it_IT Entertainment Blogo.it - Ultime notizie della sezione Entertainment Sun, 20 Jan 2019 14:12:16 +0000 Sun, 20 Jan 2019 14:12:16 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/entertainment 2004-2014 Blogo.it Amici 18, i concorrenti occupano la scuola dopo l'eliminazione di Marco Alimenti Sun, 20 Jan 2019 14:06:07 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628735/amici-2019-scuola-occupata-marco-timor http://www.tvblog.it/post/1628735/amici-2019-scuola-occupata-marco-timor Ivan Buratti Ivan Buratti

Scoppia il '68 nell'accademia più famosa della televisione italiana. Per la prima volta nella sua storia, la scuola di Amici di Maria de Filippi è stata occupata dagli allievi, che hanno pianificato e messo in atto una protesta in seguito alla decisione del professor Timor Steffens di eliminare dal talent il ballerino Marco Alimenti, membro della squadra Atene.

Il motivo della ribellione si cela nella linea didattica adottata da Timor, che ha voluto eliminare il giovane ballerino dopo aver deciso di non concedergli alcuna lezione, oltre alla prima di qualche giorno fa, perché non vede in lui margini di miglioramento nella sua materia. I giovani talenti hanno tappezzato le aule di striscioni con slogan come "DIRITTO ALLO STUDIO" e "LET ME GROW, CHANGE AND BE MYSELF", indossando magliette con l'hashtag #FAMMISTUDIARE.

La protesta prevede inoltre il rifiuto delle assegnazioni dei brani e delle coreografie, che terminerà solo quando verranno accolte le loro richieste e sarà reintegrato nella classe l'artista escluso. Gli allievi, che continueranno a frequentare le lezioni dei professori che supporteranno le loro idee, chiedono che il ballerino possa essere valutato solo dopo una settimana di lavoro col professor Timor Steffens e che questa norma possa essere applicata anche per le edizioni future del programma.

Nel 2006, una protesta simile insorse su Canale 5, all'interno della casa della sesta edizione del Grande Fratello. Fabiano Reffe venne prima eliminato a seguito di un ballottaggio interno al gruppo degli inquilini, poi reintegrato in cambio di 100.000 euro (devoluti in beneficienza) a causa delle lacrime di Man Lo, delle proteste di gran parte dei concorrenti in gara e degli schiamazzi del pubblico in studio.

PROSEGUI LA LETTURA

Amici 18, i concorrenti occupano la scuola dopo l'eliminazione di Marco Alimenti é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:06 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
The Crown, Gillian Anderson sarà Margaret Thatcher (ma nella quarta stagione) Sun, 20 Jan 2019 13:50:28 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628737/the-crown-margaret-thatcher-gillian-anderson http://www.tvblog.it/post/1628737/the-crown-margaret-thatcher-gillian-anderson Riccardo Cristilli Riccardo Cristilli

Detective, dottoressa, sessuologa e adesso primo ministro. Una carriera sempre più in ascesa per Gillian Anderson che è ormai pronta a vestire i panni dell'iconico personaggio di Margaret Thatcher. 

Famosa "Lady di Ferro" prima donna a ricoprire il ruolo di Primo Ministro nel Regno Unito, Thatcher ha rivestito il ruolo tra il 1979 e il 1990, un decennio ricco di cambiamenti sociali, di riforme, di proteste. Una figura che ovviamente non poteva non essere raccontata in The Crown.

Gillian Anderson è stata quindi scelta per interpretare Margaret Thatcher in The Crown, una notizia che, a dire il vero, girava nel Regno Unito fin dalla scorsa estate senza essere mai stata ufficializzata. Ora arrivano ulteriori conferme che svelano altri particolari sulla produzione delle nuove stagioni di The Crown.

La serie tv di Netflix racconta la storia della Gran Bretagna attraverso il lungo regno di Elisabetta II, ancora in carica. Il progetto dovrebbe essere strutturato su sette stagioni, arrivando fino alla contemporaneità. Le prime due stagioni hanno visto Claire Foy interpretare la Regina Elisabetta, ruolo che nella terza e quarta sarà interpretata da Olivia Colman. Secondo quanto annunciato la terza stagione inizierà nel 1963 e seguirà gli eventi fino ai primi anni '70, tra la rivoluzione dei costumi del '68, i Beatles e la vittoria ai mondiali di calcio dell'Inghilterra del 1966.

