Aragon 2018, Ducati davanti a tutti in griglia di partenza. Jorge Lorenzo partirà in pole position domani in gara, con il compagno di team Andrea Dovizioso immediatamente alle sue spalle. La qualifica si è sostanzialmente decisa negli ultimissimi istanti della Q2, quando in un momento di confusione in cui nessuno voleva "tirare", Marc Marquez da padrone assoluto è scivolato addirittura in terza posizione con la sua Honda. Ottimo 5° posto per Andrea Iannone, mentre Valentino Rossi partirà addirittura 17°, un disastro senza se e senza ma per la sua Yamaha.


MotoGP Aragon 2018 | Griglia di partenza

motogp aragon 2108 griglia di partenza

[live_placement]

MotoGP Aragon 2018 | Qualifiche live

MotoGP Aragon 2018, qualifiche 22 settembre ore 14:10. Si prospetta un duello tra la Honda ufficiale di Marc Marquez e le Ducati di Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso nel Gran Premio motociclistico d'Aragona. Nelle prove libere, infatti, sono proprio queste le moto che hanno dimostrato di avere un passo migliore rispetto alla concorrenza. Occhio alla Honda LCR di Cal Crutchlow e alle Ducati del team Alma Pramac, che sono cresciute tanto nelle ultime settimane, mentre le Yamaha confermano di essere in difficoltà non riuscendo a lottare per le posizioni che contano. Di seguito, tutte le informazioni per seguire le qualifiche del GP di Aragon in diretta TV e streaming, oltre alla differita in chiaro.

MotoGP Aragon 2018 | Diretta TV e streaming

Le qualifiche del GP di Aragon saranno trasmesse in diretta TV alle 14:10 (si parte con la Q1 e poi alle 14:35 è in programma la Q2) su Sky Sport MotoGP HD. In streaming live potrete conoscere in tempo reale pole position e griglia di partenza su SkyGo, servizio accessibile tramite computer, tablet e smartphone. In differita, una sintesi delle qualifiche sarà trasmessa su TV8 alle 18:45.

MotoGP 2018 | Classifica piloti

1 Marc MARQUEZ | SPA | Honda | 221
2 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati | 154
3 Valentino ROSSI | ITA | Yamaha | 151
4 Jorge LORENZO | SPA | Ducati | 130
5 Maverick VIÑALES | SPA | Yamaha | 124
6 Cal CRUTCHLOW | GBR | Honda | 119
7 Johann ZARCO | FRA | Yamaha | 110
8 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati | 110
9 Andrea IANNONE | ITA | Suzuki | 92
10 Alex RINS | SPA | Suzuki | 79
11 Dani PEDROSA | SPA | Honda | 76
12 Alvaro BAUTISTA | SPA | Ducati | 64
13 Jack MILLER | AUS | Ducati | 61
14 Tito RABAT | SPA | Ducati | 35
15 Pol ESPARGARO | SPA | KTM | 32
16 Franco MORBIDELLI | ITA | Honda | 26
17 Hafizh SYAHRIN | MAL | Yamaha | 24
18 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia | 19
19 Bradley SMITH | GBR | KTM | 15
20 Takaaki NAKAGAMI | JPN | Honda | 14
21 Scott REDDING | GBR | Aprilia | 12
22 Mika KALLIO | FIN | KTM | 6
23 Karel ABRAHAM | CZE | Ducati | 4
24 Michele PIRRO | ITA | Ducati | 1

MotoGP 2018 | Classifica costruttori

1. HONDA 256
2. DUCATI 233
3. YAMAHA 194
4. SUZUKI 131
5. KTM 41
6. APRILIA 29

MotoGP 2018 | Classifica team

1. REPSOL HONDA TEAM 297
2. DUCATI TEAM 284
3. MOVISTAR YAMAHA MOTOGP 275
4. ALMA PRAMAC RACING 171
4. TEAM SUZUKI ECSTAR 171
6. MONSTER YAMAHA TECH3 134
7. LCR HONDA 133
8. ANGEL NIETO TEAM 68
9. RED BULL KTM FACTORY RACING 47
10. REALE AVINTIA RACING 35
12. APRILIA RACING TEAM GRESINI 31
13. EG 0,0 MARC VDS 26

