it_IT Entertainment Blogo.it - Ultime notizie della sezione Entertainment Sun, 22 Oct 2017 06:29:29 +0000 Sun, 22 Oct 2017 06:29:29 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) http://www.blogo.it/entertainment 2004-2014 Blogo.it Tù sì que vales 2017, Duo Ice e Nicholas in Finale | Le esibizioni della quarta puntata Sat, 21 Oct 2017 21:50:52 +0000 http://www.tvblog.it/post/1500825/tu-si-que-vales-puntata-del-21-ottobre-2017-diretta-esibizioni-passano http://www.tvblog.it/post/1500825/tu-si-que-vales-puntata-del-21-ottobre-2017-diretta-esibizioni-passano Lord Lucas Lord Lucas

A seguire il liveblogging della quarta puntata di Tu si que vales.

[live_placement]

tu-si-que-vales-4-3-41.png

Tu sì que vales è un talent show di Canale 5, condotto da Belen Rodriguez, con la partecipazione di Martin Castrogiovanni e Alessio Sakara, in onda ogni sabato sera, a partire dalle ore 21:15.

Tu sì que vales | Puntata 21 ottobre 2017 | Anticipazioni

Questa sera, andrà in onda la quarta puntata della quarta edizione di Tu sì que vales.

Anche questa sera, gli artisti in gara (ballerini, attori, cantanti, maghi, giocolieri, acrobati, escapologi e atleti di varie discipline) saranno giudicati dalla giuria composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti, Teo Mammucari e Rudy Zerbi. Mara Venier, come di consueto, capitanerà la giuria popolare.

In palio, ci sarà un posto per la finale.

Tu sì que vales | Dove vederlo

La puntata di Tu sì que vales andrà in onda su Canale 5 e su Canale 5 HD a partire dalle ore 21:15.

La puntata intera sarà visibile anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, dove sarà possibile rivederla anche una volta terminata la messa in onda nella sezione On Demand.

Tu sì que vales | Second Screen

Tu sì que vales è presente sul web con una sezione a parte sul sito Witty Tv.

Su Facebook, invece, possiamo trovare la pagina ufficiale del programma.

Su Twitter, infine, l’account ufficiale è il seguente: @tusiquevales_it. L'hashtag con il quale si può commentare il programma è il seguente: #tusiquevales.

Tu sì que vales ha anche un profilo ufficiale su Instagram.

Per chi vuole seguire la puntata in liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, sempre a partire dalle ore 21:15.

PROSEGUI LA LETTURA

Tù sì que vales 2017, Duo Ice e Nicholas in Finale | Le esibizioni della quarta puntata é stato pubblicato su Tvblog.it alle 23:50 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Justice League 2, Dc e Warner già al lavoro sulla sceneggiatura Sat, 21 Oct 2017 19:15:55 +0000 http://www.cineblog.it/post/767011/justice-league-2-dc-e-warner-gia-al-lavoro-sulla-sceneggiatura http://www.cineblog.it/post/767011/justice-league-2-dc-e-warner-gia-al-lavoro-sulla-sceneggiatura Federico Boni Federico Boni

justice-league-nuovo-trailer-italiano-heroes.jpg

Tra meno di un mese Justice League sarà finalmente al cinema, ma nell'attesa in casa Warner/Dc si guarda già con fiducia al capitolo 2. A rivelare l'ovvio J.K. Simmons, pronto a fare il suo esordio nell'Universo DC nei panni di James Gordon, intervistato da Total Film.

"Gordon indossa un impermeabile in ogni scena quindi non so se si vedrà il mio fisico pompato, soprattutto accanto a Batman! Ma questo è il primo Justice League di tanti, si spera! Stanno già lavorando alla sceneggiatura di The Batman e del sequel di Justice League".

Premio Oscar grazie a Whiplash, Simmons ha dovuto sopportare pesanti sessioni di allenamento per aggiungere muscoli al proprio fisico da 62enne. Prima di J.K., il commissario Gordon si è già fatto vedere al cinema con Pat Hingle (Batman, Batman - Il ritorno, Batman Forever e Batman & Robin) e Gary Oldman (Batman Begins, Il Cavaliere Oscuro e Il Cavaliere Oscuro - il Ritorno). In tv, invece, è Benjamin McKenzie ad interpretarlo nella serie Gotham.

Diretto da Joss Whedon, che ha sostituito Zack Snyder a riprese iniziate a causa dei gravi problemi familiari del regista, il primo Justice League uscirà il 16 novembre.

PROSEGUI LA LETTURA

Justice League 2, Dc e Warner già al lavoro sulla sceneggiatura é stato pubblicato su Cineblog.it alle 21:15 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Powell, Morgan Freeman sarà l'ex segretario di stato americano Sat, 21 Oct 2017 17:56:52 +0000 http://www.cineblog.it/post/767005/powell-morgan-freeman-lex-segretario-di-stato-americano http://www.cineblog.it/post/767005/powell-morgan-freeman-lex-segretario-di-stato-americano Federico Boni Federico Boni

WASHINGTON, DC - JULY 04:  Former Gen. Colin Powell (Ret.) onstage at A Capitol Fourth concert at the U.S. Capitol, West Lawn, on July 4, 2016 in Washington, DC.  (Photo by Paul Morigi/Getty Images for Capital Concerts)

La carriera politica di Colin Powell, 80enne 65° Segretario di Stato degli Stati Uniti sotto il Presidente George W. Bush, primo afroamericano, diverrà cinema.

Sarà il premio Oscar Morgan Freeman, 80 anni anche lui, ad indossare gli abiti dell'ex generale e politico statunitense, con Reginald Hudlin alla regia ed Ed Whitworth allo script. Il film ruoterà attorno al celebre discordo di Powell all'ONU, nel 2003, quando motivò l'invasione americana dell'Iraq annunciando la presenza di armi di distruzione di massa nel Paese.

"Saddam ha scorte per armare almeno 16.000 testate con agenti chimici o biologici. Saddam ha almeno da 100 a 500 tonnellate di armi chimiche. L'Iraq ha già testato le armi chimiche sulle persone. Ha utilizzato dei condannati a morte come cavie"."Sono almeno 7 e non più di 18 i laboratori chimici mobili di Saddam. L'Iraq non ha giustificato neanche un cucchiaio dell'antrace che ha prodotto". "L'Iraq ha un programma per la costruzione di missili a lunga gittata". "Saddam vuole la bomba atomica. E si è procurato due dei tre elementi chiave per costruirla".

Menzogne poi certificate dalla storia.

Fonte: Variety

PROSEGUI LA LETTURA

Powell, Morgan Freeman sarà l'ex segretario di stato americano é stato pubblicato su Cineblog.it alle 19:56 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
IT: pioggia di curiosità sul film horror di Andres Muschietti Sat, 21 Oct 2017 15:37:31 +0000 http://www.cineblog.it/post/766980/it-curiosita-sul-film-horror http://www.cineblog.it/post/766980/it-curiosita-sul-film-horror Pietro Ferraro Pietro Ferraro

Dopo il trionfo in patria (316 milioni di dollari) e nel mondo (630 milioni) l'horror IT ha finalmente debuttato nelle nostre sale stabilendo un record al box office come miglior apertura di sempre per un film horror in Italia (1.200.000 di euro).

Da appassionato del genere horror non posso che complimentarmi per un'operazione davvero pregevole, priva di sbavature e con un protagonista, l'istrionico Bill Skargard, che è stato capace di caratterizzare un "mostro" che entra di diritto nella nostra personale "hall of fame" delle icone horror di sempre.

Violento, raccapricciante e visivamente immersivo l'horror di Andres Muschietti ha reso finalmente giustizia al capolavoro di Stephen King, e speriamo che la seconda parte, prevista nei cinema il 6 settembre 2019, sia all'altezza di questo intrigante e "grandguignolesco" primo atto.

A seguire trovate una pioggia di curiosità sul film, ma è d'obbligo allertarvi sugli SPOILER, quindi se non avete ancora visto il film proseguite nella lettura a vostro rischio e pericolo.