Margaret Thatcher è diventata primo ministro nel 1979 questo vuol dire che vedremo Gillian Anderson nella quarta stagione, addirittura ci viene da ipotizzare verso la fine della quarta stagione che potrebbe arrivare fino ai primi anni '80. Probabilmente, e in assenza di conferme ufficiali non possiamo che restare nell'ambito di ipotesi, la produzione della quarta stagione si sta svolgendo in coda alla terza e questo potrebbe aver fatto ritardare il rilascio della terza. Infatti la seconda stagione è stata pubblicata su Netflix a dicembre 2017 e la terza stagione non ha ancora una data ma è attesa nei prossimi mesi.

Nella terza (e quarta stagione) oltre a Olivia Colman nei panni di Elisabetta II vedremo Tobias Menzies in quelli del principe Filippo, Ben Danels sarà Antony Armstrong-Jones, Helena Bonham Carter sarà la principessa Margaret mentre Emerald Fennerll sarà una giovane Camilla Parker Bowles.

La notizia di Gillian Anderson in The Crown è stata riportata per primo dal The Sunday Times.

PROSEGUI LA LETTURA

The Crown, Gillian Anderson sarà Margaret Thatcher (ma nella quarta stagione) é stato pubblicato su Tvblog.it alle 13:50 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Gambit, Channing Tatum farà il suo esordio alla regia? Sun, 20 Jan 2019 13:47:35 +0000 http://www.cineblog.it/post/871222/gambit-channing-tatum-regia http://www.cineblog.it/post/871222/gambit-channing-tatum-regia Federico Boni Federico Boni

Dopo 4 anni di lavorazione e tre registi persi per strada, ovvero Rupert Wyatt, Doug Liman e Gore Verbinski, Gambit potrebbe aver finalmente trovato il suo regista. Ovvero il suo annunciato protagonista, nonché produttore: Channing Tatum.

Secondo quanto riportato da Deadline, Tatum potrebbe seguire le orme del collega Bradley Cooper, recentemente regista e protagonista di A Star is Born. Già visto in cabina produttiva con Magic Mike, Magic Mike XXL, 21 Jump Street, Sotto assedio - White House Down, La truffa dei Logan e 22 Jump Street, Tatum farebbe così il grande passo dietro la macchina da presa.

Annunciato come una 'commedia romantica', Gambit è stato sceneggiato da Reid Carolin, che ha già lavorato con Channing nei due Magic Mike. Tutto tace sull'eventuale data di inizio, ma certo è che l'imminente fusione Disney/Fox potrebbe farlo andare incontro ad un clamoroso stop. Rumor alla mano, proprio Gambit, X-Force di Drew Goddard e Dr. Doom di Noah Hawley rischierebbero la cancellazione.

Fonte: Comingsoon.net

PROSEGUI LA LETTURA

Gambit, Channing Tatum farà il suo esordio alla regia? é stato pubblicato su Cineblog.it alle 13:47 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
I contenitori e i programmi tv per ragazzi di cui sentiamo la mancanza (VIDEO) Sun, 20 Jan 2019 13:41:44 +0000 http://www.tvblog.it/post/1627726/contenitori-programmi-tv-ragazzi-nostalgia-video http://www.tvblog.it/post/1627726/contenitori-programmi-tv-ragazzi-nostalgia-video Alberto Muraro Alberto Muraro

 

Lo scorso 18 gennaio il popolo della rete (e solo quello, considerati i miseri ascolti) si è regalato una gran bella botta di nostalgia con la messa in onda di una speciale maratona su Rai YoYo dedicata alla Melevisione, storico programma per bambini trasmesso su Rai 3 dal 1999 al 2015.

La Melevisione (con protagonisti, fra gli altri, i folletti Tonio Cartonio e Milo Cotogno) includeva simpatici sketch e tanti cartoni animati, una formula già vista in molti, moltissimi altri contenitori per bambini e ragazzi ormai quasi del tutto spariti dai palinsesti generalisti e trasformati, in forme varie ed eventuali, su canali tematici come lo stesso Rai Yoyo o ancora su Super! e DeaKids.

A poche ore dalla messa in onda della maratona dedicata alla Melevisione, Tvblog ha deciso di ripercorrere in breve tutte le trasmissioni con le quali molti di noi sono cresciuti. In calce trovate un video riassuntivo con tutti i migliori contenitori e programmi per ragazzi scomparsi dalla tv italiana e di cui sentiamo la mancanza.

PROSEGUI LA LETTURA

I contenitori e i programmi tv per ragazzi di cui sentiamo la mancanza (VIDEO) é stato pubblicato su Tvblog.it alle 13:41 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Doctor Who 11, su Rai 4 la stagione del primo Dottore donna Sun, 20 Jan 2019 12:46:52 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628702/doctor-who-11-stagione-trama-episodi http://www.tvblog.it/post/1628702/doctor-who-11-stagione-trama-episodi Paolino Paolino

L'undicesima stagione di Doctor Who, in onda da oggi, 20 gennaio 2019, alle 16:00 su Rai 4, ha fatto la storia della popolare serie tv inglese, un vero e proprio cult anche a livello internazionale. Il motivo, noto da tempo, è che il protagonista, il misterioso Dottore, Signore del Tempo alle prese con nemici extraterrestri e viaggi spazio-temporali, è per la prima volta una donna.