PROSEGUI LA LETTURA

MotoGP Aragon 2018, griglia di partenza: Lorenzo in pole, Dovizioso 2°, Marquez 3° é stato pubblicato su Motoblog.it alle 15:01 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Moto3 Aragon, la “nona” di Martin. Bastianini in prima fila. Bezzecchi in seconda con Arbolino e Foggia Sat, 22 Sep 2018 12:42:52 +0000 http://www.motoblog.it/post/919992/moto3-aragon-la-nona-di-martin-bastianini-in-prima-fila-bezzecchi-in-seconda-con-arbolino-e-foggia http://www.motoblog.it/post/919992/moto3-aragon-la-nona-di-martin-bastianini-in-prima-fila-bezzecchi-in-seconda-con-arbolino-e-foggia Massimo Falcioni Massimo Falcioni

Moto3 Aragon, la “nona” di Martin. Bastianini in prima fila. Bezzecchi in seconda con Arbolino e Foggia

Contano o no le qualifiche in Moto3? Dire che determinano la griglia di partenza per la gara è una banalità. Che lasciano il segno è tutto da dimostrare perché, come si dice, la corsa è domani. Fatto sta che tutto l’affannarsi – prendendosi anche rischi non da poco – per limare quel decimino che ti fa guadagnare una casella dimostra che partire più avanti possibile è un vantaggio (non fosse altro sul piano psicologico) e che fare la pole, oltre che motivo d’orgoglio, dimostra sul campo il livello di competitività dei partecipanti.

La controprova viene da Jorge Martin che proprio al limite del tempo scaduto agguanta con un giro magico la pole (la nona fin qui nel 2018!) con un tempo stratosferico da record (1’57.066) capace non solo di abbattere il muro dell’1 e 58 (nel 2017 miglior tempo sempre dello stesso Martin in 1’58.067) ma di scavare un fossato profondo con gli immediati inseguitori.

In prima fila, accanto all’asso spagnolo del Team Gresini, entrano di forza proprio al limite della bandiera a scacchi Masia e Bastianini, pur se entrambi con il gap di oltre il mezzo secondo. Ancor peggio l’avversario numero uno di Martin in classifica generale, Marco Bezzecchi, solo sesto tempo (+0.789), ultimo della seconda fila dietro al ritrovato Foggia (+0.725) 5° e al sempre convincente Arbolino (+0.708) 4° e davanti ad Antonelli (+0.813) 7°, Rodrigo (+0.871) 8°, Canet (+0.887) 9° e a Di Giannantonio che chiude la top ten ma staccato di un secondo (+1.083) dal peso di un macigno.

Moto3 Aragon, la “nona” di Martin. Bastianini in prima fila. Bezzecchi in seconda con Arbolino e Foggia

Pensare che da 12 minuti alla fine del turno fino all’ultimo minuto le posizioni rimanevano invariate con 1° Rodrigo (1.57.937), 2° Bezzecchi, 3° Antonelli, 4° Foggia, 5° Bastianini, 6° Martin, 7° Arenas, 8° Bulega, 9° Canet, 10° Suzuki.

Poi il rush finale con gli scombussolamenti e la saetta di Martin (di fatto 9 decimi più veloce del miglior tempo fatto dal Bez in FP3!) che mette forte preoccupazione ai suoi avversari, specie a Bezzecchi. Brutta notizia finale: Antonelli retrocesso di ben 12 posizioni per “guida irresponsabile” (cioè troppo lento…) nelle FP3. Ciò fa guadagnare una posizione agli altri: con Bulega che passa da 14° a 13° (+1.383), Dalla Porta da 16° a 15° (+1.536), Migno 21° (+1.736), Nepa 27° (+2.535).