 

 

Curiosità


  • Bill Skarsgård 'ha fatto un ricerca sugli psicopatici fittizi e reali per trovare il proprio modo di interpretare Pennywise. Ha tratto ispirazione da Shining (1980).

  • 27 è un numero spesso associato a questa storia. Questo film è stato pubblicato 27 anni dopo l'originale miniserie televisiva del 1990. Nel libro viene menzionato che "It" torna a Derry ogni 27 anni circa. Jonathan Brandis, che ha interpretato il giovane Bill nel film originale, è morto a 27 anni. Questo film è stato rilasciato un mese dopo il 27° compleanno di Bill Skarsgård (Pennywise). La data ufficiale dell'uscita negli Stati Uniti è il 9/8/2017. 9 + 8 + 2 + 0 + 1 + 7 = 27.

  • I Duffer Brothers originariamente volevano dirigere il film, ma non erano abbastanza "affermati" per essere presi i considerazione. I due filmmakers hanno creato la serie tv Stranger Things il cui cast include Finn Wolfhard (Richie) e rende omaggio a Stephen King.

  • Anche se Bill Skarsgård era sul set per la maggior parte della produzione, non ha iniziato a girare le sue scene finché la metà delle riprese non è stata completata. Il tempo prima di iniziare a girare è stato speso a lavorare con Andres Muschietti e i produttori per perfezionare il suo manierismo come Pennywise, con Skarsgård che ha dichiarato di sentire un'enorme pressione e di voler interpretare il ruolo perfettamente per non sfigurare di fronte alla memorabile performance di Tim Curry nella miniserie tv IT del 1990.

  • Al cast del "Club dei Perdenti" è stato chiesto chi avrebbero voluto nelle loro parti da adulti: Finn Wolfhard (Richie Tozier) ha scelto Bill Hader, Sophia Lillis (Beverly Marsh) ha scelto Jessica Chastain, Chosen Jacobs (Mike Hanlon) vorrebbe Chadwick Boseman, Jack Dylan Grazer (Eddie Kaspbrak) ha scelto Jake Gyllenhaal, Wyatt Oleff (Stanley Uris) ha optato per Chris Pratt, Jaeden Lieberher (Bill Denbrough) vorrebbe Joseph Gordon-Levitt mentre a Jeremy Ray Taylor (Ben Hanscom) piacerebbe Christian Bale.

  • Circa sei mesi prima dell'uscita nelle sale, il film è stato mostrato in anteprima a Stephen King (autore del romanzo originale). King ha detto che il film ha superato le sue aspettative e che i produttori hanno fatto "un ottimo lavoro".

  • Il regista Andres Muschietti ha tenuto Bill Skarsgård separato dagli attori che interpretano il "Club dei Perdenti" fino al momento di girare le scene previste insieme. Nel giorno delle loro prime scene insieme, il personale di produzione ha voluto preparare i ragazzi avvertendoli su quanto Skarsgård sarebbe stato spaventoso quando era nel personaggio. I ragazzini non hanno preso in considerazione l'avvertimento, affermando di sapere che era solo un attore in un costume, che erano professionisti e sarebbe andato tutto bene. Tuttavia quando è arrivato il momento per Skarsgård di calarsi nei panni di Pennywise per la scena, i ragazzini erano veramente terrorizzati.

  • Bill Skarsgård ha ammesso di essersi calato così tanto nel personaggio di Pennywise da aver avuto incubi costanti durante e dopo la produzione.

  • Il regista Andy Muschietti ha confermato che Bill Skarsgård in qualche caso ha parlato in svedese mentre interpretava Pennywise.

  • Quando Richie Tozier (Finn Wolfhard) si trova nella "stanza del clown", c'è un pupazzo vestito come il Pennywise interpretato da Tim Curry nella miniserie tv del 1990. Lo si può vedere seduto sul pavimento (a sinistra dello schermo).

  • Alcuni fan avrebbero voluto riportare per questo film gli attori bambini della miniserie tv del 1990 per interpretae i ruoli adulti. In quel caso Bill avrebbe dovuto subire un recasting a causa della morte di Jonathan Brandis, mentre Marlon Taylor e Jarred Blancard, che hanno interpretato i ruoli di Mike e Henry, hanno detto entrambi che se avessero avuto la possibilità di riprendere i loro ruoli, avrebbero accettato.

  • Durante il film molte locandine cinematografiche sono visibili sullo sfondo, sia nel cinema che nella camera di Bill. Questi includono Beetlejuice - Spiritello porcello (1988), Gremlins (1984), Batman (1989), Arma letale (1987) e Nightmare 5 - Il mito (1989). Tutti questi film sono di proprietà di Warner Bros. o di New Line Cinema, i due distributori dietro il film.

  • Quando Ben si trova nella biblioteca, guarda fuori dalla finestra e vede quattro dei "Perdenti" sulle loro biciclette. In quel momento si può sentire Bill gridare "Hi-Yo Silver, VIA!", un cenno al romanzo originale.


 

 


  • Il primo teaser trailer del film ha generato 197 milioni di visualizzazioni globali entro le 24 ore dalla sua uscita, infrangend0 il record fissato da Fast & Furious 8 (2017) di 139 milioni di visualizzazioni.

  • Bill Skarsgård ha descritto Pennywise come "un personaggio estremo, inumano". Ha aggiunto: "E' anche al di là di un sociopatico, perché non è nemmeno umano. Non e' neanche un clown. Lui sta solo interpretando uno degli esseri creati da IT. Gode veramente a prendere la forma del pagliaccio Pennywise, e gode del gioco e della caccia".

  • Hugo Weaving e Bill Skarsgård sono stati i due finalisti per il ruolo di Pennywise dopo che Will Poulter ha lasciato il progetto. Skarsgård ha ottenuto il ruolo per il suo approccio divertente e infantile a Pennywise, oltre naturalmente ad un Pennywise raccapricciante, mentre Weaving non avrebbe fornito questa duplice lettura del personaggio, approcciando solo il lato raccapricciante.

  • Bill Skarsgård (Pennywise) è nato nel 1990, lo stesso anno della messa in onda della miniserie tv originale.

  • La macelleria di Mike ha un grande murale che commemora la sparatoria e l'omicidio della banda di Bradley nel 1929. Questo elemento è preso direttamente dal libro ed è menzionato da Ben nel suo ricordo della violenza passata che ha funestato Derry. Nel libro i cittadini di Derry s'imbattono e massacrano una banda di rapinatori di banche che si sono fermati nella loro città per acquistare munizioni.

  • Il costume di Pennywise nel film è molto più fedele alla descrizione del romanzo, rispetto al costume di Tim Curry della miniserie tv del 1990, compresi i suoi capelli arancioni e i pon pon arancioni sul costume color argento.

  • C'è un omaggio ai racconti di Stephen King "Cimitero Vivente" e  "Christine - La macchina infernale" con le copertine dei libri stampate su una delle t-shirt indossate da uno dei "Perdenti".

  • Il film è rimasto nella fase di sviluppo per sette anni prima dell'inizio effettivo delle riprese.

  • Bill Skarsgård si è allenato con un contorsionista per il suo ruolo nel film.

  • La produttrice Barbara Muschietti ha confermato che Jessica Chastain è in lizza per il ruolo di Beverly adulta. L'attrice Sophia Lillis che interpreta Bev adolescente ha rivelato che vorrebbe proprio la Chastain per il ruolo.

  • Anche se Bill Skarsgård si è dichiarato un grande fan di Tim Curry in generale, e  in particolare dell'interpretazione di Curry come Pennywise nella versione tv di IT del 1990, ha anche affermato che non avrebbe utilizzato nulla della performance di Curry per non rischiare di farne una brutta imitazione, inoltre non voleva che la sua performance rievocasse quella di Curry diventando una distrazione.

  • Nel romanzo di Stephen King, il "Club dei Perdenti" deve affrontare Pennywise prima come bambini, poi decenni dopo come adulti. Questo film racconta solo il loro incontro con lui come bambini. Il sequel, che racconta la storia del "Club dei Perdenti" come adulti uscirà il 6 settembre 2019.