Una rivoluzione nel casting del ruolo del protagonista che, fino alla decima stagione è sempre stato interpretato da un uomo (e la stessa cosa vale anche per la serie classica, andata in onda dal 1963 al 1989). Ma se la società evolve ed aumenta la parità tra uomo e donna, perché non dovrebbe farlo anche una serie tv? Detto, fatto: dopo mesi di voci e di dibattiti, nel 2017 fu annunciato che ad interpretare il tredicesimo Dottore sarebbe stata Jodie Whittaker, nota per aver già lavorato in Broadchurch nei panni di Beth.

Il riferimento al giallo britannico non è casuale: il creatore dello show, Chris Chibnall, è diventato showrunner di Doctor Who a partire proprio da questa stagione. Si ricompone così, in parte, una coppia che i telespettatori hanno già apprezzato, e che ora è alle prese con avventure di tutt'altro genere.

Il tredicesimo Dottore si presenta così sotto un nuovo aspetto, con un carattere in parte differente rispetto al passato e con nuove inclinazioni che fanno poi da leva per tutta la stagione della serie. Ogni rigenerazione del Dottore porta inoltre con sé numerose novità, compresi dei nuovi compagni di viaggio: così a fianco della Whittaker troviamo Graham O' Brien (Bradley Walsh), autista in pensione che decide di seguire la protagonista dopo un tragico evento; il giovane ingegnere Ryan Sinclair (Tosin Cole), nipote acquisito di Graham ed affetto da disprassia e la poliziotta in prova Yasmin Khan (Mandip Gill), compagna di classe di Ryan alle elementari.

Un team che sarà sottoposto, come da tradizione, ad avventure nel tempo e nello spazio, di fronte a vecchi e nuovi nemici del Dottore. Una serie tv che riesce a rinnovarsi sempre, mantenendo però i capisaldi del proprio successo: una formula che fa di Doctor Who un appuntamento atteso non più solo in Inghilterra ma in ogni parte del mondo.

Doctor Who, streaming


E' possibile vedere Doctor Who in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull'app disponibile per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani sarà possibile vederlo nella sezione Guida Tv/Replay.

PROSEGUI LA LETTURA

Doctor Who 11, su Rai 4 la stagione del primo Dottore donna é stato pubblicato su Tvblog.it alle 12:46 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
The Big Bang Theory 12x13: la difficoltà dei protagonisti di parlare di serie tv Sun, 20 Jan 2019 11:50:09 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628696/the-big-bang-theory-12x13-protagonisti-parlano-serie-tv http://www.tvblog.it/post/1628696/the-big-bang-theory-12x13-protagonisti-parlano-serie-tv Riccardo Cristilli Riccardo Cristilli

C'era un tempo in cui gli appassionati seriali si ritrovavano per commentare l'ultima puntata della serie in onda. Ancora prima dei social c'erano gruppi di fan che ogni settimana sciorinavano teorie sull'episodio di Lost per poi ritrovarsi ad aspettare lunghi mesi in attesa dell'episodio successivo. Poi l'arrivo dello streaming ha rivoluzionato le abitudini di visione, il numero di serie tv è esploso a dismisura e le difficoltà di instaurare una conversazione tra più o meno esperti di serialità è diventato sempre più complicato.

Una situazione che hanno ben presente Leonard, Sheldon, Raj e Howard i quattro protagonisti di The Big Bang Theory, che nell'episodio 13 della dodicesima stagione andato in onda giovedì scorso (il 17 gennaio) negli Stati Uniti su CBS si sono trovati in difficoltà non trovando una serie comune di cui parlare. Lo scambio, che trovate riprodotto nel nostro video in apertura di articolo, passa da Star Trek: Discovery a Black Mirror ma ciascuno dei diversi interlocutori è in un punto diverso o ancora non ha iniziato la stagione e quindi la conversazione si blocca.

the big bang theory 12

I quattro amici spesso nel corso delle diverse stagioni, hanno fatto riferimento a serie tv, a film patrimonio universale del mondo nerd e non solo. Sono appassionati di tutto quello che è fantascienza, di fumetti e di serie tv. Nelle stagioni passate in un episodio gli amici erano indignati per la cancellazione di Alphas, una serie tv sci-fi chiusa dal canale americano Syfy dopo due stagioni senza un vero e proprio finale, con Sheldon che riesce a parlare (per finta) con lo sceneggiatore per sapere come avrebbero voluto concludere la serie (un aspetto ovviamente non rivelato durante la puntata).