Moto3 Aragon, la “nona” di Martin. Bastianini in prima fila. Bezzecchi in seconda con Arbolino e Foggia

Distacchi davvero consistenti, specie per il vincitore dell’ultima gara iridata di Misano Dalla Porta, che non sarà facile colmare in gara domani. Nel 2017, dopo una corsa-trenino, vinse Mir in un volatone monstre su Di Giannantonio, Bastianini, Martin, Canet, MCPhee, Ramirez, Foggia, poi Fenati e Migno a un secondo poco più.

Sarà così anche domani? Se Martin scappa via, chi lo ferma? Per Bezzecchi serve una limata agli artigli e forse di più. Altrimenti, con un nuovo successo di Martin, il titolo per l’italiano diventa una chimera. Honda di nuovo più competitive?

PROSEGUI LA LETTURA

Moto3 Aragon, la “nona” di Martin. Bastianini in prima fila. Bezzecchi in seconda con Arbolino e Foggia é stato pubblicato su Motoblog.it alle 14:42 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Moto3 Aragon 2018: pole di Jorge Martin Sat, 22 Sep 2018 11:26:33 +0000 http://www.motoblog.it/post/919986/moto3-aragon-2018moto3-aragon-settembre-2018-qualifiche http://www.motoblog.it/post/919986/moto3-aragon-2018moto3-aragon-settembre-2018-qualifiche Umberto Schiavella Umberto Schiavella

Moto3 Aragon 2018: pole di Jorge Martin

Lo spagnolo Jorge Martin conquista la pole sul circuito spagnolo di Aragon con il tempo di 1:57.066. Seconda posizione per Jaume Masia, terzo Enea Bastianini. Seconda fila tutta italiana con Tony Arbolino in quarta posizione seguito da Dennis Foggia e Marco Bezzecchi.

Settima casella per Niccolò Antonelli che precede Gabriel Rodrigo, Aron Canet e un altro italiano, Fabio Di Giannantonio che chiude la top ten. Quattordicesimo Nicolo Bulega, sedicesimo Lorenzo Dalla Porta, ventunesimo Andrea Migno, chiude al ventisettesimo posto Stefano Nepa.

Moto3 Aragon 2018: pole di Jorge Martin

PROSEGUI LA LETTURA

Moto3 Aragon 2018: pole di Jorge Martin é stato pubblicato su Motoblog.it alle 13:26 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Vendite auto Europa: Jeep vola verso le stelle Sat, 22 Sep 2018 07:00:37 +0000 http://www.autoblog.it/post/924170/vendite-auto-europa-jeep-vola-verso-le-stelle http://www.autoblog.it/post/924170/vendite-auto-europa-jeep-vola-verso-le-stelle Roberto Speranza Roberto Speranza

Le vendite auto in Europa sono cresciute parecchio negli ultimi due mesi, tuttavia si tratta di risultati "drogati" dalla scadenza del 1° settembre 2018: da questa data infatti è obbligatorio per tutti i veicoli immatricolati nell'Unione europea sottostare a valori di emissioni omologati secondo il nuovo standard WLTP. Un protocollo di test, ricordiamolo, molto più realistico del vecchio NEDC che risale agli anni '90.

 

Vendite auto Europa: WLTP causa un boost effimero


Di conseguenza, esattamente come accaduto in Italia, produttori e reti vendita hanno dovuto smaltire ad ogni costo le giacenze di veicoli omologati secondo il vecchio sistema. L'espressione "ad ogni costo" è quanto mai adeguata, perché certamente gli sconti saranno stati pesanti. Da qui l'impennata nelle vendite. Infatti a luglio 2018 le immatricolazioni nei 28 stati UE (dati elaborati da Acea, associazione costruttori europei) sono salite del 10,5% rispetto a luglio 2017. Considerato che la crescita annuale finora ammonta al 3,8%, è facile capire che si tratta di un fatto del tutto contingente.

Vendite auto Europa

Lo confermano le vendite di agosto: +31,2% contro un aumento nei primi 8 mesi del 6,2%. Che sia solo un fuoco di paglia lo ribadisce il dato assoluto. Seguiteci con un po' di pazienza: le immatricolazioni di autovetture nei paesi UE ad agosto 2018 sono state 1.134.288; a luglio 2018 invece sono state 1.277.074. Quando mai si è visto che ad agosto, il mese vacanziero per eccellenza, le vendite fossero quasi analoghe a quelle di luglio?