  • Anche se in alcune scene è stata utilizzat CG, lo sguardo "strabico" di Pennywise è stato realizzato da Bill Skarsgård che era realmente in grado grado di muovere gli occhi in direzioni opposte su richiesta del regista Andres Muschietti. In un primo momento Muschietti era incerto che l'attore fosse davvero in grado di ottenere questo effetto da solo, ma Skarsgård gli ha assicurato: "Posso farlo". Lo scopo di questo movimento degli occhi era quello di accentuare l'aspetto già inquietante di Pennywise.


 

 


  • Georgie (Jackson Robert Scott), l'attore più giovane del film, ha dichiarato di non aver avuto paura di Pennywise come pensava e di essersi divertito tanto a fare le sue scene.

  • Altri attori considerati per il ruolo di Pennywise includevano Johnny Depp, Tilda Swinton, Richard Armitage, Tom Hiddleston, Jackie Earle Haley, Jim Carrey, Kirk Acevedo, Willem Dafoe, Paul Giamatti, Hugo Weaving, Doug Jones e Channing Tatum.

  • Durante le prime fasi della produzione Chloë Grace Moretz è stata seriamente considerata per il ruolo di Beverly. Tuttavia a causa del tempo trascorso dal progetto in una lunghissima fase di sviluppo, il casting non ha avuto inizio fino a quando la Moretz non ha compiuto 19 anni. A quel punto è stata considerata troppo vecchia per il ruolo e si è optato per Sophia Lillis. La  Moretz ha recitato nel remake Carrie (2013), un altro adattamento di un romanzo di Stephen King.

  • Nel romanzo Ben Hanscom ha inventato la frase "Beep-Beep Ritchie" che utilizzava ogni volta che voleva far tacere Ritchie o riprenderlo per aver detto una parolaccia. Questa frase non è utilizzata dal "Club dei Perdenti" nel film che gli chiedono solo di "stare zitto". "Beep-Beep Ritchie" viene invece usato da "IT" nel film quando Pennywise si prende gioco di Ritchie, un chiaro riferimento al romanzo.

  • Bill Skarsgård è stato il quarto attore a cui è stato offerto il ruolo di Pennywise. A Tim Curry è stato offerto la possibilità di riprendere il ruolo durante le prime fasi di sviluppo,  ma ha rifiutato. Anche a Ben Mendelsohn è stato offerto il ruolo, ed era interessato, ma lo rifiutò quando non potè raggiungere un accordo con lo studio per il suo compenso. Il ruolo è poi stato offerto a Will Poulter che lo ha  accettato, ma quando le riprese sono slittate di un anno ha rinunciato per altri impegni.

  • Sophia Lillis non si spaventa con i film horror e in realtà ha riso la prima volta che ha visto Bill Skarsgård come Pennywise.

  • I film sullo sfondo segnano il passare del tempo durante l'estate del 1989. Giugno (Batman), Luglio (Arma letale 2) e Agosto (Nightmare 5 - Il mito).

  • Finn Wolfhard è stato l'unico membro del cast selezionato da Cary Fukunaga rimasto a bordo quando Andres Muschietti è stato assunto come regista.

  • La scena di apertura con Georgie si svolge nell'ottobre del 1988. Anche Donnie Darko (2001) si svolge nell'ottobre del 1988. Nelle prime scene di Donnie Darko, la madre di Donnie è vista leggere il romanzo "IT".

  • Il film è diventato il più alto incasso horror di tutti i tempi.

  • Parti della vecchia casa che si trova sopra la tana di Pennywise assomigliano molto alla seconda versione della casa dei Myers, come appare in Halloween 5 (1989). Da notare che sia il quarto che il quinto film del franchise di Halloween sono usciti nel 1988 e nel 1989, i due anni specifici utilizzati per questa versione della storia.

  • Contrariamente al romanzo, in cui il viaggio dei bambini con Pennywise inizia nel 1958, il film comincerà a seguire il "Club dei Perdenti" dal 1989 (quattro anni dopo l'incontro finale tra il Club e Pennywise nel romanzo) e presumibilmente con il secondo scontro che si svolgerà a metà del 2010.

  • Chan-wook Park regista di Oldboy (2003) ha visitato il gigantesco set delle fognature dal momento che il suo regolare direttore della fotografia, Chung-hoon Chung, è stato il direttore della fotografia di IT (2017).

  • L'attore Finn Wolfhard ammette di aver paura dei clown come il suo personaggio Richie Tozier in questo film.

  • Il trailer di questo film ha fatto infuriare veri clown professionisti che hanno dichiarato che il personaggio Pennywise avrebbe incoraggiato le persone a pensare ai clown come spaventosi e assassini (anche se i registi e gli attori hanno detto, chiaramente, che Pennywise non è affatto un clown, ma una rappresentazione del male puro "IT", che assume la forma da un mix di sadismo e infantilismo). A seguito di questa polemica manifestazioni per difendere il buono nome dei pagliacci negli Stati Uniti sono state pianificate.

  • La ripresa aerea della città è in realtà Walton St. a Port Hope, Ontario, Canada.

  • Per prepararsi al suo ruolo di Henry Bowers, Nicholas Hamilton ha studiato l'interpretazione di Jarred Blancard che ha interpretato il personaggio nella miniserie tv originale.

  • A ridosso dell'uscita di questo film nei cinema, a Lititz, in Pennsylvania, si è organizzato un scherzo che coinvolgeva una serie di palloncini rossi legati ai tombini delle fognature in tutta la città che imitavano una delle copertine del romanzo "IT". Lo scherzo ha spaventato i cittadini e messo in allarme la polizia di Lititz.

  • Il personaggio di Belch Huggins indossa una t-shirt della band Anthrax, con la frase "Seguimi o muori" sul retro. Questa è un verso della canzone degli Anthrax "Among the Living", che la band ha scritto ispirandosi ad un altro libro di Stephen King, "L'ombra dello scorpione".

  • Le riprese hanno preso il via il 27 giugno 2016 e si sono ufficialmente concluse il 20 settembre 2016, un giorno primadel 69° compleanno di Stephen King.

  • Cary Fukunaga doveva dirigere il film, ma ha abbandonato dopo anni di pre-produzione a causa di una differenza nella visione artistica. Lo studio voleva mirare a un film più commercialmente sostenibile, mentre Fukunaga voleva qualcosa di più vicino a Shining (1980) in tono e stile. Andy Muschietti ha assunto il ruolo di regista e ha iniziato le riprese nell'estate del 2016.

  • Bill Skarsgard è significativamente più giovane e più alto di Tim Curry all'epoca in cui ha  interpretato Pennywise. Curry alto 1, 75 ma aveva 44 anni mentre il 27enne Skarsgard è alto 1,90 m.

  • L'acconciatura e l'aspetto di Beverly sono modellati sulla Molly Ringwald degli anni ottanta, la protagonista di Bella in rosa a cui Richie fa riferimento per insultare Beverly.

  • Alcune riprese hanno avuto luogo a Port Hope, Ontario, in Canada. La stessa cittadina è stata location per un altro film di Stephen King, la miniserie tv La tempesta del secolo (1999).


 

 


  • Dall'agosto 2016  un certo numero di clown dall'aspetto inquietante sono stati avvistati in vari Stati americani tra cui Florida, New York, Wisconsin e Kentucky. Entro l'ottobre 2016, a seguito di centinaia di "avvistamenti di clown" negli Stati Uniti e in Canada, il fenomeno si era diffuso dall'America del Nord all'Europa fino all'Australia e America Latina.

  • La canzone durante la scena della "Battaglia con le pietre" è la versione degli Anthrax di "Antisocial", una canzone originariamente registrata dalla band francese The Trust.

  • Dopo che Cary Fukunaga ha abbandonato il film, Andres Muschietti ha realizzato il film utilizzando la maggior parte della sceneggiatura di Fukunaga / Palmer, ma con l'aggiunta delle scene più popolari del libro. Anche se Muschietti ha operato personalmente una riscrittura della sceneggiatura, la versione finale è stata ritoccata un po' da Gary Dauberman per riportare il film entro il budget richiesto.