The Big Bang Theory, una serie tv della "vecchia tv", fatta di appuntamenti settimanali, di 12 stagioni e 24 episodi, si scaglia quindi a suo modo contro la nuova tv. Non c'è un accusa o un'invettiva diretta ma una critica velata a un mondo che non permette la condivisione e la socialità. Le serie tv sono sempre di più un'esperienza individuale, difficile da riportare e da condividere con gli altri e chiacchierare semplicemente di serie tra amici sta diventando un'impresa titanica con il rischio spoiler sempre dietro l'angolo.

Naturalmente le eccezioni ci sono sempre, da Game of Thrones a Grey's Anatomy, ma è interessante vedere come gli autori di The Big Bang Theory siano stati abili a raccontare la contemporaneità, un mondo che si è evoluto ed è cambiato intorno a loro.

La dodicesima e ultima stagione di The Big Bang Theory su Premium Joi e Infinity dal 27/28 gennaio.

PROSEGUI LA LETTURA

The Big Bang Theory 12x13: la difficoltà dei protagonisti di parlare di serie tv é stato pubblicato su Tvblog.it alle 11:50 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Lee Unkrich saluta la Pixar dopo 25 anni e due Oscar Sun, 20 Jan 2019 11:45:34 +0000 http://www.cineblog.it/post/871214/lee-unkrich-pixar http://www.cineblog.it/post/871214/lee-unkrich-pixar Federico Boni Federico Boni

Un clamoroso, rumoroso e doloros addio. Lee Unkrich, 51enne regista premio Oscar per Toy Story 3 - La grande fuga e Coco, ha annunciato il suo saluto ai Pixar Animation Studios dopo 25 anni di ininterrotta collaborazione.

Nel lontanissimo 1995, come montatore, prese parte al primissimo e storico Toy Story, per poi bissare con A Bug's Life - Megaminimondo e tornare nel 1999 con Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa, da lui co-diretto. Evento, quello della regia a quattro mani, che si è ripetuto anche con Monsters & Co. e Alla ricerca di Nemo, prima di girare in solitaria lo straordinario Toy Story 3, miliardario campione d'incassi e in grado di vincere tutto quel che c'era da vincere.

Dopo sette anni d'attesa, Unkrich si è poi ripetuto grazie al meraviglioso Coco. Ora, via social, l'addio.

"Non andrò a fare film in un altro studio, non vedo l'ora di passare del tempo con la mia famiglia e perseguire interessi che sono stati a lungo lasciati in disparte", ha detto Unkrich all'Hollywood Reporter.

Sabato, su Twitter, la condivisione di una lettera consegnata ai colleghi della Pixar. "Per me è impossibile esprimere adeguatamente quanto sia stato epico questo viaggio di venticinque anni, e quanto abbia significato per me collaborare con persone tanto fantastiche e talenti così fenomenali". "Molti di voi sono come una famiglia, per me, ed è quasi incomprensibile immaginare di non essere più qui alla Pixar, insieme a voi."

Un saluto 'amichevole', quello tra Unkrich e la Pixar, recentemente abbandonata anche dal suo co-fondatore John Lasseter, di fatto cacciato per comportamenti inappropriati e appena finito alla Skydance Animation.

"Se guardi al panorama del cinema contemporaneo, sarebbe difficile trovare qualcuno più brillante nelle arti cinematografiche di Lee Unkrich", ha detto il presidente della Pixar Jim Morris. "È stato un attore chiave nell'elevare praticamente tutti i film della Pixar".

Il presidente della Walt Disney Studios, Alan Horn, ha concluso: "Lee ha lasciato un segno indelebile nel mondo del cinema, e siamo così grati per la passione e il talento che ha portato in ogni film in cui ha lavorato. Fa parte della famiglia Disney-Pixar, e ci mancherà".


PROSEGUI LA LETTURA

Lee Unkrich saluta la Pixar dopo 25 anni e due Oscar é stato pubblicato su Cineblog.it alle 11:45 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Star Wars: George Lucas fa chiarezza sulla mancata medaglia a Chewbacca Sun, 20 Jan 2019 11:38:46 +0000 http://www.cineblog.it/post/871206/star-wars-george-lucas-spiega-la-mancata-medaglia-a-chewbacca http://www.cineblog.it/post/871206/star-wars-george-lucas-spiega-la-mancata-medaglia-a-chewbacca Pietro Ferraro Pietro Ferraro

In un precedente post risalente a qualche anno fa vi avevamo segnalato un fumetto in cui scoprivamo finalmente la motivazione dietro la mancata consegna di uan medaglia al prode Chewbacca durante la cerimonia mostrata alla fine di Star Wars: Una nuova speranza del 1977.