Vendite auto Europa

Non lo diciamo noi, lo dicono sempre le cifre. Come queste: 864.774 immatricolazioni ad agosto 2017, contro 1.155.476 a luglio 2017. Se ancora non bastasse, nei tre paesi Efta, cioè Svizzera, Norvegia e Islanda, non facenti parte dell'Ue e quindi non sottoposte a quella scadenza, ad agosto le vendite hanno registrato -1,6%, in linea con il -1,9% annuale; a luglio addirittura il dato era di -3,7%. Chiaro?

I dati sui singoli mercati, fra quelli principali, sono in linea con la media generale. Leggete i due specchietti qui pubblicati sulle immatricolazioni degli ultimi due mesi, non c'è bisogno di altri commenti.

 

Vendite auto Europa: classifica per marche


Vendite auto Europa

Concentriamoci sulla performance delle singole marche nei paesi UE sul periodo da gennaio ad agosto 2018, cioè su quanto sono variate le vendite rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Si confermano i dati emersi finora. Il migliore marchio europeo fra quelli a larga diffusione (sopra le diecimila unità al mese, valore arbitrario personale) è sempre la Jeep: siamo a +79,5%, un anno straordinario con la Compass a fare da schiacciasassi. Ad enorme distanza, ma sempre con un valore di assoluta eccellenza, troviamo la Seat con +26,7%. Il podio è completato dalla Dacia con +17,1.

Tra i marchi con volumi inferiori a diecimila al mese, la migliore è la Porsche con +18,8%. Segue Alfa Romeo, +16,4% grazie a Stelvio. Poi troviamo Lexus a +8,2%. I risultati negativi più importanti oltre la soglia sopra specificata vedono invece Land Rover, attestata a -16,3%. Segue Opel a -5,5%, poi Fiat a -4,9%. Ma il peggior risultato europeo in assoluto è purtroppo sempre quello della Lancia con -28,2%. Chiudiamo infine con le vendite assolute, le quali compongono le quote di mercato. Anche qui il podio è immutato con le protagoniste ben distanziate tra loro. Nessuno può avvicinare la Volkswagen, così come è improbabile un aggancio in tempi brevi di qualcuno sulla Renault in seconda posizione.

Al terzo posto invece la Ford deve guardarsi dalla Peugeot che sta compiendo balzi molto lunghi. Il duello tutto tedesco tra i marchi premium invece vede, rispetto ad un anno fa, il sorpasso di Audi su Mercedes, mentre BMW è piùttosto distanziata. Potete leggere in questa pagina la classifica completa.

PROSEGUI LA LETTURA

Vendite auto Europa: Jeep vola verso le stelle é stato pubblicato su Autoblog.it alle 09:00 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
EuroApe 2018: 70 anni di Ape e due nuove creature "ronzanti" Sat, 22 Sep 2018 06:00:15 +0000 http://www.motoblog.it/post/919965/euroape-2018-70-anni-di-ape-e-due-nuove-creature-ronzanti http://www.motoblog.it/post/919965/euroape-2018-70-anni-di-ape-e-due-nuove-creature-ronzanti Francesco Pepe Francesco Pepe

È l'unico veicolo commerciale simpatico, conosciuto in tutto il mondo, che ha fatto la storia dei mezzi a tre ruote e, quest'anno, celebra i 70 anni di successi!

Ape 50 ha mosso l'Italia nel dopoguerra. Il primo esemplare risale, infatti, proprio al 1947 anche se raggiunse la piena commercializzazione l'anno successivo. Lo sciame colorato usciva dagli stabilimenti di Pontedera e Baramati, in India, e presto invase i paesi europei e asiatici. Ancora oggi, Ape, continua il suo lavoro da instancabile operaia.