  • Nella scena in cui i ragazzi guardano Beverly prendere il sole, la hit del 1989 "Bust a Move" di Young M.C. sta suonando alla radio. La canzone fornisce consigli ad un giovane sul come approcciarsi ad una ragazza mantenendo il controllo cosa che, fin dal primo incontro con Beverly, è quello che Ben non è riuscito a fare.

  • Quando il Club dei Perdenti" è al festival del 4 luglio, si può vedere un clown che si esibisce nelle vicinanze. Il costume del pagliaccio assomiglia notevolmente al costume indossato dal serial killer John Wayne Gacy.

  • Ci sono molti riferimenti al libro, tra cui piccole cose, come la cera che Bill usa sulla barchetta di carta con l'etichetta "Gulf Wax"

  • Nella scena di Ben nella biblioteca, una delle foto del libro storico di Derry è  una foto reale della guerra civile che ritrae i soldati morti a Gettysburg.  La produzione ha fotoscioppato le uova di Pasqua intorno ai cadaveri.

  • nel film viene fatto cenno all''essenza della vita composta da luci luminose arancioni chiamate "Deadlights", una forma pericolosa di energia, che viene usata come arma magica oscura da un altra creatura mostruosa di Stephen King nota come Re Rosso.

  • La bici di Bill con la scritta "Silver" su un lato è un cenno a come Bill chiama la sua bici nel libro e nella miniserie tv originale.

  • La casa di Pennywise nel nuovo adattamento di "IT" è stata creata e filmata a Oshawa, Ontario, Canada.

  • La figura  della flautista deforme Judith rende omaggio alla creatura del precedente film horror di Andy Muschietti, La Madre (2013). Javier Botet che ha interpretato "La Madre" nell'omnimo film precedente di Muschietti in IT intepreta un'altra manifestazione orribilmente sfigurata soprannominata "Il Lebbroso".

  • In una prima bozza della sceneggiatura Cary Fukunaga aveva cambiato i nomi di diversi personaggi principali: Bill Denbrough in Willy Denbrough, Henry Bowers in Travis Bowers, 'Belch' Huggins in 'Snatch' Huggins, Patrick Hockstetter in Patrick Hockstettler, Will Hanlon in Leroy Hanlon e Greta Bowie in Gretta Bowie . Anche se la maggior parte dei nomi sono stati riportati alla loro versione originale da Andres Muschietti, i cambiamenti in 'Leroy' e 'Gretta' sono rimasti.

  • Ty Simpkins era disposto ad interpretare Will Denbrough quando Cary Fukunaga era ancora designato alla regia. È stato sostituito da Jaeden Lieberher quando Andres Muschietti è stato assunto e il nome del personaggio è stato cambiato di nuovo e riportato all'originale Bill Denbrough.

  • Le t-shirt indossate dal "Club dei Perdenti" del 1980 rendono omaggio a vari libri di Stephen King tra cui Shining, Carrie, Christine e Cimitero vivente.

  • Il soprannome "Pennywise" è una parola vera e propria che indica chi è molto attento al modo in cui spende anche piccole quantità di denaro.

  • Nel libro il padre di Mike è chiamato Will. Nel film diventa suo nonno e il suo nome è Leroy.

  • Tilda Swinton e Richard Armitage erano in lizza per il ruolo di Pennywise.

  • Questo film segna il debutto cinematografico di Jackson Robert Scott. Il suo unico ruolo come attore prima di questo film era in tv, come un personaggio di un episodio della serie tv Criminal Minds.

  • Mike Flanagan (Oculus, Ouja 2, Il gioco di Gerald) ha tentato disperatamente di aprire trattative con lo studio per la posizione di regista quando Cary Fukunaga ha abbandonato.

  • IT apparentemente è nato in una zona di vuoto che esiste tra i mondi, un luogo che nel romanzo viene definito come "Macroverso" (un concetto simile al successivo "Contezza" dei romanzi della serie "La Torre Nera").

  • Richie gioca con il videogame arcade "Street Fighter". Nel 2017, lo stesso anno in cui il film è uscito, "Street Fighter" celebra il suo 30 ° anniversario.

  • Il murale accanto alla zona di carico della macelleria di di Derry dove Mike incontra IT sotto forma di una visione dei suoi genitori che bruciano e altre vittime del fuoco, è una rappresentazione della grande sparatoria della gang Bradley in cui Pennywise viene ritratto nel mezzo del famigerato conflitto. Un segmento flashback doveva essere incluso nel film relativo alla banda Bradley per fornire un retroscena a Pennywise.

  • Il regista Andres Muschietti ha rivelato in un'intervista che Freddy Krueger è stato considerato e poi scartato, sia come una delle incarnazioni di Pennywise che come spauracchio di uno dei membri del "Club dei Perdenti".

  • Bill Skarsgård ha dichiarato che ci sono volute 5 ore per applicare il trucco da clown. Tuttavia sono stati in grado di ridurlo fino a 2 ore una volta che i truccatori lo avevano applicato un paio di volte.

  • Stephen R. Hart ha sostenuto un provino per interpretare Pennywise.

  • La canzone 'You Got It' (The Right Stuff) dei New Kids sul Block, citata due volte nel film, è uscito come singolo negli Stati Uniti nel novembre 1988. Il film inizia nell'ottobre 1988 per poi saltare all'estate del 1989.

  • La fine del romanzo lascia il destino di Pennywise ambiguo. Tuttavia l'autore Stephen King ha giurato di non scrivere più di Pennywise, sostenendo che il personaggio è troppo spaventoso, anche per lui.


 

 


  • Quando Andres Muschietti inizialmente aveva firmato per dirigere, lo studio voleva che utilizzasse esattamente la stessa sceneggiatura che Cary Fukunaga aveva scritto prima di abbandonare il progetto, con le uniche modifiche concesse l'omissione delle scene più controverse che avrebbero portato il film ad un divieto ai minori di 17 anni (vedi Henry Bowers che fa sesso con una pecora e eiacula su una torta di compleanno, o il padre di Beverly che cerca di stuprarla). Muschietti amava la struttura e il dramma umano della versione di Fukunaga, ma chiese di poter leggermente modificare la sceneggiatura per renderla più fedele al romanzo, con lo studio che alla fine ha concesso che Muschietti apportasse una parziale riscrittura. Questi cambiamenti includevano il reinserimento del Lebbroso e della balbuzie di Bill, elementi del romanzo che Fukunaga aveva tagliato, oltre a cambiare i nomi per riportarli nelle loro forme originali (Will per Bill, Travis per Henry, Snatch per Belch, ecc.) e cambiare lo scontro con i fuochi d'artificio per reinserire l'originale "lotta con le pietre".

  • Muschietti prevedeva anche di includere la scena della "Capanna sudatoria" in cui Richie e Mike utilizzano una tradizione dei nativi americani per avere una visione che spiega come IT è arrivato sulla Terra milioni di anni fa. A causa della CG necessaria per questa scena, è stata considerata troppo costosa per il film e Muschietti è stato costretto a tagliarla dalla sceneggiatura.

  • Alcune delle parti più forti che riguardavano i bambini incluse nel libro sono state lasciate fuori dal film, Patrick che soffoca suo fratello, Bev continuamente picchiata dal padre e la famigerata scena di sesso con Bev nelle fognature.

  • La scena "Slideshow" in cui Pennywise si rivela lentamente attraverso diapositive che si proiettano rapidamente è un cenno ad un'altra storia di Stephen King, "Il Fotocane", inclusa nella raccolta "Quattro dopo mezzanotte". Nel racconto un cane sempre più aggressivo viene rivelato attraverso una serie di foto scattate da una Polaroid, prima di saltare fuori dall'immagine e attaccare i protagonisti della storia. Anche Pennywise salta fuori dall'immagine, si lancia verso i ragazzi e abbaia come un cane prima di attaccare.

  • Sophia Lillis ha detto in un'intervista che la scena in cui una fontana di sangue spruzza dal lavandino sul suo viso è stata per lei la scena più difficile da girare.

  • Nella scena in cui Pennywise attira Georgie dallo scarico delle fognature, gli occhi cambiano di colore dal blu al giallo, questa è una caratteristica accennata nel romanzo.

  • Gli occhi di Pennywise diventano blu quando parla a Georgie perché è il colore degli occhi di sua madre.