Per chi non avesse letto l'apposito fumetto ci aveva già pensato George Lucas ha chiarire questo mancato riconoscimento alla spalla e braccio destro di Han Solo, una mancanza che ha posto la cerimonia di premiazione al centro di un dibattito tra i fan. Perché premiare come eroi solo gli umani Luke Skywalker e Han Solo e non l'alieno Chewbacca?

George Lucas in realtà ha dato la sua risposta al dilemma nel lontano 1977. Quell'estate Lucas aveva delineato una serie di punti per espandere il suo universo. Questi non devono essere necessariamente considerati come parte del canone ufficiale, uno di loro ad esempio fornisce un retroscena per Han Solo che è molto diverso dalla storia raccontata in Solo: A Star Wars Story, ma forse la più interessante tra loro è una spiegazione fornita da Lucas del motivo per cui Chewbacca non ha ottenuto una medaglia durante la cerimonia.

A Chewbacca non è stata data una medaglia perché le medaglie in realtà non significano molto per gli Wookiee. Non hanno davvero troppa fiducia in loro. Essi hanno diversi tipi di cerimonie. Al Wookiee Chewbacca è stato infatti dato un grande premio e onore durante una cerimonia con la sua stessa gente. L'intero contingente dell'Alleanza Ribelle si è recato dal popolo di Chewbacca e ha partecipato ad una grande festa. E' stato un onore per l'intera razza Wookiee.

 

In questo caso la citazione potrebbe essere considerata parte del canone ufficiale. A proposito della citata miniserie a fumetti di Marvel del 2015 dedicata a Chewbacca, era ambientata poco dopo gli eventi di "Star Wars: Una nuova speranza" e seguiva Chewbacca che stringe amicizia con una giovane ragazza di nome Zarro, e quando giunge il momento di separarsi lui le dona la sua medaglia ricevuta dall'Alleanza Ribelle. Questo episodio conferma che il Wookie ha effettivamente ricevuto la sua medaglia in qualche altra cerimonia, cioè quella descritta da George Lucas e che si è svolta su Kashyyyk, il pianeta natale degli Wookiee.

 

 

Fonte: Screenrant

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Star Wars: George Lucas fa chiarezza sulla mancata medaglia a Chewbacca é stato pubblicato su Cineblog.it alle 11:38 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
PGA 2019, trionfa Green Book - i vincitori Sun, 20 Jan 2019 11:30:06 +0000 http://www.cineblog.it/post/871209/pga-2019-trionfa-green-book-i-vincitori http://www.cineblog.it/post/871209/pga-2019-trionfa-green-book-i-vincitori Federico Boni Federico Boni

Un trionfo che profuma di Oscar. Green Book di Peter Farrelly ha conquistato gli ambitissimi Producers Guild of America Awards, diventando da subito il favorito numero uno ai prossimi Oscar insieme a Roma di Alfonso Cuaron. Negli ultimi 19 anni chi ha vinto il PGA ha poi spesso fatto il bis in casa Academy, con l'evento che si è verificato ben 9 volte negli ultimi 11 anni. La 'rottura' è avvenuta nel 2016 e nel 2017, con La grande scommessa e La La Land vincitori dei Producers Guild of America Awards e Il caso Spotlight e Moonlight trionfatori agli Oscar. Lo scorso anno la 'tradizione' è tornata di casa grazie a The Shape of Water, in grado di vincere entrambi i riconoscimenti.

Green Book, già in trionfo a Toronto, ai National Board of Review e apprezzato alla Festa del Cinema di Roma, ha battuto una ricchissima concorrenza composta da Black Panther, BlacKkKlansman, Bohemian Rhapsody, Crazy Rich Asians, The Favorite, A Quiet Place, A Star Is Born, Vice e quel Roma targato Netflix che tutti consideravano insuperabile.

Spider-Man: Into The Spider-verse ha invece vinto il PGA come miglior lungometraggio animato, dopo aver fatto altrettanto ai Golden Globe, mentre 'Will not You Be My Neighbor?' è stato eletto miglior documentario dell'anno.

PGA 2019

I vincitori

Darryl F. Zanuck Award for Theatrical Motion Pictures
Green Book
Producers: Jim Burke, Charles B. Wessler, Brian Currie, Peter Farrelly, Nick Vallelonga

Animated Theatrical Motion Pictures
Spider-Man: Into the Spider-Verse
Producers: Avi Arad, Phil Lord & Christopher Miller, Amy Pascal, Christina Steinberg

Documentary Motion Pictures
Won’t You Be My Neighbor?