È a Salsomaggiore che, da venerdì 21 a domenica 23 settembre, ronzeranno i partecipanti al raduno EuroApe 2018. Provenienti da tutta Europa, gli apisti coloreranno e animeranno la città con i loro mezzi, battezzando i nuovi arrivati in casa Piaggio: nuovo Ape 50 Euro 4 e la declinazione speciale, Calessino 70°. La manifestazione è organizzata da Ape Club Italia e Piaggio Veicoli Commerciali e avrà sede nell'Ape Village e nell’Ape Club Lounge La carovana sarà impegnata nel tour solidale “Apeggiando per l’Italia” che attraverserà la penisola per poi fermarsi a EuroApe. Durante il fine settimana, non mancheranno escursioni e visite guidate sul territorio.

Ape 50 ha invaso le nostre strade nel 1969 ma non ha mai sentito l'età sulle spalle. Oggi, però, Piaggio ha deciso di rinnovare: anche per il veicolo commerciale più piccolo e versatile al mondo arriva l'iniezione elettronica ma il motore rimane il 50 cc a 2 tempi guidabile con il patentino a 14 anni. Si rinnova per rispettare le sempre più rigorose normative sulle emissioni Euro 4 e per dare un tocco d'aria fresca. 

Ape Calessino 70° è, invece, una versione speciale numerata. Celebrerà il 70º compleanno e sarà prodotta in soli 70 esemplari. La personalità di Calessino è diversa: Calessino è l'Ape glamour, impreziosita da dettagli eleganti e tinta di un delicato neptune blue. Moderna si, ma con un occhio di riguardo per la tradizione italiana. 

Ad allietare la giornata, i prestigiosi partners di Piaggio: Depot, con le temporary barber shop dove i partecipanti potranno provare la linea di prodotti specifici, ispirati proprio ad Ape, per il benessere dell'uomo e Deus Ex Machina con Ape The Ganzo, l'Ape customizzata e partner dell'evento dedicato agli amanti delle biciclette vintage e dell'enogastronimia, Deus CycleWine

PROSEGUI LA LETTURA

EuroApe 2018: 70 anni di Ape e due nuove creature "ronzanti" é stato pubblicato su Motoblog.it alle 08:00 di Saturday 22 September 2018

]]>
0
Royal Enfield KX 1140: restaurata la moto più antica e più potente di sempre Fri, 21 Sep 2018 17:25:53 +0000 http://www.motoblog.it/post/919957/royal-enfield-kx-1140-restaurata-la-moto-piu-antica-e-piu-potente-di-sempre http://www.motoblog.it/post/919957/royal-enfield-kx-1140-restaurata-la-moto-piu-antica-e-piu-potente-di-sempre Dario Montrone Dario Montrone

Royal Enfield KX 1140
Presso il salonista russo Motorworld è in vendita, al prezzo di circa 60.000 euro, una Royal Enfield KX 1140 di ottant'anni fa, restaurata maniacalmente. Si tratta della moto più antica e più potente di sempre della Royal Enfield, tra l'altro prodotta nel 1938 in Gran Bretagna, prima che il costruttore motociclistico fosse acquistato dall'indiana Eicher Group.

La KX 1140 era uno dei 18 modelli prodotti da Royal Enfield all'epoca, tra l'altro considerata come motocicletta di lusso. Il motore bicilindrico, abbinato al cambio meccanico a quattro marce con l'apposita leva posizionata sul serbatoio, consentiva di raggiungere la velocità massima di 130 km/h e permettere di percorrere in media circa 27 km con un litro di carburante.

Esteticamente, questo esemplare superstite della Royal Enfield KX 1140 è riconoscibile per finitura nera smaltata con rivestimento dorato. Inoltre, è dotata dell'impianto di illuminazione Magdyno Lucas a 6 Volt. Tra le altre caratteristiche figurano le ruote rimovibili e intercambiabili, nonché gli attacchi per l'eventuale trasformazione in sidecar.

Attualmente, Royal Enfield propone sul mercato italiano la custom Classic con il motore 500 monocilindrico (anche nelle versioni Battle Green, Chrome, Desert Storm, Gunmetal Grey, Pegasus, Squaroon Blue e Stealth Black), la naked retrò Bullet, la cafe racer Continental GT e la nuova Himalayan.