  • Il primo incontro di Stan con IT si presenta sotto forma di un dipinto in uno stile molto simile a quello del pittore italiano Amedeo Modigliani, i cui dipinti sono stati fonte d'ispirazione anche nella progettazione della creatura del film La Madre del 2013. Anche La Madre è stato diretto da Andres Muschietti.

  • Tutti gli insulti razzisti verso Mike presenti nel libro sono stati tolti dal film.

  • Alla fine del film, Beverly dice a Bill che sta lasciando il padre per andare a vivere con sua zia a Portland, Maine. Portland è il luogo di nascita di Stephen King.

  • Nel libro Pennywise dice che il suo vero nome è Bob Gray.

  • La statua di Paul Bunyan può essere chiaramente vista durante la scena di apertura della parata del 4 luglio. Nel romanzo, la statua di Paul Bunyan viene usata da "IT" per terrorizzare Richie Tozier.

  • Tutti gli adulti che appaiono come i personaggi dei genitori si vedono guardare lo stesso spettacolo televisivo, quello che Henry guarda quando Pennywise gli dice di uccidere suo padre.

  • Nel film la morte e il personaggio di Patrick Hockstetter sono notevolmente cambiati rispetto al romanzo di Stephen King, in cui le sue tendenze violente includevano l'omicidio del fratellino neonato per soffocamento, un atto omosessuale con Henry, violenza su gatti, cani ed altri animali che Patrick chiude vivi in un frigorifero abbandonato e la sua morte per mano di IT che lo divora dopo averlo aggredito sotto forma di enormi sanguisughe alate. Nel film Patrick viene assalito in un tunnel delle fognature da IT mentre cerca Ben Hascom.

  • Il film presenta anche la scena in cui Henry Bowers incide con un coltello la prima lettera del suo nome sulla pancia di Ben Hanscom, una scena iniziata ma mai finita per omissione nella miniserie tv originale del 1990.

  • Un libro della fiaba "Il principe ranocchio" è visto sulla scrivania di Beverly.

  • Il romanzo originale ha rappresentato "IT" come manifestazioni di vari mostri classici Universal degli anni 1930-1940, inclusi L'uomo lupo (anche se tecnicamente la manifestazione è la mutazione del film "I Was a Werewolf Teenager" del 1957), Il Mostro di Frankenstein, Il mostro della Laguna Nera e La Mummia. Tutte queste forme sono omesse dal film, ad eccezione della Mummia, che viene mostrata attaccare Ben nella biblioteca.

  • Belch Huggins e Victor Criss sopravvivono nel film. Nel romanzo originale entrambi sono uccisi dal mostro di "Frankenstein" quando loro e Henry Bowers stanno inseguendo il "Club dei Perdenti" attraverso le gallerie nelle fogne.

  • Un omaggio alla forma del lupo mannaro presente nella mniserie tv del 1990 e nel romanzo di Stephen King è presente nel film, nella sequenza di Pennywise che avanza verso i Perdenti dopo aver inizialmente tentato di mangiare Eddie, le braccia del clown si trasformano in lunghe e pelose braccia di un licantropo.


 

it-pioggia-di-curiosita-sul-film-horror-di-andres-muschietti.jpg

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

IT: pioggia di curiosità sul film horror di Andres Muschietti é stato pubblicato su Cineblog.it alle 17:37 di Saturday 21 October 2017

]]> 0 Le tre rose di Eva 4, dal 5 novembre su Canale 5 con il ritorno di Anna Safroncik Sat, 21 Oct 2017 15:20:35 +0000 http://www.tvblog.it/post/1501179/le-tre-rose-di-eva-4-quando-inizia-trama http://www.tvblog.it/post/1501179/le-tre-rose-di-eva-4-quando-inizia-trama Paolino Paolino

Debutto domenicale per Le tre rose di Eva 4: la quarta stagione della fiction prodotta da Rti ed Endemol Shine Italy, dopo due anni, torna in tv con numerose sorprese e colpi di scena, da domenica 5 novembre, su Canale 5. La collocazione, però, dovrebbe cambiare già dal secondo episodio, dal momento che domenica 12 novembre partirà Rosy Abate. Quando andrà in onda il resto de Le tre rose di Eva 4 ancora non si sa, anche se si può ipotizzare la messa in onda di mercoledì, subito dopo la fine di Squadra mobile 2 (a meno che, ovviamente, a cambiare giorno non sia la fiction della Taodue).

Ad ogni modo, la quarta stagione punterà su un ritorno già atteso dai fan della fiction ed ampiamente annunciato, ovvero quello di Anna Safroncik, il cui personaggio di Aurora, protagonista delle prime tre stagioni, era stato fatto uscire di scena. Uccisa da dei colpi di pistola, o almeno così sembrava: Aurora, infatti, è stata salvata da un personaggio misterioso, ed ora è pronta a riprendersi quello che le spetta.

Le tre rose di Eva 4

La vita a Primaluce, però, è notevolmente cambiata: Alessandro (Roberto Farnesi), che ha cresciuto la figlia Eva (Giulia Baccini) aiutato da Tessa (Giorgia Wurth) e Marzia (Karin Proia), ha dovuto affrontare le conseguenze di una terribile alluvione, che ha devastato la tenuta e le terre dei Taviani.

Un evento che porta Alessandro ad entrare in conflitto con una nuova famiglia, gli Astori, residenti a Borgoriva. Quando uno dei componenti della famiglia viene trovato morto, il primo sospettato è proprio Alessandro che, aiutato da Tessa e Marzia, dovrà capire quali sono le reali intenzioni di questa famiglia, composta, tra gli altri, da Ivan (Danilo Brugia) e dalla moglie Lucrezia (Laura Torrisi), dal fratello Fabio (Fabio Fulco), dalla sorella Fiamma (Gloria Radulescu) e dai suoi genitori Lea (Daniela Poggi) e Carlo (Corrado Tedeschi).

Proprio nel mezzo di questa vicenda arriva Aurora, che non ricorda niente di dove sia stata e di chi si sia presa cura di lei. Ma la donna è decisa a combattere con la propria famiglia, anche se un volto tra i suoi nuovi nemici sembra esserle familiare.

Rivedremo, inoltre, Veronica (Euridice Axen), Edoardo (Luca Capuano), Elena (Licia Nunez), Antonio (Giulio Pampignone) e Ruggero (Luca Ward). Tra i nuovi ingressi, invece, anche Lucia (Antonietta Bello), in possesso di informazioni cruciali per le tre sorelle protagoniste.

Dieci episodi, scritti da Michele Abatantuono, Giorgio Glaviano, Carla Giuliano, Luca Biglione, Giorgia Mariani, Davide Sala e Fabio Ciampo, per la regia di Raffaele Mertes, che riportano su Canale 5 una storia d'amore e misteri, che anche nella quarta stagione punterà sugli elementi che l'hanno resa una serie tv che ha appassionato il pubblico in cerca di emozioni.

PROSEGUI LA LETTURA

Le tre rose di Eva 4, dal 5 novembre su Canale 5 con il ritorno di Anna Safroncik é stato pubblicato su Tvblog.it alle 17:20 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Phantom Thread: ecco la sinossi del prossimo film di Paul Thomas Anderson, trailer imminente Sat, 21 Oct 2017 15:07:51 +0000 http://www.cineblog.it/post/766985/phantom-thread-ecco-la-sinossi-del-prossimo-film-di-paul-thomas-anderson-trailer-imminente http://www.cineblog.it/post/766985/phantom-thread-ecco-la-sinossi-del-prossimo-film-di-paul-thomas-anderson-trailer-imminente Antonio Maria Abate Antonio Maria Abate

Uno dei film più attesi dell'anno, Phantom Thread di Paul Thomas Anderson, dopo il titolo adesso ha pure una sinossi ufficiale (via Playlist). Tenuto in gran segreto, del film finora sono trapelate per lo più notizie di contorno, per quanto rilevanti; per esempio, che si tratta del primo film in cui il regista si cimenta anche come direttore della fotografia, nonché del fatto che sarà anche l'ultimo film di Daniel Day-Lewis, il quale, dopo Phantom Thread, pare abbandonerà la recitazione. Tra l'altro, il trailer del film è già passato sotto il vaglio del rating, il che significa che ogni momento è buono per essere pubblicato. Ma ecco a voi la sinossi.