PROSEGUI LA LETTURA

PGA 2019, trionfa Green Book - i vincitori é stato pubblicato su Cineblog.it alle 11:30 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Suspiria: a Dario Argento non piace il remake di Luca Guadagnino Sun, 20 Jan 2019 10:08:10 +0000 http://www.cineblog.it/post/871198/suspiria-a-dario-argento-boccia-remake-luca-guadagnino http://www.cineblog.it/post/871198/suspiria-a-dario-argento-boccia-remake-luca-guadagnino Pietro Ferraro Pietro Ferraro

 

Dario Argento si è conquistato un meritato "titolo" di maestro dell'horror grazie ad una manciata di cult thriller-horror girati negli anni '70, tra cui l'acclamato Suspiria contraddistinto da un peculiare approccio in stile sperimentale, vedi l'audace fotografia e la straniante colonna sonora dei Goblin, senza dimenticare naturalmente il tocco thriller che ha contraddistinto i migliori lavori del regista.

A quanto pare Argento non è un un fan del remake di "Suspiria" che Luca Guadagnino (Chiamami col tuo nome) ha recentemente diretto. La nuova versione del classico horror sovrannaturale è uscita alla fine dello scorso autunno con un cast che ha incluso Tilda Swinton, Dakota Johnson e Chloë Grace Moretz.

La trama di "Suspiria" segue la giovane ballerina americana Susie mentre inizia la sua formazione presso la prestigiosa Accademia di danza Markos Tanz a Berlino. Dal momento in cui arriva nella scuola inizia un crescendo di inquietudine che presto sfocerà nell'orrore che si cela dietro alla rispettabile facciata della prestigiosa accademia.

Quando il remake è stato annunciato, in molti si sono chiesti quale fosse la posizione di Argento, che a dire il vero è sempre stato molto critico riguardo all'operazione. Ora che il film è uscito, il sito The Film Stage ha chiesto a Dario Argento un parere sulla versione di Guadagnino e il regista è rimasto coerente con il suo pensiero inziale.

Non mi ha entusiasmato. Ha tradito lo spirito del film originale. Non c'è paura. Non c'è musica. Il film non mi ha soddisfatto.

Argento nonostante la critica schietta sull'operazione, ha elogiato Luca Guadagnino e il suo stile definendo il remake "un film raffinato come Guadagnino, che è una brava persona". Argento ha continuato lodando l'eleganza delle immagini create da Guadagnino definendo "bellissimo" il suo impatto estetico.

Dal canto suo Guadagnino, grande ammiratore di Argento nonché suo amico, essendo un fan di "Suspiria" ha ritenuto a suo tempo di dover avere il benestare di Argento per il remake.

Sono amico di Dario e ho il privilegio di conoscerlo da molto tempo. Durante una cena insieme mi ha detto: "Non hai bisogno di alcuna benedizione. Devi solo andare a fare il tuo film". E' molto generoso. Ha visto il film, ma non spetta a me trasmettere la sua reazione. Posso solo dirti che dopo averlo visto mi ha chiamato, ed è stata una bella chiamata.

 

Per quanto riguarda il remake di "Suspiria" , il risultato finale è stato estremamente divisivo, polarizzando critica e fan con definizioni che vanno da "capolavoro" a "inguardabile".

Purtroppo i rifacimenti di cult acclamati sono sempre operazioni rischiose e per il sottoscritto spesso sinonimo di una certa pigrizia creativa. Se Guadagnino voleva cimentarsi con un horror non sarebbe stato meglio per lui realizzare qualcosa di originale, invece di andare a toccare un classico del cinema di genere? Oltretutto Guadagnino ha più volte indicato "Suspiria" come uno dei film che l'hanno spinto a fare il regista, e allora perché rifare qualcosa che si è apprezzato così tanto e che rispecchia così tanto l'identità e lo stile di un altro regista?

 

 

 

Fonte: The Film Stage

 

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Suspiria: a Dario Argento non piace il remake di Luca Guadagnino é stato pubblicato su Cineblog.it alle 10:08 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Analisi Auditel: La serata di sabato 19 gennaio 2019 Sun, 20 Jan 2019 09:36:52 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628682/analisi-auditel-la-serata-di-sabato-19-gennaio-2019 http://www.tvblog.it/post/1628682/analisi-auditel-la-serata-di-sabato-19-gennaio-2019 Hit Hit

Analisi Auditel: La serata di sabato 19 gennaio 2019

La serata parte con la sfida del Tg delle ore 20 e con la curva blu del Tg1 che scorre in crescendo toccando la soglia del 25% di share, con la linea del Tg5 che scorre sulla soglia del 20% di share. La curva del Tg La7 supera di poco la linea del 5% di share, con la curva del Tg2 che tocca l'8% di share e con la linea di La7 che con 8 e mezzo che sale fin verso l'8% di share e Stasera Italia week end su Rete 4 che rimane confinata attorno al 5%.