PROSEGUI LA LETTURA

Royal Enfield KX 1140: restaurata la moto più antica e più potente di sempre é stato pubblicato su Motoblog.it alle 19:25 di Friday 21 September 2018

]]>
0
Alpine A110: in vendita le versioni speciali Pure e Légende Fri, 21 Sep 2018 16:45:34 +0000 http://www.autoblog.it/post/924144/alpine-a110-in-vendita-le-versioni-speciali-pure-e-legende http://www.autoblog.it/post/924144/alpine-a110-in-vendita-le-versioni-speciali-pure-e-legende Dario Montrone Dario Montrone

Alpine A110
La gamma italiana della Alpine A110 è stata ampliata alle versioni speciali Pure e Légende, in vendita rispettivamente da 56.100 euro e 60.000 euro. Entrambe sono equipaggiate con il motore a benzina 1.8 TCe da 252 CV di potenza e 320 Nm di coppia massima che, in abbinamento al cambio automatico a doppia frizione EDC a sette rapporti, permette di raggiungere la velocità massima di 250 km/h e accelerare da 0 a 100 in 4,5 secondi.

La Alpine A110 Pure è dotata di sedili sportivi monoscocca Sabelt da 13,1 kg che contribuiscono ad alleggerire la massa fino a 1.098 kg, nonché dei cerchi in lega a dieci razze da 17 pollici di diametro. Inoltre, per l'abitacolo sono previsti gli interni in pelle e microfibra, con elementi in fibra di carbonio opaco. La dotazione di serie comprende anche il selettore di guida con le modalità Normal, Sport e Race, il climatizzatore, il navigatore satellitare e la funzione 'smartphone replication' Alpine mySpin, più i fari anteriori e posteriori a led.

Per quanto riguarda gli optional, la lista delle personalizzazioni per la Alpine A110 Pure prevede l'impianto frenante Brembo ad alte prestazioni, lo scarico sportivo attivo, i cerchi in lega da 18 pollici Séral color grigio scuro diamantato brillante o Fuchs in alluminio forgiato, i sedili Comfort a sei regolazioni, l'autoradio Focal, i sensori di parcheggio sia anteriori che posteriori e la retrocamera.

La dotazione di serie della Alpine A110 Légende, invece, comprende gli interni in pelle di colore nero o marrone, i sedili Comfort Sabelt a sei regolazioni, l'autoradio Focal con due altoparlanti e due tweeter, gli elementi dell'abitacolo in fibra di carbonio satinato, la pedaliera in alluminio, i cerchi in lega da 18 pollici di colore nero diamantato brillante, i sensori di parcheggio e la retrocamera. Tra gli specifici optional figurano anche l'impianto audio Focal Premium con subwoofer, oltre ai sedili riscaldabili.

Per l'occasione, è stata ampliata la gamma cromatica della Alpine A110. Infatti, sia la versione Pure che la declinazione Légende sono disponibili con il colore Bianco Ghiaccio opaco, affiancati dalle tinte metallizzate Blu Alpine e Nero Profondo, oltre che dalle nuove colorazioni Bianco Iridato, Blu Abisso e Grigio Tuono anch'esse metallizzate.

PROSEGUI LA LETTURA

Alpine A110: in vendita le versioni speciali Pure e Légende é stato pubblicato su Autoblog.it alle 18:45 di Friday 21 September 2018

]]>
0
Honda Racing Corporation e BMW M GmbH: tricolori da corsa Fri, 21 Sep 2018 16:00:55 +0000 http://www.motoblog.it/post/919883/honda-racing-corporatio-e-bmw-m-gmbh-tricolori-da-corsa http://www.motoblog.it/post/919883/honda-racing-corporatio-e-bmw-m-gmbh-tricolori-da-corsa Redazione Motori Redazione Motori

Rosso, viola, bianco e blu non sono semplicemente i colori di quattro Power Rangers, ma hanno in comune un elemento con i supereroi: la potenza insita tanto nelle abilità dei giovani paladini tanto nei tricolori da corsa che rappresentano. Non a caso risultano essere i vessilli sia della divisione sportiva BMW, la celeberrima M GmbH fondata nel '72,  e della Honda, il colosso mondiale delle due e quattro ruote. Ma i motivi per cui i suddetti colori sono stati scelti cambiano radicalmente.