Anni '50. Ambientato nella Londra glamour del dopoguerra, il rinomato sarto Reynolds Woodcock (Daniel Day-Lewis) e sua sorella Cyril (Lesley Manville) si trovano nell’epicentro della moda britannica, vestendo reali, stelle del cinema, ereditiere, esponenti dell’alta società, debuttanti e dame col distinguibile stile della Casa di Woodcock. Le donne vanno e vengono nella vita di Woodcock, offrendo allo scapolo incallito ispirazione e compagnia, finché non incappa nella giovane, determinata Alma (Vicky Krieps), la quale presto diventa una figura fissa nella sua vita, sia come musa che come amante. Un tempo compassato ed organizzato, Woodcock si ritrova con la propria vita, accuratamente fatta su misura, distrutta dall’amore. Con il suo ultimo film Paul Thomas Anderson dipinge un illuminante ritratto di un artista nel suo percorso creativo, nonché delle donne che consentono al suo mondo di continuare a girare. Phantom Thread è l’ottavo film di Paul Thomas Anderson, oltre che la sua seconda collaborazione con Daniel Day-Lewis.

Non più perciò il generico «anni '50» con cui il film è stato portato sinora. È vero, sapevamo pure che avesse a che fare col mondo della moda, ma a questo punto c'è poco spazio per la fantasia. Phantom Thread uscirà nelle sale statunitensi a Natale, ossia il 25 dicembre di quest'anno. Quanto a noi, beh, nulla è ancora trapelato. Nel Regno Unito, per dirne uno, il film uscirà 2 febbraio 2018. Non sarebbe malvagio averlo nelle nostre sale per quel periodo.

PROSEGUI LA LETTURA

Phantom Thread: ecco la sinossi del prossimo film di Paul Thomas Anderson, trailer imminente é stato pubblicato su Cineblog.it alle 17:07 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Tv Talk, Michela Murgia risponde a Blogo. E lancia la bomba: "4 conduttori italiani come Weinstein" Sat, 21 Oct 2017 14:31:04 +0000 http://www.tvblog.it/post/1501178/tv-talk-michela-murgia-risponde-a-blogo-e-lancia-la-bomba-4-conduttori-italiani-come-weinstein http://www.tvblog.it/post/1501178/tv-talk-michela-murgia-risponde-a-blogo-e-lancia-la-bomba-4-conduttori-italiani-come-weinstein Lord Lucas Lord Lucas

murgia.jpg

Michela Murgia ha letteralmente monopolizzato la seconda puntata di stagione di Tv Talk. La critica letteraria e conduttrice ha risposto alla domanda di TvBlog - è stata scelta quella di Federica - che recitava così:

"Un sacco di scrittori si stanno dando alla tv. Ma cosa cerca uno scrittore dalla tv... fama?".

La sua risposta è stata all'insegna dell'autoironia:

"Baricco, grazie a Dio, ha fatto grandi momenti di televisione e alcuni li rimpiango con forza. Ho iniziato ad apprezzare la lirica grazie a un divulgatore di pensiero come lui. Ciascuno fa tv col suo profilo intellettuale, anche Saviano la fa da tempo. La domanda è... cosa cerca la tv dagli scrittori. Avete tanti conduttori, cosa volete da noi?".

Decisamente più dura la posizione della Murgia rispetto al caso Asia Argento, che ha imperversato in tutta la settimana tv con la sua esclusiva a Cartabianca. La conduttrice si è scagliata contro i detrattori dell'attrice per la sua uscita mediatica:

"Legittimare anche solo l'idea che si possa discutere della verità di una confessione di stupro e di una violenza subita è un atto di schieramento a favore dello stupratore e del molestatore. Quando una vittima parla non va discussa la verità di quello che sta dicendo, specialmente in un caso come questo. Il problema è che in Italia siamo molto abituati a investigare sulle ragioni della molestata e mai su quelle del molestatore. Si dice a tutte 'ti puoi sottrarre', mentre si dovrebbe dire 'lo fanno tutti, potrebbero smettere'.

Credo sia importante dare un nome alle cose che succedono nell'ambito delle molestie. Argento ha fatto benissimo a descrivere con quella precisione. La verità è che siamo circondati da uomini che le fanno queste cose e non sanno che è molestia. Sembra pornografico, invece è didascalico. Chiamare per nome la molestia è una forma di didattica e di pedagogia.

La pornografia è farlo, non è dirlo. Se rendiamo passibili di vergogna le verbalizzazioni delle molestie, consigliamo alle donne il silenzio. Non vogliamo sentire questi particolari, ma dire che si è state molestate non vuol dire niente. Tutte le donne devono saper dare il nome a questo disagio.

Infine la dichiarazione choc:

"Potrei fare il nome di quattro conduttori italiani che hanno addosso questo genere di colpe".

PROSEGUI LA LETTURA

Tv Talk, Michela Murgia risponde a Blogo. E lancia la bomba: "4 conduttori italiani come Weinstein" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 16:31 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
L'isola di Pietro, anticipazioni quinta puntata: Caterina ha dubbi sulla propria nascita, Alessandro vuole scoprire l'aggressore di Elena Sat, 21 Oct 2017 14:30:37 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/766597/lisola-di-pietro-anticipazioni-trama-quinta-puntata-22-ottobre-2017 http://realityshow.blogosfere.it/post/766597/lisola-di-pietro-anticipazioni-trama-quinta-puntata-22-ottobre-2017 Fabio Traversa Fabio Traversa

PROSEGUI LA LETTURA

L'isola di Pietro, anticipazioni quinta puntata: Caterina ha dubbi sulla propria nascita, Alessandro vuole scoprire l'aggressore di Elena é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 16:30 di Saturday 21 October 2017

]]> 0 A Domenica In Enrico Brignano-Flora Canto-Giovanni Allevi-Paola Turci, a La vita è una figata! Antonella Clerici, a QCC Francesco Gabbani Sat, 21 Oct 2017 13:40:23 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/766591/ospiti-tv-22-ottobre-2017-domenica-in-quelli-che-il-calcio http://realityshow.blogosfere.it/post/766591/ospiti-tv-22-ottobre-2017-domenica-in-quelli-che-il-calcio Fabio Traversa Fabio Traversa

canto-e-brignano-631x389.png

OSPITI IN TV di domenica 22 ottobre.

Ospiti di Quelli che il calcio del 22 ottobre 2017


Nuovo appuntamento con Quelli che il calcio (voto: 6) condotto da Luca Bizzarri (6), Paolo Kessisoglu (6) e Mia Ceran (6), in onda alle 13.45 su Rai2.

A salire sul palco questa settimana Francesco Gabbani con Pachidermi e pappagalli, terzo estratto dal fortunato album Magellano. Il vincitore di Sanremo 2017 che ha conquistato tutti con tormentoni come Occidentali’s karma, 5 volte disco di platino, e Tra le granite e le granate, presenta al pubblico il nuovo ironico pezzo sul tema del complottismo e dell’esigenza umana di credere in qualcosa, tra fantasiose cospirazioni e fake news. Accompagnato dalla band dei Jaspers, il cantante carrarese si esibirà anche nel classico “centone” al fianco di Luca e Paolo.

New entry al grande tavolo: Filippa Lagerback e la modella Kristyna Schickova siedono accanto a Diego Abatantuono, l’arbitro degli arbitri Paolo Casarin, il guru dei motori Giorgio Terruzzi e il campione del mondo Fulvio Collovati. Emanuele Dotto presidia come ogni domenica la postazione tecnica mentre Melissa Greta Marchetto dalla postazione web è pronta a intercettare storie e sussurri dalla Rete.