L'access time vede al comando la curva di Rai1 con Soliti ignoti fra il 20 ed il 25% di share, mentre la curva di Striscia la notizia rimane sotto di un paio di punti e la linea verde del programma di varietà Le parole della settimana che scorre attorno al 9% di share.

Prime time con la curva di C'è posta per te che scorre fra il 20 ed il 30% di share, seguita dalla curva blu di Ora o mai più 2 che parte nella corsia che va dal 15 al 20% di share, per poi salire nella corsia che va dal 20 al 25% di share. Buona quindi la curva del varietà di Rai1 che sale chiudendo al 23% e che fa prevedere una crescita degli ascolti nella prossima settimana.

La curva di C'è posta per te vola poi in seconda serata fin verso il 35% di share, mentre in seguito Rai1 con Petrolio scorre al 10%. Alla fine della fiera Ora o mai più rosicchia a C'è posta due punti e mezzo di share rispetto all'esordio dello show di Canale 5 della settimana prima.

PROSEGUI LA LETTURA

Analisi Auditel: La serata di sabato 19 gennaio 2019 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 09:36 di Sunday 20 January 2019

]]>
0
Ascolti tv sabato 19 gennaio 2019 Sun, 20 Jan 2019 09:02:52 +0000 http://www.tvblog.it/post/1628670/ascolti-tv-sabato-19-gennaio-2019 http://www.tvblog.it/post/1628670/ascolti-tv-sabato-19-gennaio-2019 Giorgia Iovane Giorgia Iovane


Ascolta il nostro podcast!

Prime Time



  • Su Rai 1 Ora o mai più, prima puntata, ha registrato 3.520.000 telespettatori, share 18,45%.

  • Su Rai 2 N.C.I.S 1.208.000, 5.29%. S.W.A.T  ha registrato 1.189.000 telespettatori, share 5,27%.

  • Su Rai 3 Le parole della settimana ha registrato 1.637.000 telespettatori, share 7,24%. Quante storie di sera 982.000, 4,56%.

  • Su Canale 5 C'è Posta per Te, seconda puntata, ha registrato 5.173.000 telespettatori, share 27,36%.

  • Su Italia 1 Il film 'animazione Madagascar 2 ha registrato un netto di 1.255.000 telespettatori, share 5,60%.

  • Su Rete 4 Il film Riot - In Rivolta ha registrato un netto di 547.000 telespettatori, share 2,51%.

  • Su La7 Little Murders by Agatha Christie ha registrato 540.000 telespettatori, share 2,46%.

  • Su Tv8  Il film Il perfetto regalo di Natale ha registrato 333.000 telespettatori, share 1,5%.

  • Su Nove Il film High Crimes - Crimini di Stato ha registrato 284.000 telespettatori, share 1,3%.



Access Prime Time



  • Su Rai 1 Soliti Ignoti - Il ritorno ha registrato 4.699.000 telespettatori, share 20,93%


  • Su Rai 3 Blob ha registrato 1.087.000, 5,11%.

  • Su Canale 5 Striscia la notizia ha registrato 4.066.000 telespettatori, share 18,16%.

  • Su Italia 1 CSI ha registrato 818.000 telespettatori, share 3,70%.

  • Su Rete 4  Stasera Italia Weekend ha registrato nella prima parte 817.000, 3,72% e 817.000, 3,63%.

  • Su La7 Otto e mezzo ha registrato 1.028.000 telespettatori, share 4.59%.






Preserale



  • Su Rai 1 Matera 2019 - Open Future ha registrato 3.883.000 telespettatori, share 20,80%.



  • Su Canale 5 Avanti un altro! ha registrato nel segmento Avanti il primo 2.876.000 telespettatori, share 17,24% e nel game 3.622.000, 18,84%.

  • Su Italia 1 CSI: NY ha registrato 449.000 telespettatori, share 2,22%.

  • Su Rete 4 Tempesta d'amore ha registrato 787.000 telespettatori, share 3,81%.

  • Su La7 Il commissario Cordier ha registrato 344.000 telespettatori, share 2,02%.




Daytime (Mattina)



  • Su Rai 1 UnoMattina in Famiglia ha registrato un netto di 1633.000, 22,35%. Buongiorno Benessere 1.128.000 telespettatori, share 15,76%. Linea Verde Life 2.093.000, 14,01%.