Partendo proprio da Honda, le motivazioni a sostegno del tricolore sono profonde, quasi mistiche e si fondono tra tradizione e amore per la patria. Il rosso, spesso associato in Europa a concetti di potenza e passione, in Giappone ha tutt'altra valenza. E' limpidezza e purezza, che assume valore sacrale.  E' sinonimo di vita. Come il bianco, che va oltre al valore spirituale giungendo al divino.

Il blu, come il cielo del Giappone, come il primo Honda SuperCub, come soleva ricordare il grande Soichiro Honda. Quindi forte appartenza alla propria terra, che si riflette immediatamente nel trinomio Rosso Bianco Blu. Ma con una marcata valenza anche nelle singole produzioni Honda, basti pensare alla prima F1 di Tokyo, un bianco avorio che è rimasta impressa nella nostra memoria fino ad oggi.

Il rosso, come primo prodotto made in Honda, l'aratro F150 del 1959. O calza meglio come esempio la fantastica Honda RC 161, moto che permise ad honda di centrare il suo primo mondiale? Ma per vedere i tre colori riuniti sotto un unico vessillo è necessario attendere il 1976: Honda si presenta al via della gara endurance per eccellenza, il prestigiosissimo Bol d'Or, con la magnifica RCB1000.

Rosso bianco e blu: per il il designer Masakazu Matsuzawa l'ispirazione venne dal pilota giapponese Morio Sumiya, impegnato nei primi anni '70 nell'AMA. Da allora il tricolore si è imposto in tutte le discipline a due ruote, dalla velocità con i titoli nella classe regina degli anni 80 passando per i grandi raid africani, conquistando la vittoria nella estenuante Dakar per ben 5 volte.

BMWBayerische Motoren Werke. Dai motori ad elica ad una potenza nelle due e quattro ruote. A loro si devono oggi i più evoluti flat twin in circolazione in ambito Motorrad, e i celeberrimi flat-six nel settore automotive. Trinomio leggermente differente, con un supereroe a dare nuovo valore ai tre power colors: Batman.

In questo caso però non ha un maggiordomo di nome Alfred, ma un intero reparto corse, non combatte nemmeno il crimine per le strade di Gotham, ma affronta il tempo, sua vera nemesi, sulle piste di tutto il mondo, fino a massacrarlo nel 1973 con una significativa vittoria di classe a Le Mans, la gara automobilistica per eccellenza. Ed il suo nome per esteso non è Bruce Wayne, ma BMW 3.0 CSL.

A lei si devono le origini nobili delle stripes Blu Viola e Rosso. Il blu, retaggio della bandiera bavarese, si unisce al rosso, colore che rappresentava l'accordo commerciale con la Texaco durante i primi anni delle corse, per dar vita al viola, suggello delle due compagnie e sinonimo di mix, vera e propria miscelazione, dei due colori.

Dalle quattro ruote il trasferimento della livrea trova la sua naturale evoluzione nell potenti e veloci due ruote, in meno di dieci anni: dalle all terrain, Gelände/Strasse meglio, di Rahiner, vincitrici del Rally Dakar nel 1984 e 1985 fino alle gare monomarca Boxer Cup, dove la divisione M sport fa esprimere al meglio il potenziale dell'iconico flat twin.

Ancora oggi le più prestigiose produzioni BMW che si fregiano della M sono riconoscibili dalle tre strisce, che sia un piccolo vestigio di prestigio, o una livrea ad hoc come per la strepitosa BMW HP4, poco importa, il blu il viola ed il rosso sapranno catalizzare la vostra attenzione. E trattenersi non è cosa da poco.

Di Luca Protti

PROSEGUI LA LETTURA

Honda Racing Corporation e BMW M GmbH: tricolori da corsa é stato pubblicato su Motoblog.it alle 18:00 di Friday 21 September 2018

]]>
0