Federico Russo e i Calciatori Brutti – in collegamento questa settimana dal “pub” di Corso Sempione – commentano le partite con il campione del mondo 2006 Cristian Zaccardo mentre Mimmo Magistroni e Totò Schillaci sono a Chiavari per riproporre i migliori gol della Serie A con i “pulcini” della squadra Virtus Entella. Francesco Mandelli è in trasferta alla 32^ Maratona di Venezia, trasmessa in diretta su Raisport+ HD dalle 9.30 alle 12.30, nella quale 13.000 atleti da 77 Paesi si sfidano in una gara appassionante, quest’anno dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

Ubaldo Pantani torna a vestire i panni del ct della Nazionale Gian Piero Ventura e lancia un nuovo personaggio, il motivatore del Benevento, l’uomo dietro le quinte dei ”successi” della squadra, ultima in classifica con zero punti. Immancabili come ogni domenica le incursioni comiche di Antonio Ornano e Toni Bonji.

Per il racconto dagli stadi l’anticipo delle 12.30, il derby Chievo-Verona, è seguito dal giornalista e pittore Ferruccio Gard con Sara Sorrentino; commentatori d’eccezione di Atalanta-Bologna, Alessio Boni, prossimamente al cinema nel nuovo film di Donato Carrisi La ragazza nella nebbia e il ct della Nazionale di ciclismo su strada Davide Cassani; a commentare Benevento-Fiorentina, l’attrice Virginia Robatto e il comico Lorenzo Baglioni, mentre a San Siro, per Milan-Genoa, Giorgio Mastrota e l’Ammiraglio; seguono Torino-Roma  il tifoso del Toro Boosta e Giulio Scarpati.

Voto sugli ospiti: 6

Ospiti di Domenica In del 22 ottobre 2017


Secondo appuntamento, alle ore 14 su Rai1, con la Domenica In (6) di Cristina (6,5) e Benedetta (6) Parodi.

Tanti gli ospiti. Tra questi Enrico Brignano, che insieme all’attrice e compagna di vita Flora Canto, parlerà della gioiosa irruzione nella loro famiglia della piccola Martina. Fra aneddoti e vita privata, anche alcune “prove tecniche” per neo genitori, alle quali la coppia sarà ironicamente sottoposta dalle due conduttrici.

Uno spazio importante sarà dedicato alla grande musica con prestigiosi ospiti come Dodi Battaglia, Giovanni Allevi (che, temerario, si sottoporrà anche alla “intervista INtrepida” di Benedetta), Paola Turci. E poi spazio alle emozioni, grazie alle toccanti testimonianze di vita vissuta raccontate in studio e arricchite da collegamenti in diretta. Non mancheranno i momenti dedicati alla cucina, con i consigli di Benedetta per la merenda domenicale e la sua ricetta “IN fretta”, per una cena da preparare in allegria.

Il clima casalingo sarà disteso e divertito, ma anche imprevedibile, grazie alle incursioni dei due simpatici “vicini di casa”, Claudio Lippi e Adriano Panatta, al nuovo sketch di Lillo & Greg, alle imitazioni di Leonardo Fiaschi e ai personaggi di Marco Marzocca. La band dal vivo, diretta dal maestro Luigi Saccà, accompagnerà i momenti musicali della puntata.

Per la pagina dedicata alle donne italiane d'eccellenza sarà ospite in studio una vera “superdonna”: Federica De Nicola, protagonista dell'Ironman più famoso del mondo, quello delle isole Hawaii, dove ha conquistato il primo posto nella sua categoria, quella dei 18-24 anni.

Voto sugli ospiti: 6,5

Ospiti de La vita è una figata! del 22 ottobre 2017


Per la terza puntata de La vita è una figata! (6), il programma in onda alle 17.45, su Rai1, la campionessa paraolimpica Bebe Vio accoglie all’interno del suo loft molti ospiti, a partire dal Trio Medusa. Con loro rievoca scherzi, scommesse e serate storiche degli esordi e svela anche un retroscena poco noto sul selfie scattato con l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Insieme, poi, incontrano Emanuel Simeoni, un giovane fumettista di successo che ha fatto della dislessia un suo punto di forza.

Per l’appuntamento con i millennials, Bebe ospita Beatrice Venezi, la più giovane direttrice d’orchestra d’Italia, con la quale si cimenta in un gioco musicale.

Nel corso della puntata spazio alle storie di coraggio e passione come quella della piccola Margherita Borsoi, una bambina di 10 anni che suona il pianoforte senza un braccio e pratica il taekwondo. Bebe ammira molto Margherita e, a sorpresa, va a fare il tifo per lei a uno dei suoi incontri.

A fare incursione nel programma c’è anche Antonella Clerici che racconta a Bebe la storia incredibile di due sposi, Agostino e Gabriella che, a più di 70 anni, sono campioni italiani di Triathlon. Infine, per l’appuntamento con i globetrotters Bebe è in videochat con Nicoletta Griponi, che parla di come stia facendo il giro del mondo seguendo la strana teoria dei gradi di separazione.

L’ultima chiacchierata è con Giovanni Malagò, presidente del Coni, con cui Bebe parla di sport, ma anche di aspirazioni future. Insieme i due fanno una telefonata a uno dei miti di Bebe: l’ex capitano della Roma Francesco Totti.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

PROSEGUI LA LETTURA

A Domenica In Enrico Brignano-Flora Canto-Giovanni Allevi-Paola Turci, a La vita è una figata! Antonella Clerici, a QCC Francesco Gabbani é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 15:40 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Spike, nuovo canale (49): coinvolti Jovanotti-Trio Medusa-Francesco Pannofino-Christian Vieri, in Capitane spazio alle wag dei calciatori Sat, 21 Oct 2017 12:50:19 +0000 http://realityshow.blogosfere.it/post/766586/spike-canale-tv-49-programmi-palinsesto http://realityshow.blogosfere.it/post/766586/spike-canale-tv-49-programmi-palinsesto Fabio Traversa Fabio Traversa

spike-volti-canale.jpg

Sesto brand del network Viacom a sbarcare in Italia, già affermato negli Stati Uniti, Spike debutta domenica 22 ottobre sul canale 49 del digitale terrestre e si rivolge al target demografico maschile 25-54 anni.

"Raccontiamo la faccia autoironica dell'uomo contemporaneo - spiega Morena D'Incoronato, senior director research & portfolio strategy di Viacom Italia - E' una risposta al bisogno di ricarica e di leggerezza".

Si tratta di un palinsesto improntato ad azione, humour e realtà, accompagnato nelle prime settimane dalla voce di Francesco Pannofino. Dal lunedì al venerdì alle 20.20 il bizzarro game show a stelle e strisce Wipe out - Pronti a tutto sarà commentato in modo demenziale dal Trio Medusa. Il giovedì sera spazio alle produzioni locali: a cominciare da Le Capitane, serie in partenza da metà novembre che seguirà le vite delle mogli e fidanzate di calciatori Erjona Sulejmani (ha sposato Blerim), Jessica Melena (matrimonio con Ciro Immobile), Emilie Nef Naf (ex di Jérémy Menez da cui ha avuto due figli), Michela Persico (sta con Daniele Rugani) e Silvia Slitti (ha detto sì a Giampaolo Pazzini), divenute famose anche sui social. "Non le abbiamo volute chiamare 'wag' ma 'capitane', perché raccontiamo le storie di vere protagoniste", spiega Sergio Del Prete, VP editorial content di Viacom Italia, presentando la serie che avrà come sigla La partita di pallone reinterpretata da Rita Pavone. Celebrità sportiva, fama social e autoironia sono le ragioni che hanno spinto il canale a chiamare Christian Vieri come "ambasciatore del canale" e per programmi ancora in fase di ideazione.

Un altro volto eccellente di Spike sarà Jovanotti, grazie a una partnership di due anni siglata con Viacom: alcuni contenuti esclusivi della web tv Jova Tv andranno in onda su Spike e VH1 a partire da un racconto che nell'arco di diversi mesi accompagnerà il nuovo album e il nuovo tour del cantautore. Infine, prossimamente (forse già da novembre, dice Del Prete) Spike aprirà una fascia di informazione in prima serata, un programma che intende smontare le fake news e raccontare le good news: "Vogliamo che trasmetta i valori del canale, cioè la positività", commenta Del Prete.