  • Su Rai 2 Mezzogiorno in famiglia ha registrato nella prima parte 624.000 telespettatori, share 7,09% e nella seconda 1.140.000, 9,20%.

  • Su Rai 3 Il Sabato di Tutta Salute ha registrato 399.000 telespettatori, share 5,65%. Mi manda Rai Tre in + 417.000, 5,97%. Dopo il Tg .000, %. TgR Il Settimanale 971.000, 7,09%. Tg3 Petrarca 694.000, 4,19%. Tg3 Mediterraneo 789.000, 4,31%.

  • Su Canale 5  Forum ha registrato 1.201.000 telespettatori, share 11,88%.

  • Su Italia 1 Una Mamma per Amica ha registrato 172.000 telespettatori, share 2,42% e 307.000 3,32%.

  • Su Rete 4 Ricette all'italiana ha ottenuto 220.000 telespettatori, share 2,73%. Dopo il TG Ricette all'italiana 311.000, 2,29%. Parola di Pollice Verde 316.000, 1,83%.

  • Su La7  Omnibus 265.000, 4,53%, nel segmento News 104.000, 3,29% e nel Dibattito 319.000, 4,53%. Coffee Break 211.000, 3,01%. L'Aria che tira - Il diario 182.000, 2,25%. Belli dentro belli fuori 145.000, 1,23%. Magazine 7 131.000, 0,83%.




Daytime (Pomeriggio)



  • Su Rai 1 Linea Bianca ha registrato 2.243.000 telespettatori, share 12,95%. Passaggio a Nord Ovest 1.512.000, 9,79%. A Sua immagine 1.148.000, 8,07%.ItaliaSì 1.766.000, 12,84% e nella seconda parte 2.256.000, 14,82%. 

  • Su Rai 2 Unici 765.000, 4,70%. Sereno Variabile ha registrato 549.000 telespettatori, share 3,98%. 9-1-1 ha registrato un netto 934.000, 4,47%.

  • Su Rai 3 Tv Talk 1.281.000, 8,65%. Presa Diretta 813.000, 5,91%. Per un pugno di libri 776.000, 5,01%.

  • Su Canale 5 Beautiful 2.832.000, 15,41%. Amici di Maria De Filippi 3.038.000, 19,00%. Verissimo 2.685.000, 19,56% e nei Giri di Valzer 2.733.000, 18,55%.

  • Su Italia Il film Superman ha registrato un netto di 483.000 telespettatori, share 3,20%.

  • Su Rete 4 Lo sportello di Forum un netto di 1.08.000, 5,91%. Freedom ha registrato 531.000 telespettatori, 3,70% di share. Colombo 595.000, 4.14%.

  • Su La7 Il film Rush Hour 3 345.000, 2,14%. Il Commissario Cordier ha registrato 251.000 telespettatori, share 1,82%.




Seconda serata



  • Su Rai 1 Petrolio - Speciale ha registrato 714.000 telespettatori, share 9,72%.

  • Su Rai 2 SWAT  1.085.000, 5,34%. Tg2 Dossier ha registrato 390.000 telespettatori, share 2,45%.

  • Su Rai 3 Alla Lavagna 668.000, 3,47%. Commissari - Sulle tracce del male ha registrato nella presentazione 373.000, 2.88% e nel programma 478.000, 5,87%.


  • Su Italia 1 Lupin III - Ritorno alle origini ha registrato 522.000 telespettatori, share 2,69%.

  • Su Rete 4 Il film Danko ha registrato un netto di 401.000 telespettatori, share 3,29%.

  • Su La7 Little Murders by Agatha Christie ha registrato 438.000 telespettatori, share 3,33%.




TG



  • Tg1 ore 13:30 4.353.000, 23,75%; ore 20:00 4.990.000, 23,34%.

  • Tg2 ore 13:00 2.299.000, 13,79%; ore 20:30 2.299.000, 13,79%.

  • Tg3 ore 14:30 2.100.000, 12,14%; ore 19:00 1.841.000, 10,07%.

  • Canale 5 ore 14:45 3.053.000, 18,08%; ore 20:00 4.208.000, 19,61%.

  • Studio Aperto ore 12:25 1.550.000, 11,47%; ore 18:30 854.000, 5,33%.

  • Tg4 ore 12.00 465.000, 4,36%; ore 18:55 830.000, 4,62%.

  • Tg La7ore 14:00 621.000, 3,39%; ore 20:00 1.025.000, 4,78%.



PROSEGUI LA LETTURA

Ascolti tv sabato 19 gennaio 2019 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 09:02 di Sunday 20 January 2019

]]> 0