I contenuti on demand di Spike saranno disponibili sul sito ufficiale www.spiketv.it. Quanto agli ascolti, l'amministratore delegato di Viacom Italia, Medio Oriente e Turchia, Andrea Castellari, si dice fiducioso: "La nostra stima iniziale è conservativa, sullo 0,6% ma contiamo di fare l'1% immediatamente come è riuscito a Paramount. Non pensiamo che ci sarà un problema nella numerazione, nostri predecessori come Dmax hanno già popolato la piazza".

Fonte: Ansa

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

PROSEGUI LA LETTURA

Spike, nuovo canale (49): coinvolti Jovanotti-Trio Medusa-Francesco Pannofino-Christian Vieri, in Capitane spazio alle wag dei calciatori é stato pubblicato su Realityshow.blogosfere.it alle 14:50 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
Analisi Auditel: Tale e quale show fra Il Segreto e L'ispettore Coliandro Sat, 21 Oct 2017 12:48:55 +0000 http://www.tvblog.it/post/1501173/analisi-auditel-tale-e-quale-show-fra-il-segreto-e-lispettore-coliandro-2 http://www.tvblog.it/post/1501173/analisi-auditel-tale-e-quale-show-fra-il-segreto-e-lispettore-coliandro-2 Hit Hit

Analisi Auditel: Tale e quale show fra Il Segreto e L'ispettore Coliandro

Vediamo ora con le nostre curve dello share minuto per minuto l'andamento degli ascolti fra queste 7 proposte televisive.

La sfida dei Tg delle ore 20 è vinta dalla curva blu del Tg1 che scorre fin verso il 24% di share, con la curva di Canale5 con il Tg5 subito sotto la soglia del 20% di share. La curva nera del Tg La7 è attorno al 6%, mentre la linea rossa del Tg2 tocca la soglia del 9% di share. La sfida dell'access time vede al comando la curva di Soliti ignoti fin verso il 25% di share con quella di Striscia la notizia subito sotto.

Prime time con la curva di Tale e quale show al comando fra il 20 ed il 27% di share e con la curva di Canale5 con l'ormai mite Segreto che si appoggia sulla linea del 10% in leggera crescita strada facendo. La curva rossa dell'Ispettore Coliandro tocca la soglia del 10% di share a fine puntata.

Seconda serata con la curva blu di Tv7 al comando sulla linea del 10% di share, seguita dalle curve di Canale5 e di Rete 4.

PROSEGUI LA LETTURA

Analisi Auditel: Tale e quale show fra Il Segreto e L'ispettore Coliandro é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:48 di Saturday 21 October 2017

]]>
0
MIA 2017, un panel rivela la disparità uomo-donna in tv. Andreatta: "Al lavoro su fiction con una donna candidata Presidente del Consiglio" Sat, 21 Oct 2017 12:40:14 +0000 http://www.tvblog.it/post/1501164/mia-2017-panel-ruolo-donna-intrattenimento-eleonora-andreatta-fiction-donna-candidata-premier http://www.tvblog.it/post/1501164/mia-2017-panel-ruolo-donna-intrattenimento-eleonora-andreatta-fiction-donna-candidata-premier Paolino Paolino

MIA 2017

Donne e mondo dello spettacolo: un argomento tanto attuale quanto necessario da affrontare, soprattutto alle luce dello scandalo che ha coinvolto il produttore Harvey Weinstein. Si è parlato anche di questo, infatti, all'incontro "Powerful women in Global Entertainment", tenutosi ieri durante la terza edizione del MIA, il Mercato internazionale dell'audiovisivo che si sta svolgendo in questi giorni a Roma.

Le accuse rivolte a Weinstein in queste settimane sono state ovviamente commentate dalle protagoniste del panel, che ha approfondito anche il ruolo della figura femminile nella produzione audiovisiva. Un ruolo che, dati alla mano, conferma ancora una disparità di genere.

Basti guardare al mercato più prolifico di produzioni seriali, quello americano, dove nella scorsa stagione televisiva, su 72 show, il 90,7% è stato diretto da registi uomini, scritti nel 95% dei casi da uomini, così come l'83% degli showrunner erano maschi. Cifre imponenti, che arrivano da uno studio dell'USC Annenberg School for communication and journalism di Los Angeles e che lasciano alle donne le briciole in un'industria che sembra fare ancora fatica a trovare quell'uguaglianza di genere per cui attrici, registe e produttrici si stanno giustamente battendo in questi anni.

Se la situazione per le addette ai lavori non va bene dietro le quinte, davanti alla macchina da presa le cose non migliorano: sono meno della metà (il 42%) le serie tv che l'anno scorso hanno avuto una protagonista femminile, ancora di meno quelle destinate al pubblico tra i 18 ed i 49 anni. Uno studio del “Center for the Study of Women in Television & Film” di San Diego, inoltre, rivela che il 68% dei telefilm americani è composto soprattutto da un cast maschile e che le donne registe, autrici e produttrici sono solo il 28% del totale, in aumento del 2% rispetto all'anno precedente. Una situazione che non migliora in Europa dove, secondo il rapporto "Where are the women directors?" dell'“European Women’s Audiovisual Network", solo un film su quattro è diretto da una donna.

Lo spazio per le donne è ancora scarso: da qui le polemiche che spesso emergono dai set delle serie tv, come quello di X-Files, in cui la protagonista Gillian Anderson, dopo aver combattuto per ottenere lo stesso salario del co-protagonista David Duchovny, ha insistito affinchè a dirigere alcuni episodi dell'undicesima stagione ci fossero anche delle donne, richiesta che è stata accordata dalla Fox, che ha affidato proprio a due donne i primi due episodi della stagione.

Come non citare, poi, il successo di The Handmaid's Tale, che ha portato alla ribalta uno scenario post-apocalittico in cui le donne perdono ogni diritto e libertà, diventando solo degli strumenti di procreazione. Lo show, vincitrice dell'Emmy Award 2017 come Miglior serie tv drama, ha permesso a Reed Morano di vincere il premio come Miglior Regia Drama, diventando la terza donna di sempre a portarsi a casa a portarsi a casa il premio.

Di strada, insomma, ce n'è ancora da fare: il ruolo sempre più importante di autrici e produttrici nella serialità americana può fare ben sperare in un cambio di passo ed in una maggiore consapevolezza di un problema fin ad ora, forse, mai preso seriamente in considerazione.

Ed in Italia? Al panel ha partecipato anche il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, la prima a donna nel nostro Paese a ricoprire un ruolo del genere. La Andreatta, fin dal suo arrivo in Rai Fiction, si è data da fare per mandare in onda serie che rappresentassero una figura femminile sempre più realistica e variegata:

"Il mio lavoro è stato lavorare tanto sulla realtà, prima c’erano molti melodrammi e commedie ma pochissime serie parlavano di realtà. In Italia il personaggio predominante è sempre stato l’uomo, da Cattani a Montalbano, e c’erano pochissime donne rappresentate, la maggior parte erano madri o protagoniste di storie d’amore. Abbiamo presentato la varietà di ruoli che una donna può avere oggi, una donna che lavora e sta in famiglia, abbiamo raccontato il suo modo di essere sia nel pubblico che nel privato. Abbiamo cambiato anche il modo di rappresentarle fisicamente, negli anni '80 erano belle e giovani e apprezzate dagli uomini, secondo criteri omologati che valevano sia per la pubblicità che per le fiction, noi vogliamo rappresentare un altro tipo di bellezza, che metta in luce il temperamento e il carattere delle donne".

A ben vedere, in effetti, la fiction Rai in questi anni ha avuto un incremento delle protagoniste femminili, così come nei cast delle produzioni le donne hanno assunto ruoli differenti e capaci di portare alle storyline nuovi archi narrativi. In questa direzione sembra volersi muovere la Andreatta che, sempre durante il panel, ha annunciato la lavorazione ad una serie in cui la protagonista sarà una donna che si candida a Primo ministro italiano.

PROSEGUI LA LETTURA

MIA 2017, un panel rivela la disparità uomo-donna in tv. Andreatta: "Al lavoro su fiction con una donna candidata Presidente del Consiglio" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:40 di Saturday 21 October 2017

]]>
0